Archivio del Fendente

2007-2011

Archivi per il mese di “maggio, 2007”

DI PONTE IN PONTE

Mentre proseguono i lavori per il ponte sul Tevere a Sansepolcro, iniziano anche a Pieve i lavori al Ponte Vecchio…ma per abbatterlo

 

di Anubi

 

C’è malinconia nel cuore di molti pievani, sebbene fosse noto ormai da mesi che sarebbero iniziati i lavori per l’abbattimento del Ponte Vecchio e la sua sostituzione. Onesta la scelta del progettista anche dal punto di vista lessicale, come si può vedere dal cartello esposto nel cantiere, in cui al Ponte Vecchio viene lasciato l’onore delle maiuscole e dell’articolo determinativo…mentre il nuovo viene semplicemente definito “un nuovo ponte”, uno dei tanti.

I lavori, già approvati dalla precedente Amministrazione Comunale, dopo alcune lungaggini dovute all’espletamento della gara di appalto, sono da poco iniziati.

I motivi dell’intervento, che costerà circa l’equivalente di 800 milioni delle vecchie lire, sono legati alla necessità di aumentare la sezione idraulica del ponte. In occasione della piena del 1998 buona parte della città del Diario venne invasa dalle acque del Tevere e dunque oggi si corre ai ripari, “allargando il letto” in cui potrà sfogarsi il fiume in caso di piena.

Qui sorgono tuttavia gli interrogativi di alcuni pievani, non del tutto persuasi dell’utilità dell’opera. Di quanto potrà mai allargarsi la sezione idraulica?

A giudicare dal progetto esposto nel cartello dei lavori, ma soprattutto considerando la posizione delle sponde (specialmente di quella sinistra, su cui sono direttamente costruite delle abitazioni, quindi neanche in futuro spostabili…) in effetti l’allargamento non sarà notevole.

Sarà sufficiente?Il gioco varrà la candela?Sarà una mossa intelligente abbattere un ponte che, nonostante gli anni, dimostrava una solidità tale da garantirne ancora una vita lunghissima?Non potevano essere trovate soluzioni alternative, come ad esempio la disposizione (o il ripristino…) di opportune casse d’espansione a monte del ponte che, con una spesa nettamente inferiore, avrebbero garantito la conservazione di un manufatto cui i pievani sono particolarmente legati?

  pontepieve

Annunci

ITALIA MIA

Molti dei nostri giovani, appresa
la lezione dai loro genitori,
aman poco o punto il matrimonio,
ma vivere accoppiati more uxorio.
e non aver che uno o nessun figlio

per rendere l’Italia più leggera
e farla navigare a gonfie vele
con il vento propizio dell’Oriente
che porta qui persone colorite
dal sol dei loro siti tropicali.

Esse ci aman e ci convertiranno
le chiese in moschee senza mosche,
le quali stan ben sol nei nostri tempii.
L’Italia non avrà più le stampelle,
e potrà guizzar sana come un pesce.

Sarà un’Italia allora all’avanguardia
in tutti i campi, pure in quelli santi;
“Belpaese” verrà sostituito
da “Bengodi”più congruo al benessere
di cui godremo tutti in modo uguale.

Nessuno sarà più “un disgraziato”,
perché pur chi è segnato da natura
ingrasserà con gli ossi e con le briciole
cadute dalle mense dei padroni
qui giunti da lontan come come fratelli.

Italia mia, ti vedo in gloria, posta
sugli altar da immigrati e clandestini,
ammirata da tutto quanto il mondo,
assai più bella e più potente ancora
di quanto non fu mai l’antica Roma. 

Perché qualcuno allora si lamenta?
Lo si metta in galera ipso fcto
a smaltire un dissenso senza senso.
Lo si chiuda con buone serramenta
e lo si tratti proprio come un matto,
poich’egli è molto più che un melenso.
Ė anzi un traditor degno di forca,
porca miseria, miseriaccia porca!

IL 2 GIUGNO A SANSEPOLCRO

L’Amministrazione Comunale di Sansepolcro celebrerà Sabato 2 giugno, alle ore 10 in Sala del Consiglio Comunale, il 61° anniversario della nascita della Repubblica Italiana. Durante tale occasione verrà omaggiato Luigi Fancelli, che in seguito al vasto rastrellamento del 2 e 3 giugno 1944 veniva deportato ancora ragazzo l’8 giugno 1944.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

SANITA’: COMUNICATO STAMPA

Assessorato al Diritto alla Salute Regione Toscana
Al Direttore Generale Azienda USL n. 8 Arezzo
Al Presidente Conferenza zonale Valtiberina dei Sindaci
Al Presidente Conferenza Provinciale dei Sindaci.
Agli organi di informazione

Oggetto: organizzazione servizio continuità assistenziale

"Il Comune di Anghiari ha partecipato alle iniziative tendenti ad opporre i
provvedimenti di riorganizzazione della continuità assistenziale secondo i criteriprospettati da codesta spett.le Azienda USL n° 8.
La concreta attuazione di tali intendimenti priverebbe la comunità che
rappresento di un servizio irrinunciabile espressione di un livello minimo essenziale di tutela del diritto alla salute protetto dalle norme costituzionali.
Pertanto nella mia qualità di Sindaco , rappresentante della Comunità locale
e autorità sanitaria ai sensi della Legge n° 833/78 e del D.lgvo m° 267/00 invito formalmente cotesta spett.le Azienda, e per quanto di competenza della Regione Toscana, a desistere dalla propria iniziativa per non mettere in serio pericolo l’incolumità e la salute dei cittadini.
Ciò almeno fino a quando non saranno esperite le procedure di concertazione e valutazione in un contesto di leale collaborazione fra soggetti di pubblica amministrazione.
Debbo coerentemente avvertire le Amministrazioni in indirizzo che, ferma
restando ogni riserva circa le iniziative da intraprendere per la rimozione dei provvedimenti esistenti, le medesime saranno ritenute responsabili di ogni fatto dannoso causalmente ricollegabile alla prospettata riorganizzazione".

Il Sindaco di Anghiari
Dr. Danilo Bianchi

Anghiari, 31 maggio ’07

QUANDO LA POLITICA…”FRUTTA”

Senza alcun commento da parte nostra, informiamo il lettore (dati ripresi da La Nazione del 31.05.07) sui (miseri) guadagni dei nostri politici di mestiere.

I politici più ricchi:

Donatella  Poretti                       (Rosa nel pugno)                     15.000 euro mensili;

Rolando    Nannicini                  (Deputato DS)                         12.980 euro al mese;

Ilio            Pasqui                       (Con.Reg.DS)                          10.000 euro al mese;

Maurizio  Bianconi                    (Cons.Reg.AN)                          9.800 euro al mese;

Fabio       Roggiolani                 (Cons.Reg:Verdi)                       9.800 euro al mese;

Bruna      Giovannini                 (Cons.Reg.DS)                           9.400 euro al mese;

Mauro     Ferri                          (ex-deputato)                              9.382 euro di pensione 

Rossella  Angiolini                   (Cons.Reg.FI)                              9.250 euro al mese;

Mauro     Ricci                          (Cons.Reg.Margherita)                9.250 euro al mese;

Enzo       Brogi                         (Cons.Reg.DS)                            8.900 euro al mese;

Giuseppe Fornasari                 (ex deputato DC)                         8.455 euro  di  pensione;

Monica   Bettoni                       (ex senatore DS)                         8.455 euro  di pensione;

Mauro    Seppia                         (ex deputato Psi)                        7.709 euro  di pensione;

Vasco     Giannotti                    (ex deputato DS)                        6.590 euro di pensione;

Danilo    Tani                            (ex deputato Pci)                          6.590 euro di pensione; 

Giorgio  Bondi                          (ex senatore Pci)                           4.725 euro di pensione;

Alessio   Pasquini                     (ex senatore Pci)                           4.725 euro di pensione;

Giovanni Fiori                          (ex deputato DC)                           4.725 euro di pensione; 

Italo       Marri                          (ex senatore AN)                          3.108 euro di pensione;

Piero      Fabiani                       (ex senatore Psi)                            3.108 euro di pensione;

Vittorio  Liberatori                   (ex senatore Psi)                            3.108 euro di pensione;

Menotti  Galeotti                      (ex senatore Pci)                            3.108 euro di pensione.

Ai lettori il commento.  

 

SPETTACOLO PER BAMBINI

Mea Revolutio(nae) presenta per la mattina di martedì 5 giugno un grande spettacolo di giocoleria messo in scena dalla compagnia Festa Magica presso la scuola elementare di Anghiari
Lo show, al quale prenderanno parte tutti i bambini della scuola primaria, prenderà il via alle ore 9,30.
 
Associazione Culturale Mea Revolutio(nae)
Sito web:
www.mearevolutionae.it
Email: info@mearevolutionae.it
Telefono: 335/10.27.746 

TEATRO A PIEVE SANTO STEFANO

Si chiude sabato 2 giugno la stagione teatrale 2007 di Pieve Santo Stefano. L’ultimo spettacolo di scena al Papini sarà “La cena dei cretini” del noto regista francese Francis Veber, che ne aveva fatto un successo cinematografico.

Tra mille gag paradossali che devastano la cena di un gruppo di amici, la commedia – partendo dal presupposto che vi sono mille modi per essere cretini – racconta come il cretino perfetto sia quello che non permette una scappatoia razionale per far fronte alle sue azioni.

A dirigere lo spettacolo sarà il fiorentino Stefano Silvestri, che fu il primo direttore artistico del teatro di Pieve. 

Ingresso 7 euro, ridotto 5.  

  

Sabato 2 giugno, ore 21:15

L’OFF-ICINA DEI TEATRI DELL’INVASIONE

La cena dei cretini

di Francis Veber

con Luigi Fiorentino, Gabriella Latorre, Paolo Orsini, Mirco Panzini, Andrea Pertici, Alessandro Topi

regia di Stefano Silvestri

 

La stagione teatrale 2007 è stata realizzata in collaborazione con: Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Rete Teatrale Aretina, Associazione Commercianti di Pieve Santo Stefano, Associazione Mea Revolutio(nae) – Festival Innesti, Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.

 

 

 

Direzione artistica: Luca Ricci

Direzione amministrativa e contabile: Mirco Ferrara, Lucia Franchi

Direzione organizzativa: Michele Corgnoli

Segreteria organizzativa: Daniela Moraldi

Direzione tecnica: Stefan Schweitzer

Ufficio stampa: Emanuele Calchetti 
 
 

Sul Monte Zoncolan, la dignitàritrovata

di Monia Mariani

 

Una grande impresa. Oggi al Giro d’Italia. Uno spettacolo vero, di quelli che si rivedono nei filmati in bianco e nero. L’ascesa al monte Zoncolan, in provincia di Udine, ci ha regalato momenti di vero sport. Sul monte Zoncolan, il mostro del Carso, con le sue pendenze vertiginose, i suoi muri d’asfalto con pendenze massime del 20%, con la sua cima popolata dalle maglie e dai cappelli della gente, venuta da ogni dove per ammirare lo spettacolo. Dal video, si vedeva la strada salire obliqua, bisognava piegare la testa per guardare le ruote e gli atleti pedalare a testa bassa, seduti o sui pedali. E’ stato un uomo, un campione di 36 anni a passare per primo sul traguardo in cima allo Zoncolan, lui e il suo compagno di squadra, a mani alzate.

vittoria

Il suo nome è Gilberto Simoni, Gibo per tutti. Un trentino di quelli veri, uno di poche parole, uno che non molla mai neanche cadesse il mondo sulla sua testa, uno che dei convenevoli e di cosa dice l’età non sa che farsene. Basta aver gambe come le sue. E tanta voglia di vincere. L’ho conosciuto di persona Gibo, a Trento l’anno scorso, correva una cronometro a squadre in notturna nel centro storico. Uno alla mano, che si ferma a parlare con tutti, un sorriso, una foto e una stretta di mano a chiunque lo cercasse. Uno tutto di un pezzo, proprio come una volta. Onore anche a tutti gli altri atleti che sono arrivati sullo Zoncolan, a chi è passato secondo, terzo, quarto, decimo, trentesimo, sessantesimo, ultimo a chi si è ritirato. Onore a Bettini ai suoi 100 km si fuga. Al giovane Schleck, a Cunego alla maglia rosa. Onore e gloria a tutti quegli uomini, che non hanno avuto paura di soffrire e di emozionare se stessi e anche noi. Oggi, c’è stato poi, un altro grande vincitore di questa giornata di ciclismo: la folla. Assiepata sul monte Zonzolan un prato di appassionati, arrivati all’alba in bici o in caravan o a piedi, con gli zaini fino in cima. Li assieme ai ciclisti, che salgono tra due ali di folla colorata che scatta foto, filmati, che appalude, che alza le mani. Oggi grazie anche a tutta quella gente qualunque, il ciclismo ha ritrovato la sua dignità.

 

  

BENEFICO RITORNO AL PASSATO

Ripristinata la vecchia canalizzazione lungo via Senese Aretina, stavolta con tanto di cartelli

 

sa (1)Che via Senese Aretina rappresenti ormai il centro nevralgico di tutti i problemi di traffico a Sansepolcro è a tutti evidente. I tentativi di soluzione attuati in passato si sono rivelati, specialmente l’ultimo, addirittura peggiorativi.

Eravamo nel dicembre del 2005 quando venne invertita la vecchia canalizzazione in direzione Centro, all’altezza dell’incrocio con via del Prucino.

La soluzione rispettava in pieno le prescrizioni del Codice della Strada, ma paradossalmente andava a far incanalare nella corsia di destra la quasi totalità del flusso di traffico, lasciando malinconicamente vuota l’altra corsia. Ciò produceva delle code lunghissime, fin oltre la Chiesa delle Forche, nelle ore di punta.

 

Nell’ambito dei lavori di risistemazione della segnaletica a terra in atto da qualche giorno nel Comune di Sansepolcro si è dunque provveduto a ripristinare l’antica canalizzazione, garantendo così una migliore distribuzione del traffico veicolare.

Tale “ritorno al passato” è reso possibile dal fatto che gli usi, anche nella normativa stradale, hanno lo stesso peso dei codici, pertanto tale canalizzazione non costituisce una deroga al Codice della Strada, ma semplicemente rispetta l’uso tradizionale della strada e soprattutto le necessità concrete.

 

sa (2)Molte critiche furono sollevate nel 2005 allorché la nuova canalizzazione non venne segnalata da appositi cartelli. Si disse che sarebbero stati messi in un secondo tempo, ma questo, come tutti sanno, non è mai avvenuto.

Facendo tesoro degli errori passati oggi possiamo vedere all’inizio della nuova (forse sarebbe più giusto dire della vecchia…) canalizzazione un grande cartello bianco che spiega in maniera inequivocabile il cambiamento.

 

Tale misura rappresenta una primissima anticipazione del nuovo strumento urbanistico, il Piano del Traffico, attualmente in fase di redazione. Tale strumento dovrà garantire una più razionale organizzazione della viabilità cittadina.

 

saUlteriori polemiche sono state sollevate anche in merito al presunto ulteriore intralcio al traffico lungo la Senese Aretina rappresentato dall’ingresso al centro commerciale aperto circa un anno e mezzo fa. In particolare si accusa di intralciare il traffico coloro che, uscendo dal parcheggio del centro commerciale, girano a sinistra in direzione del Centro Storico. Tuttavia, se si osserva la segnaletica verticale, si vede immediatamente che tale manovra è esplicitamente vietata! Il problema dunque, prima che riguardare la sistemazione urbanistica, riguarda il senso civico e il rispetto delle più elementari regole da parte di tutti.

“COLORIAMO I SAPORI”, UN SUCCESSO

Comunicato del Comune di Sansepolcro sulla bella iniziativa di sabato scorso in Piazza Berta

Grande successo sabato pomeriggio 26 maggio in Piazza Torre di Berta per la Festa "Coloriamo i sapori", organizzata dalle scuole elementari De Amicis e Collodi e dalle Materne Il Melograno e Centofiori con il patrocinio del Comune, della CIR , cooperativa di ristorazione delle mense scolastiche, della ASL n° 8 e della Direzione Didattica Statale di Sansepolcro e la generosa sponsorizzazione di Cassa di Risparmio di Cesena, Comunità Montana, COOP, Distretto Scolastico n°30, Gelateria Ghignoni, Grafiche Borgo, Formula Servizi, Cooperativa Il Poliedro.

Dopo il festoso taglio del nastro inaugurale da parte del Sindaco Franco Polcri, la festa è iniziata con una "merenda a colori" a base soprattutto di frutta e verdura, una volta tanto protagoniste dell’alimentazione infantile grazie allo sfoggio ed alla combinazione allettante di colori e gusti allineati nei piatti esposti, di bevande a base di frutta ed infine di gelato, particolarmente gradito vista la temperatura africana della piazza. Ha parlato prima il Dott. Garofalo curatore del progetto da parte dell’ASL n°8, il quale ha ribadito l’importanza di far acquisire fin da piccoli i fondamenti di una corretta alimentazione e così ridurre l’incidenza di malattie cardiovascolari, diabete e tumori. Il Direttore Didattico delle scuole interessate, Dott. Secondo Borghesi, ha quindi riassunto le fasi dell’esperienza che ha visto coinvolte numerose classi. Con l’aiuto delle maestre sono state preparate dai bambini tutte le coloratissime e originali coreografie degli stand. Nei mesi precedenti gli alunni sono stati informati su come si possa mangiare in modo più sano e variato e quindi guidati dentro la scuola in un percorso di assaggio e di conoscenza di nuovi cibi e sapori . E’ intervenuta anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sansepolcro, Luisanna Alvisi, che ha premiato le classi partecipanti raccomandando di continuare la lotta intrapresa contro i "putinicci" che fanno male alla salute ma piacciono tanto ai bambini e qualche volta anche ai grandi…Musica, giochi collettivi, saltimbanchi e giocolieri sui trampoli hanno animato la giornata fino alle 19.30, allorchè un improvviso temporale ha mandato tutti a casa.

IL “MEGO” RISPONDE

Speriamo, tra qualche tempo, di fare la fila da te in libreria, magari per acquistare un libro sul Sansepolcro, nel quale si parli anche dell’impresa di Domenica.

Modena, 29 maggio 2007
Grazie mille Enrico!
Speriamo, tra qualche tempo, di fare la fila da te in libreria, magari per acquistare un libro sul Sansepolcro, nel quale si parli anche dell’impresa di Domenica. E’ un’idea sulla quale presto potremmo metterci a lavorare.
Ora però godiamoci questa vittoria, ma guardando subito al futuro: c’è il Torneo in corso, ma, soprattutto, c’è un futuro da ricostruire. E la partita del Buitoni è stato solo il primo mattone per riportare il Sansepolcro sui livelli che merita.
Un sentito e doveroso ringraziamento concedimi di farlo a nome di tutto lo Staff del Sansepolcro Calcio (quello vero!) a tutta la cittadinanza, all’Amministrazione Comunale ed all’amico Simone Mercati che ci sono stati vicino nei momenti societariamente più difficile, ai collaboratori che stanno portando avanti il Torneo Città di Sansepolcro, agli sponsor ed ai partenrs che ci hanno permesso di andare avanti, a coloro che si sono esposti di più in prima persona quando era il momento di riprendere tutto in mano (e quindi grazie a Claudio, Luigi, Patrizio e Franco). Infine un grazie infinito al Presidente "Mimmo" Cimino ed a Sauro Giorni, che ha saputo trasmettergli un entusiasmo incredibile, tanto che Domenica era proprio il Presidente il più emozionato.
Infine Enrico, non nascondendoti che Domenica su quella panchina "bollente" per un po’ avevo perso le speranze pure io, devo dirti che non c’è bisogno di essere "meghi" e pronosticare una salvezza, quando si lavora a contatto con persone motivate, equilibrate e così tanto attaccate al loro Borgo, come quelle dell’intero Staff bianconero.
Ancora grazie e un saluto a te e tutto "il Fendente".
Alessio.

UNA CONFERMA DELL’ASSENZA DI PROGETTUALITA’

Riccardo Del Furia (La Città Ideale) attacca l’amministrazione di Sansepolcro sulla declassificazione di Viale Fatti

L’assenza di progettualità dell’attuale amministrazione comunale – più volte sottolineata da tutta l’opposizione – è stata ulteriormente ribadita dall’approvazione, mediante delibera di Consiglio, della declassificazione di Viale Luigi Fatti, la mitica Piaggia, la strada delle passeggiate estive dei Borghesi.

A detta approvazione, avvenuta con i voti della sola maggioranza, non ha preso parte neppure il Sindaco mestamente defilatosi forse per non avallare in modo palese un atto talmente scellerato.

Il procedimento intrapreso dalla giunta si è reso necessario per rendere possibili alcuni completamenti edilizi che sarebbero altrimenti venuti ad essere degli abusi.

Piuttosto che proporre un complessivo piano di risanamento e bonifica di tutta la zona collinare, accertandone anche la controversa struttura geologica, si preferisce ancora una volta agire in modo “mirato”, curandosi di singoli casi, rischiando di compromettere  l’organicità di futuri progetti di recupero. Oltre che grave questo atto di “revisionismo storico” è uno schiaffo a tutta la città, al suo patrimonio ambientale e alle tanto sbandierate colline pierfrancescane.

 

Cordiali saluti,

                                                                                                                    Per il movimento “La Città Ideale”
Riccardo Del Furia

SCADENZE ICI

L’ Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) sta per scadere e quest’anno l’unica novità riguarda, per molti comuni, la scadenza. I comunicati dei comuni di Sansepolcro e Anghiari  

SANSEPOLCRO – Scade  il 16 giugno 2007  (slitta al 18, essendo il giorno 16 sabato) il termine per pagare l’acconto ICI anno 2007, pari al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dell’anno precedente.Il saldo dovrà essere corrisposto entro il 16 dicembre 2007 (slitta al 17, essendo il giorno 16 domenica). L’imposta potrà comunque essere versata in unica soluzione entro il 18 giugno 2007. Dall’ anno di imposta 2007 il versamento dovrà essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi , ovvero per eccesso se superiore a detto importo.  I versamenti devono essere effettuati a mezzo apposito bollettino di conto corrente postale n. 164525 intestato al "Servizio Riscossione Tributi I.C.I. – G.E.T. SPA – Arezzo" in uno dei seguenti modi:

presso lo sportello del Concessionario del Servizio Riscossione Tributi G.E.T. spa ubicato in Via Trento e Trieste – Arezzo utilizzando il bollettino di conto corrente postale di cui sopra.

presso qualsiasi ufficio postale utilizzando il medesimo bollettino.

con il Modello F24

Si ricorda che, ove sugli immobili per cui si versa l’imposta siano intervenute, durante l’anno 2006: variazioni inerenti il diritto proprietà; costituzione od estinzione dei diritti di uso, usufrutto, abitazione, enfiteusi, superficie; cambiamento di caratteristiche o di destinazione dell’immobile, etc., tutti i contribuenti interessati dalle suddette variazioni dovranno darne comunicazione al Comune utilizzando il Modello Ministeriale ICI 2006.

La dichiarazione deve essere presentata entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2006.

Il modello per la redazione della dichiarazione ICI può essere scaricato dal sito internet del Comune http://www.sansepolcro.net, ritirato presso gli uffici del Servizio ICI Ufficio Tributi , Via Matteotti 1 o acquistato presso i rivenditori specializzati.

Sul medesimo sito internet potranno essere trovate tutte le informazioni relative alle aliquote e alle detrazioni e riduzioni previste, nonché il Regolamento Comunale per l’applicazione dell’imposta.Per ogni altra ulteriore informazione il contribuente può rivolgersi all’ Ufficio Tributi Via Matteotti 1 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30 – il martedì e il giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 – oppure telefonare ai numeri 0575732237 – 0575732247.

—————————————————–
ANGHIARI – L’anticipo di imposta non dovrà più essere versato dai possessori, proprietari di immobili entro il 30 giugno 2007, bensì entro il 16 giugno 2007, così come il saldo non più entro il 20 dicembre 2007, bensì entro e non oltre il 16 dicembre 2007. Quindi cittadini poniamo attenzione alle nuove scadenze, poichè  le more applicate già  al primo giorno di ritardo, si aggirano nell’ordine del 30% e non derivano da leggi o regolamenti comunali, ma da una normativa sopraordinata che non lascia scampo ai dimentichi. Ricordo infine che, da molti anni a questa parte, circa otto, salvo che certi immobili non abbiano avuto variazioni di rendita castale in aumento o diminuzione, l’ ICI per il Comune di Anghiari rimane invariata e quindi identica all’anno 2006.
Occhio alla scadenza e divulghiamo con rapidità la notizia ai cittadini! 
MIRCO MEOZZI

SANSEPOLCRO: RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA

Cambieranno le abitudini dei cittadini del Centro Storico, per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani.  

di Francesco Crociani

Inizia il 4 Giugno, la sperimentazione della fase di raccolta differenziata urbana,  “Partiamo Porta a Porta”. Con queste parole l’Assessore Simone Mercati ha illustrato il suo progetto alla stampa locale. I cittadini dovranno cambiare mentalità, la società darà a ogni famiglia quattro contenitori diversi, dove in ognuno di questi andranno messi i rifiuti.

Lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani è sempre stato effettuato con il cassonetto, per risolvere il problema si deve intervenire su ogni fase della produzione, separare la raccolta dei rifiuti in quanto consente, da un lato, di ridurre il flusso dei rifiuti da avviare allo smaltimento e, dall’altro, di condizionare in maniera positiva l’intero sistema di gestione. Alla fine di questo processo la frazione destinata a discarica, sempre comunque presente, sarà di quantità estremamente inferiore a quella di partenza, quindi riduzione del materiale fa si di ridurre il costo fin dall’origine.

 

I rifiuti organici sono composti da scarti di cucina, avanzi di cibo, guscio d’uovo, scarti di frutta e verdura, fondi di caffè e pane vecchio. Tutti questi dovranno essere messi dentro nel contenitore marrone, la raccolta porta a porta sarà fatta il Martedì e il Sabato prima delle otto.

 

Carta e cartone, giornali, riviste, libri, quaderni, fotocopie, scatole per alimenti, andranno messi dentro la biopattumiera gialla e la raccolta sempre porta a porta sarà nel giorno di Venerdì.

 

Multimateriale, contenitori di vetro, flaconi di detersivi, lattine, borsette da spesa, scatolette, nella biotumiera verde, con raccolta nel giorno di Mercoledì.

 

Rifiuto indifferenziato, gomme, stracci plastiche, pannolini, e assorbenti, polveri dell’aspirapolvere, cocci di vaso, cassette audio e video nella biopattumiera blu, con raccolta il Lunedì e Giovedì.

 

Il nuovo servizio di raccolta Porta a Porta riguarderà inizialmente solo il Centro Storico della Città, interessando circa mille utenze. Nei prossimi mesi verrà quindi esteso al resto del territorio comunale. Tutti i materiali, verranno consegnati a domicilio, da personale incaricato alla distribuzione.

NOTIZIE UTILI

Il ministero della Salute ha predisposto un Piano per ridurre le conseguenze negative sulla salute da eventuali ondate di calore in particolare rivolte alle fasce di popolazione più a rischio (anziani, bambini, persone con patologie croniche).

Per l’estate 2007 le previsioni meteorologiche indicano la possibilità del verificarsi nel mese di giugno di
ondate di calore.
Questi i principali elementi del Piano. Le Linee guida, concordate con Comuni e Regioni, per la prevenzione degli effetti sulla salute da ondate di calore anomalo. Il Sistema nazionale di allerta per ondate di calore anomalo che è in grado di dichiarare quotidianamente, per ciascuna delle grandi città ove è operativo, la previsione, riguardante le successive 72 ore, del livello di rischio. La creazione degli elenchi dei sottogruppi suscettibili alle ondate di calore (le cosiddette "Anagrafi della fragilità"). La Campagna informativa con:  annunci via radio e televisione, materiale informativo che sarà distribuito attraverso le farmacie, i quotidiani e i settimanali, e il servizio Call Center 1500, attivo tutti i giorni dal mese di giugno. Il Protocollo d’intesa con MMG siglato con l’obiettivo di migliorare l’impegno delle istituzioni e dei medici per identificare prontamente gli anziani a rischio ed incrementare le attività di controllo terapeutico e di sollievo dal disagio del caldo.

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/linee_guida_caldo_2007/index.html

A CAVALLO IN VALTIBERINA TOSCANA

La tre giorni a cavallo che si svolgerà  il 15-16-17 giugno prossimo in Toscana, a Sansepolcro, città natale di Piero della Francesca e Luca Pacioli, sarà la manifestazione principe di incontro fra chi in Italia cerca quella combinazione sempre più ambita tra equiturismo, cultura e qualità, visto che da ogni parte del mondo questa qualità si cerca, apprezza ed acquista.

 

di Nico Belloni

La prima edizione di “Nelle Terre di Piero”, organizzata grazie ad UmbriaEquitazione, marchio leader nella produzione di articoli per l’equitazione, in collaborazione con l’Ufficio Stampa della Federazione Italiana Turismo Equestre e con le associazioni locali, metterà in mostra le diverse espressioni che danno vita al rinnovamento dell’andar a cavallo. Sansepolcro sarà il palcoscenico naturale degli amici del cavallo, uno spazio in cui valorizzare l’eccellenza dell’equitazione in tutte le sue declinazioni. Non solo passeggiata, ma anche spettacoli di alta classe. Presentazioni per razze a sviluppare il grande patrimonio genetico. Conoscenza del luogo, la Valtiberina Toscana, nel suo aspetto più profondo. L’arte, con visite guidate ai musei che ospitano l’evento culturale di maggiore rilevanza nel panorama italiano 2007 come “PIERO DELLA FRANCESCA E LE CORTI ITALIANE”. Le tradizioni e l’enogastronomia con i prodotti tipici locali di una terra che sa regalare sapori unici ed autentici.

Un evento con il quale iniziarsi al piacere dello star insieme e rinnovare i valori di fondo che uniscono il cavallo nel territorio e nella storia. Un’iniziativa che coniuga alla perfezione le diverse possibilità che si hanno di conoscenza e cultura in un meraviglioso paesaggio.

La ricerca quotidiana di stare all’aperto, di spazi ampi, di verde naturale, trasporteranno gli appassionati con i loro destrieri nella Valle del TEVERE, in angoli remoti di collina e di montagna. Un’affascinante reimmersione nella natura, nella storia medievale e rinascimentale del Borgo Biturgense per restaurare quelle radici  di chi vuol restituire forma e civiltà al proprio vivere.

La proposta degli organizzatori e delle istituzioni è di penetrare questo microcosmo naturale ed umano, nel mese estivo più invitante, con il mezzo più appropriato: il cavallo. La scelta del 15-16-17 giugno e del cavallo, del resto, non è casuale. La terra di Piero della Francesca costituisce, infatti, una delle zone dell’Italia centrale con un clima sempre gradevole per cavalcare ed in cui l’equitazione è maggiormente sviluppata ed ha posto salde radici, in ciò favorita anche dalla morfologia del terreno, quanto mai propizia al montare e, grazie ad apposite strutture, agli equiraduni.

La sistemazione dei cavalli in comodi box accoglierà i partecipanti che potranno pernottare presso le strutture convenzionate con la manifestazione.

Il giorno di venerdì, dopo una buona colazione, vedrà i componenti della carovana attraversare il fiume Tevere e salire la piana della Battaglia di Anghiari, teatro del celebre scontro militare nel XV secolo, immortalato da Leonardo da Vinci nell’omonimo affresco andato perduto. Castelli magnifici a questo punto saranno assediati con gli occhi dai cavalieri, come la Villa Fortificata della Barbolana, il Castello di Galbino e quello di Monteauto.

Il programma del 16 giugno, secondo giorno, porterà i componenti del raduno al cospetto dello splendido affresco pierfrancescano “La Madonna del Parto” attraversando valli piene di storia e fascino, con le eleganti Città cinte dalle mura medievali. Da non perdere lo scenario suggestivo allestito per il pranzo di sabato presso il Castello de’ Sorci con il suo celebre fantasma…Ma lo spettacolo non finisce, anzi continuerà, perché ad attendere gli intrepidi binomi di ritorno dalla passeggiata vi saranno eleganti madonne e nobili signori della città di Sansepolcro che accoglieranno i prodi cavalieri offrendo loro ristoro e ospitalità con un suntuoso convivio nella piazza centrale. Tutti i presenti saranno poi trasportati in un sogno, quello a cavallo, con gli spettacoli serali: stuntman hollywoodiani, acrobati e funamboli, giostra e torneo medioevale, volteggi, carosello equestre, sfilate di razza, esibizioni in alta scuola ed in monta western in una pirotecnica serata da vivere allegramente.

Il breve programma della giornata di domenica 17 giugno, basato sulla visita ai piedi del Parco Naturale dell’Alpe della Luna, permetterà a cavalieri ed amazzoni di sistemarsi, indossare la divisa ufficiale di “A Cavallo in Valtiberina Toscana-UMBRIAEQUITAZIONE”, far ancor più belli i propri soggetti equini (come se ce ne fosse bisogno!!) e prepararsi alla parata per il centro storico di Sansepolcro, dove l’evento si concluderà con nuovi spettacoli.

L’eccezionalità di questo programma è ancor più da sottolineare in quanto la manifestazione si svolge in un periodo fervido di iniziative ed appuntamenti culturali, che ci regaleranno in assoluto emozioni indimenticabili e suggestioni d’altri tempi. Siamo sicuri che saranno tre giornate piene ed intense, ma che non basteranno a gustare tutto il sapore di questa terra. La possibilità allora è di vedere le vostre redini che da sole riprenderanno quanto prima il viaggio verso Sansepolcro per vivere ancora momenti splendidi ed unici, ma non preoccupatevi, montate a cavallo, a guidarle potrebbe essere il vostro amico fantasma che avete incontrato in qualche castello.

  

Per info:

 

 

§         Ufficio Turistico 0575-740536

§         Nico Belloni 328-4354678

§         Gianluigi Savelli 348-6061487

§         Antonio Vaccarecci 368-3323661

§         UMBRIAEQUITAZIONE 075-8560191

DANILO BIANCHI ANALIZZA LA VITTORIA

La straordinaria vittoria elettorale conseguita con 2738 voti pari al 73,54% ci  riempie di soddisfazione. Un successo di grande portata che supera di oltre 23 punti percentuali quello del 2002. Siamo andati ampiamente oltre il risultato conseguito dall’Unione (60%) nelle elezioni del 2006 ricevendo consensi anche da aree politiche non di centro sinistra. Questo è un aspetto di grande rilievo poiché vuol dire che abbiamo amministrato veramente per tutti gli anghiaresi. La soddisfazione più bella è proprio quella di avere ricevuto il consenso di tante cittadine e cittadini che hanno espresso un generale appezzamento per il lavoro svolto in questi anni dalla mia amministrazione comunale. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto con il loro voto e rassicurare  quelli che non mi hanno votato perché sarò, come ho sempre fatto in questi anni, il Sindaco di tutti. Desidero inoltre sottolineare anche il grande apporto di tutti i candidati consiglieri e quello fornito da tutti coloro che hanno collaborato con me in questi anni di lavoro al servizio della nostra cittadina. Questo gratificante risultato ci incoraggia a proseguire nella nostra azione amministrativa  tendente a rispondere ai bisogni della gente cercando di interpretarne al  meglio i sogni, le speranze e i progetti futuri.

Grazie a tutti.

 

Il Sindaco di Anghiari

Danilo Bianchi

LETTERA APERTA AL CAVALIERE

Una volta c’erano i partiti e c’erano le ideologie. Una volta c’era la  lotta elettorale nel segno di quelle ideologie.

di Gino Dente

Ora dove sono i partiti ma, ancora peggio, dove sono le ideologie ?

Viviamo in un mondo in cui  “il potere”, “la poltrona” è il fine ultimo dei nostrani politicanti.

Con queste premesse non è che vogliamo fare “di tutta l’erba un fascio” ma credeteci, siamo molto avanti.

Basta seguire la “politica nazionale” per rendersi conto dell’anelito, quasi con la bava alla bocca, della conquista della poltrona.

E’ attuale il continuo “urlo” del Cavaliere che pretende le dimissioni del Governo per il semplice motivo che in elezioni amministrative il “suo gruppo di potere”, non qualifichiamolo come partito, ha riconquistato alcuni Comuni.

Già elezioni amministrative dove vengono premiati solo gli amministratori che hanno “ben governato”, senza distinzione di schieramento, dove la politica di partito, finalmente, conto poco o niente.

Si renderà mai conto che gli italiani vogliono solo il buon governo e non interessa loro la parte politica che lo esercita o le smanie della "prima donna"? !

 Illustre Cavaliere, cosa avrebbe dovuto fare Lei quando perdeva in continuazione e mai si dimetteva ?

VuoLe  un rinfresco di memoria ? Eccolo:

-Elezioni amministrative 2003 quando perde il governo di Pescara, Ragusa, Udine dopo che la parte avversaria aveva confermato: Pisa, Massa e La Spezia;

-Elezioni europee 2004 in cui le forze a Lei opposte arrivano al 46,1% superando la Sua coalizione ferma al 45,4%;

-Elezioni regionali 2005, banco di prova importante e la Sua coalizione vince in solo 2 Regioni (Veneto e Lombardia) mentre alla parte avversa vanno 12 Regioni;

-Elezioni comunali 2005 con risultati clamorosi a Lei avversi, li controlli;

-Elezioni politiche 2006: vittoria dei suoi avversari, certo di poco, ma grande vittoria di Prodi.

Pensiamo che un po’ di coerenza non farebbe male se vuole il bene dell’Italia e degli italiani.

LANZILLOTTA: ELIMINARE QUALCHE COMUNITA’ MONTANA

Il Ministro per gli Affari Regionali Linda Lanzillotta propone il "taglio" delle comunità montane per limitare i costi esagerati della politica.

"L’autonomia degli enti locali va difesa, ma nell’interesse dei cittadini, non per tutelare il ceto politico. La finalità dell’autonomia e’ il bene collettivo, mica quello degli amministratori, che si preoccupano di mantenere prerogative che hanno passato il segno. Tra al massimo un mese (cioè a metà giugno N.d.R.) porto in Consiglio dei ministri la legge sulla montagna con la razionalizzazione delle Comunità montane. Ma abbiamo iniziato da tempo, già con l’ultima finanziaria -conclude – dando agli enti locali obiettivi generale di risparmio, senza invadere le loro competenze. Facciano loro, ma facciano". (da www.regioni.it)

SPECIALE SANITA’ #1

La prima puntata dello speciale sulla Sanità in Valtiberina. Dal 1976 al 1995.

|> Anno  1976:

aperto il nuovo Ospedale di Sansepolcro

 

|> Anno  1980:                                               

giugno: chiuso il consorzio socio-sanitario e le strutture sanitarie. Costituzione USL 22

ottobre: chiusi gli ospedali di Anghiari e Pieve S.Stefano trasferendo le attività Ospedaliere nel nuovo Presidio di Sansepolcro

 

Questa scelta politica, di accorpare le attività ospedaliere in un unico ospedale di vallata, fu motivo di grande confronto tra amministrazioni locali e cittadini.

 

  • Nello stesso periodo furono riconvertite le strutture degli ex ospedali in residenze protette
  • Costituzione ex nuovo dei distretti territoriali di: Caprese Michelangelo, Badia Tedalda, Monterchi, Pieve S.Stefano, Anghiari, Sansepolcro dove venivano decentrate le prestazioni specialistiche più l’assistenza domiciliare.
  • Furono erogate sostanziose attribuzioni economiche per il presidio di Sansepolcro attraverso le competenze nazionali e Regionali.

 |> U.O e sezioni esistenti prima dell’accorpamento

 

ANGHIARI                         

 

Chirurgia                                                               

Medicina                                                                

Pronto Soccorso                                            

Radiologia                                                             

                                                                                          

PIEVE S.STEFANO                    

Chirurgia

Medicina

Pronto Soccorso

Radiologia

 

SANSEPOLCRO

Chirurgia con Ostetricia

Medicina con Pediatria

Pronto Soccorso

Radiologia

Laboratorio analisi

 

|> Ospedale di Zona Valtiberina Toscana

 

Furono resi autonomi e furono istituiti i servizi:

 

Ostetricia                                     
p. letto 16        Dott. Cascianini                                          

Pediatria                                                 
p.letto
6           Bartolomei

Centro trasfusionale                                              

                      Vannini

Ampliamento laboratorio di analisi                         

                       Mutti

Riabilitazione fisico-terapica  

                       Spini

Istituzione DEU  

p.letto 6           Rubechi

Ristrutturazione del pronto soccorso

Scuola infermieri

Medicina                                               

p.letto 24+24     Panerai

Chirurgia    

p.letto 24+24     Forconi

Anestesia  

                       Brandinelli

Emodialisi    

                       Nucci

Cardiologia 

                       Vannini Giorgio

 

                                

 Distretto via S. Di Tito

 

  1. SIM                                      Dott.Bondioli
  2. Medicina sportiva                    Pecchi
  3. Prevenzione                           Checcaglini
  4. Odontoiatria

 |> Chi erano i politici in carica?

 

1980 SINDACI

 

Comune di Anghiari              Giorni G.Franco

Comune di Pieve S.Stefano    Minelli Pietr

Comune di Sansepolcro         Del Furia Ivano

Comunità Montana               Goretti

 

1983/84

 

Presidente USL 22                Sarti Luigi  assessore C.M

Vice presidente                    Mercati G.Paolo

 

Comitato di gestione:

 

n° 8 di maggioranza: Sarti, Mercati, Menci, Donati Sarti, Vanni, Matterai, Buitoni.

N° 4 di minoranza   : Ricci, Galletti, maestro, Bianconi.

 

Successivamente: Commissario straordinario              Tavanti

 

1995: Legge Regionale 23 marzo n° 28  riforma e istituzione A.USL 8

 

1° Direttore Generale                        Dott. Giuseppe Ricci

COLAZIONE CON LE RINNOVABILI

La Fondazione Camera dei Deputati organizza un’interessante convegno sui rapporti tra economia e nuove fonti energetiche. Ospite Jeremy Rifkin, uno dei massimi esperti mondiali in materia.  

 

GLI INCONTRI DELLA FONDAZIONE

 

Il Presidente

della Fondazione della Camera dei deputati

Pier Ferdinando Casini

 

invita la S.V. all’incontro con

Jeremy Rifkin

 

che parlerà sul tema

“L’economia dell’idrogeno”

 

Sarà presente il

Presidente della Camera dei deputati

Fausto Bertinotti

 

martedì 5 giugno 2007, ore 11.00

Palazzo Montecitorio – Sala della Lupa

Ingresso principale R.S.V.P. 06 67606765

LO SAPEVATE CHE…

Bellezza…sotto ghiaccio. Con giornate così calde, di tutto abbiamo voglia fuorché di spalmarci qualche crema in faccia.

Un cubetto di ghiaccio sarebbe quello che ci vuole !

E chi ha detto che il ghiaccio non sia una cura di bellezza !?

In fondo sappiamo tutti che rassoda e … mantiene a lungo i cibi !

Perchè non dovrebbe fare altrettanto per la nostra pelle ?

Ecco allora una  ricetta a base di ghiaccio.

Unica accortezza: evitare sulla pelle con couperose.

Ghiaccio salato con un cucchiaio di sale marino integrato in un bicchiere d’acqua bollita, poi congelare.

E’ perfetto per pelle acneica e problematica, passare il ghiaccio sul viso insistendo sulle zone critiche, poi risciacquare con acqua fresca.

ALESSIO “MEGO”

Alessio l’aveva detto che ci si salvava !
Bravo Alessio! Non solo "mego", ma anche fulcro della "nouvelle vague" della dirigenza bianconera.
 
Con grande soddisfazione
Enrico Polcri

ESITO ELEZIONI AD ANGHIARI

Danilo Bianchi conquista 684 voti in più della precedente elezione e vola al 73,54%. Clicca QUI per vedere i risultati sezione per sezione con i raffronti rispetto alle comunali 2002

 

Servizio di Gino Dente

 

Un day after amaro, molto amaro quello che segue l’inizio delle consultazioni elettorali amministrative per il candidato sindaco e candidati consiglieri della lista n.1 (espressione CdL) a seguito della schiacciante vittoria della lista n.2, un plebiscito per Danilo Bianchi,

Tutto questo era nell’aria, anche se non in queste proporzioni, forse lo sapevano anche i componenti della lista n.1 “Libertà per Anghiari”se nella loro lettera presentata ai cittadini, a firma del candidato sindaco, si badi bene: ho detto lettera e  non un programma da contrapporre all’avversario, si leggeva:

“ Gli obiettivi comuni che legano la mia compagine sono quelli di voler continuare nelle opere ben avviate della precedente Amministrazione Comunale, di dare una svolta decisa e netta ad altre iniziative non altrettanto ben impostate, quelle cioè che necessitano di  modifiche formali e sostanziali, e di dare avvio a nuovi interventi necessari ma fino ad ora ignorati.”

 Ed ancora: “Non è mia intenzione annotare in questa fase solo e soltanto le cose non fatte o quelle fatte male da parte dell’attuale amministrazione di centro-sinistra, anzi, mi piace dare atto correttamente delle cose buone emerse in questi ultimi anni. E’ così che ricordo volentieri alcuni investimenti importanti soprattutto nel comparto lavori pubblici.”

“Non entrerò nemmeno nei meriti dei finanziamenti reperiti per la realizzazione delle opere pubbliche realizzate; sono stati utilizzati infatti, in parte fondi della Comunità Europea, in parte fondi nazionali messi a disposizione a seguito di calamità naturali, in parte ancora fondi dell’Amministrazione Comunale provenienti quasi esclusivamente dalle “multe per eccesso di velocità”. Non mi sento nemmeno di affermare che una Amministrazione diversa avrebbe fatto meglio o peggio, lasciando su queste argomentazioni il necessario e corretto beneficio del dubbio. Chissà!!!”

Come potete leggere sono quasi ‘velati elogi’, ma anche tanto ‘livore’ da interpretare tra le righe,  all’Amministrazione  espressione della lista n.2 “L’Unione per Anghiari” e, se c’era qualche cosa di fatto male : “..Troppe volte, infatti (scrive ancora  il candidato avversario di Bianchi), sono stato spettatore di scelte che le passate Amministrazioni di centro-sinistra hanno sostenuto soltanto per disposizioni provenienti dalle rispettive segreterie di partito, decisamente in contrasto con i reali interessi della collettività locale.”

A questo punto ci prendiamo, dovendo far cronaca vera, la facoltà di fare un’osservazione:

E’ giusto che le segreterie provinciali o regionali non debbano pretendere che le loro disposizioni siano leggi per quanto concerne l’amministrazione locale però, onestamente, la composizione della lista n.1, da dove è piovuta? Chi l’ha imposta ?

Gli anghiaresi, ne siamo certi, anche per aver letto la lettera-programma della Lista n.1, hanno espresso il loro voto elettorale in questi termini:

Lista nr.1:     Voti    985 pari al 26,46%

Lista nr.2:     Voti 2.738 pari al 73,54%

IL PROF. DANILO BIANCHI E’ CONFERMATO SINDACO DI ANGHIARI

IL PRESIDENTE CIMINO RINGRAZIA

Lettera del presidente bianconero alla città, ai tifosi e agli organi di informazione

Sansepolcro, 28 maggio 2007

Un’atmosfera surreale.
Il Sansepolcro Calcio e lo Stadio Buitoni un tutt’uno con la Città.
Noi avevamo già ottenuto la nostra vittoria: da poche settimane avevamo ripreso la Società, ottenuto 25 punti, cambiato la mentalità dei giocatori, ricreato i giusti stimoli nei collaboratori, creato il Sansepolcro Village, ricominciando a coinvolgere la Città nei nostri progetti.
Abbiamo dato anima e cuore al Sansepolcro, abbiamo già vinto.

Sia ospiti che tifosi bianconeri insieme sugli spalti, una grande ed unica partita sia per il risultato in campo che sulle gradinate.
Abbiamo vinto sia in campo che sugli uomini, toccando fino in fondo le corde delle emozioni: dai giocatori alle signore dello stand che, a fine partita, sui volti esterrefatti avevano lacrime di gioia. Nel mondo del calcio si premia il cuore ed è per questo che questo meraviglioso campionato, tra mille difficoltà, ci ha unito, facendoci riscoprire i valori dell’amicizia, facendoci sentire un’unica grande squadra di uomini sia in campo che fuori dal campo.

Ringrazio in maniera particolare il Presidente della Sestese Filippo Giusti per aver sottolineato il giusto spirito che deve animare il mondo del calcio e dello sport, un esempio da seguire a da imitare per il futuro.

Ringrazio il meraviglioso pubblico del Buitoni, il vero dodicesimo uomo in campo e mi auguro che tutto questo diventi la giusta prerogativa per il nostro futuro, per vivere insieme emozioni come quelle vissute in questi ultimi mesi.

Infine, scusatemi e non me ne vogliate, questa vittoria la dedico a mio fratello, che nella sua vita aveva sempre messo al primo posto i valori dell’amicizia e del coraggio di credere in quello che si fa.

Sansepolcro Calcio – il Presidente Domenico Cimino.

DANILO BIANCHI RIELETTO CON IL 73,54% DEI VOTI

Il Sindaco uscente ottiene 2.738 voti, lo sfidante Redenti (CdL) si ferma a 985.

PAZZO PAZZO BORGO!

Il Sansepolcro Calcio vince all’ultimo secondo contro la Sestese (4-3) e resta in serie D (video!)

Altri video e servizi su www.sansepolcrocalcio.it

di Mirco Giubilei

 

Saranno ancora i campi della serie D ad ospitare le partite del Sansepolcro Calcio nella prossima stagione, la 14° consecutiva. Questo il verdetto al termine di una partita assolutamente indimenticabile. Parte male, anzi, malissimo per i bianconeri di mister Schenardi. Una sfortunatissima deviazione di Morvidoni in occasione di un calcio d’angolo regala ai rossoblu fiorentini il vantaggio al 20’ e al 32’ dopo su una magistrale azione di contropiede la Sestese riesce a liberare al tiro il proprio bomber Fabbri…nulla da fare per il giovane portiere Pellegrini che sostituiva lo squalificato (anche se non si è ancora bene capito perché…ma ormai è acqua passata) Rosario Niosi.

I bianconeri non si rassegnano e trovano un bel gol, grazie a un cross a rientrare dalla sinistra di Michael Venturini corretto in rete magistralmente da Diego Calderini.

Si andava dunque al riposo sul 2-1. Ci si aspetta subito una reazione dal Sansepolcro, ma ad inizio ripresa la Sestese sigla addirittura il gol del 3-1 ancora con Fabbri che nell’occasione strattona oltre il lecito un difensore bianconero. La Sestese cerca di far trascorrere il tempo e l’arbitro, il pessimo Corradini di Macerata, da una mano agli ospiti.

Al 7’ della ripresa il Sansepolcro effettua quello che sarà il suo unico cambio: fuori Bruni, dentro Ganje. Proprio il giovanissimo coloured diventa protagonista quando ormai tutto o quasi sembra perduto. Percussione dell’inesauribile Essoussi sulla destra, cross al centro e guizzo di Ganje sotto porta. E’ il 2-3, mancano ancora 18 minuti più recupero, la rimonta non è impossibile. Il Sansepolcro va subito vicinissimo al pareggio, ma Essoussi spara alto da pochi passi. Non si scompongono i bianconeri e continuano ad arrembare con veemenza.

La Sestese continua a perdere tempo e un paio di atterramenti in area rossoblu sono dubbi. Schenardi protesta e viene espulso per l’ennesima volta in questa stagione. “Stavolta me lo sono meritato” dirà a fine partita.

C’è solo una squadra in campo ormai, la Sestese è in pieno marasma e sostituisce Gattulli, entrato appena 16 minuti prima, con Rossi. E’ ancora Venturini a fornire la pennellata di classe, corre sulla destra e mette al centro un cross bellissimo per Morvidoni che si fa dunque perdonare con gli interessi lo sfortunato autogol.

Mancano 5 minuti. Il pubblico è ormai il dodicesimo uomo in campo, il Buitoni si trasforma in una bolgia e negli occhi dei giocatori della Sestese inizia ad affacciarsi la paura di subire una beffa tremenda. Scade il 90°, l’arbitro Corradini concede 4 minuti di recupero, una miseria se si considera il tempo perso e fatto perdere.

Siamo al 91’, tutto il Buitoni in piedi come a partecipare, anche fisicamente, allo sforzo dei ragazzi di mister Schenardi. E’ il momento degli uomini di carattere, dei veri campioni.

Angolo di Ceccagnoli, caos nell’area della Sestese e Massimo Pazzaglia ci mette il suo piede mancino: gol!E’ il delirio assoluto sugli spalti, il Sansepolcro resta in serie D!

 

Salvi dopo una stagione a dir poco travagliata. La durissima contestazione a Giuliano Sili, l’interregno di Mori fino all’arrivo di Cimino, terzo presidente in un anno. Salvi dopo mille torti arbitrali, dopo mille ingenuità causate dalla giovane età media dei ragazzi bianconeri pagate spesso a caro prezzo pur a fronte di ottime prestazioni.

Il Sansepolcro ha strameritato la salvezza! E’ stato il successo di un gruppo che ha saputo tirar fuori quell’orgoglio biturgense che qualcuno riteneva ormai perduto, affogato nelle influenze amaranto. Ha vinto il Sansepolcro dei giovani, il Sansepolcro dei “borghesi”. E’ stata anche la vittoria di Sauro Giorni, di Alessio Scarscelli, di Properzio Faraglia, di Ivano Becci, di mister Falcinelli, di Claudio Mirabucci e di tutti coloro che, collaborando con loro, hanno saputo restituire la squadra alla città. Una città che ha risposto in massa ieri, riempiendo le gradinate del Buitoni nonostante il maltempo.

 

Nel video le voci (confuse ovviamente) di una partita incredibile, anzi, come ha scritto Alessio Scarscelli, increDibile. Con tanto di festeggiamenti finali negli spogliatoi!

UN ATTO DI CIVILTA’ E DI DECORO

Il nuovo regolamento per la Tutela del Decoro e dell’Igiene Urbana ed Ambientale stabilisce norme precise relativamente alla conduzione di animali su suolo pubblico

 

CONDUZIONE DI ANIMALI

 

L’ Amministrazione Comunale di Sansepolcro ricorda che l’Art. 40 del Regolamento per la Tutela del Decoro e dell’Igiene Urbana ed Ambientale, approvato con delibera del Consiglio Comunale n°76 del 24 novembre 2006, stabilisce le regole per la conduzione di animali su suolo pubblico o di uso pubblico quali strade, piazze, marciapiedi, aree a verde ecc.

Coloro che conducono animali devono adottare ogni cautela per evitare che gli animali medesimi sporchino il suolo. I conduttori sono tenuti a munirsi di apposita attrezzatura, sacchetti, palette, ecc., per l’immediata raccolta delle deiezioni e il deposito nei contenitori per la raccolta dei rifiuti urbani, nonché a provvedere alla immediata pulizia dell’area sporcata.

Si ricorda anche che con Ordinanza sindacale  N° 150 del 27 ottobre 2001, è interdetto l’accesso ai cani, anche se accompagnati, nei seguenti parchi pubblici: Campaccio, Viale Pacinotti, Viale A. Volta, Via XXV Aprile – Via del Prucino, Viale A. Diaz, Via Marconi, Parco delle Rimembranze (Viale L. Fatti), Giardino Piero della Francesca, Santa Fiora e Gricignano. E’ inoltre interdetto l’accesso agli animali nelle aree dove sono soliti stazionare i ragazzi: Piazza Santa Chiara (ingresso Scuola elementare E. De Amicis), Via del Campo Sportivo (ingresso Scuola Media Unficata), Piazza San Francesco (ingresso Istituto d’Arte Giovagnoli, Piazza Dotti, (ingresso Scuola Media Unificata), Galleria Autostazione (Via Marconi – Via G. Bruno) Via Piero della Francesca( ingresso ITC Luca Pacioli), Via Mordaci (ingresso Asilo Nido). Ai proprietari degli animali che fossero rilevati all’interno delle aree sopra elencate, sarà comminata, da parte degli organi comunali di vigilanza (Polizia Municipale) la sanzione amministrativa pecuniaria da 25.00 a 500.00 Euro.

ANGHIARI: PLEBISCITO PER BIANCHI

Dai primi dati in nostro possesso si annuncia un successo schiacciante per il sindaco uscente

 

Danilo Bianchi si avvia verso una nettissima conferma a Sindaco di Anghiari. Nelle due sezioni finora scrutinate percentuali già plebiscitarie per il primo cittadino uscente.

Nella sezione 2 (centro Storico) Bianchi ha ottenuto 357 voti contro i 198 dello sfidante Redenti della CdL.

Letteralmente “bulgaro” l’esito della sezione 7 (San Leo) storicamente “rossa”, ma oggi praticamente bordeaux. A fronte di circa 100 votanti in meno rispetto al 2002, Bianchi guadagna circa 120 voti e chiude a quota 436 contro gli 80 di Redenti.

In serata pubblicheremo i risultati definitivi, sezione per sezione, con tanto di raffronti con le elezioni precedenti.

IL PALIO DEI…CESTELLI

Trionfo dei balestrieri di Sansepolcro nel Palio di Gubbio

Per la seconda volta consecutiva i balestrieri di Sansepolcro espugnano Gubbio, "vendicando" il successo degli umbri nel Palio biturgense di settembre. Una vittoria "formato famiglia", con Alessandro Cestelli primo ed Enzo Cestelli terzo. Secondo l’eugubino Giuseppe Fioriti.

———————-

il Comunicato del Presidente del Consiglio Comunale di Sansepolcro, presente alla manifestazione:

Ogg.: Palio: Congratulazioni dell’Amministrazione Comunale. di Sansepolcro alla Società Balestrieri.

 

Si è svolto ieri a Gubbio il tradizionale Palio della Balestra, sfida dal sapore medievale fra i balestrieri di Sansepolcro e quelli della Città eugubina. Vincitore del Palio il biturgense Alessandro Cestelli, che dopo 11 anni torna a trionfare, al terzo e quarto posto ancora due nostri rappresentanti, Marco Bellanti e Enzo Cestelli. A rappresentare il nostro Comune, il Presidente del Consiglio Gianluca Enzo Buono: “E’ stato un enorme piacere vivere questa giornata insieme ai nostri portacolori tutti, dalla sfilata di apertura, ai festeggiamenti della serata, il tutto in uno spirito di fratellanza con gli amici, avversari, eugubini, con la consapevolezza reciproca di dar vita attraverso il Palio ad un evento unico, caratterizzante del nostro passato e presente. Il nostro Paese possiede nelle esperienze, nelle conoscenze, nelle arti che emergono dal passato, un enorme bagaglio, tutti noi siamo quindi chiamati a rispondere ad una grande sfida, valorizzandole e accompagnandole nella modernità.

Credo che a questa sfida risponda al meglio la Società Balestrieri Sansepolcro, guidata dal Presidente Federico Romolini, il quale sta lavorando a iniziative di grande respiro, a cui va tutta la stima e l’appoggio del Sindaco Franco Polcri e di tutta l’Amministrazione. Complimenti vivissimi –conclude Buono- al vincitore Alessandro Cestelli, un vivo ringraziamento a tutta la delegazione biturgense.”

Navigazione articolo