Archivio del Fendente

2007-2011

SANITA': I POLITICI LOOCALI COSA FANNO ?

 “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti” così recita l’articolo 32 della nostra Costituzione.

   Il Governo Prodi nell’ultima Finanziaria decise un ticket di 25 euro per il Pronto Soccorso, una misura decisamente impopolare.

   La Regione Toscana decise di applicare un ticket meno oneroso, di 10 euro, per ogni visita senza tuttavia fare distinzione tra esenti e non esenti. L’esperimento è durato solo cinque mesi ed ha visto circa due milioni di ricette staccate

Ora, dopo aver incassato ben oltre 20 milioni di euro, la regione Toscana ha deciso di cambiare. Dal 1° agosto il ticket per i codici bianco e azzurro sale infatti a 25 euro. Un bel salto, rispetto ai 10 euro richiesti finora, anche se riguarda solo i pazienti non esenti. Nessuna spesa invece per gli esenti (malati cronici, redditi bassi e over 65), come per i bambini fino a 14 anni. La "stangata" per i non esenti però non si ferma al ticket: in caso di accertamenti diagnostici (come ecografie e radiografie, mentre gli esami di laboratorio sono compresi nella prima quota) si dovranno pagare altri 25 euro, per un totale di 50 euro

   Quindi la beffa è completa soprattutto in questa parte della Toscana: la Valtiberina dove,senza Guardie Mediche o quasi, i cittadini devono andare al Pronto Soccorso e devono pagare. Con buona pace dell’equità e della solidarietà sociale.

Una domanda è lecita, la riformuliamo per l’ennesima volta: “ Ma i nostri politici locali con in testa il Presidente della Conferenza dei Sindaci, cosa fanno ? Non possono pensare solo a Piero della Francesca, alle manifestazioni culturali, ai salotti bene.

Comunque siamo sicuri, purtroppo, , noi della Redazione de il "fendente" che anche questa volta non ci sentiranno poiché sono tanto “altezzosi” che non ascoltano i dissapori dei cittadini e non leggono quello che i cronisti, in modo esatto, fanno loro sapere.

Ma non ci arrenderemo, non ci tapperanno la bocca, nè ci toglieranno la penna.

gd

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: