Archivio del Fendente

2007-2011

SANSEPOLCRO E LA RETE DELLE ELISUPERFICI

COMUNICATO  STAMPA

 

Taglio del nastro per la nuova centrale operativa del 118. La palazzina autonoma, al centro dell’area di accesso del pronto soccorso, e della pista per elicotteri. Tecnologie d’avanguardia. I numeri della attività di un servizio essenziale.

 

AREZZO –  Al San Donato, è entrata in funzione la nuova centrale del 118, collocata in un nuovo edificio realizzato fra il pronto soccorso e l’elisuperficie. E’ dotata di soluzioni tecnologiche avanzate, dimensionate per supportare i processi di gestione del servizio di intervento di emergenza/urgenza, di gestione di trasporto sanitario secondario e di continuità assistenziale.

Tecnologie d’avanguardia

Sono state realizzate una serie di infrastrutture tecnologiche che pongono la Centrale Operativa 118 di Arezzo all’avanguardia nel panorama nazionale: c’è un doppio collegamento in fibra ottica a 10Gbps, con percorsi separati, che connette l’edificio 118 alla rete aziendale, una doppio dorsale telefonica tra il centralino del Presidio Ospedaliero ed il centralino del 118 (una garanzia in caso di guasti di ogni genere).

La nuova centrale 118 è connessa a due diverse centrali di Telecom Italia per garantire l’affidabilità della rete anche nelle emergenze. Con le linee digitali ISDN gli operatori sono in grado durante la chiamata di  identificazione il numero del  chiamante.

La nuova struttura occupa un’area complessiva di 390 mq, disposti su due piani.

Al primo piano è collocata la centrale operativa vera e propria, oltre ad una stanza attrezzata per le maxiemergenze, una tisaneria, un bagno per portatori di handicap ed uno per il personale, quattro uffici uffici; al secondo piano c’è una sala per le esercitazioni, un deposito, uno spogliatoio, un bagno e la zona CED (centro elaborazione dati).

Il costo di realizzazione della nuova centrale è stato di  600mila euro, a cui vanno aggiunti ulteriori 770mila euro per l’acquisto del nuovo sistema software per la gestione della centrale, integrato con cartografia e con il sistema radiotelefonico.

La dotazione organica della nuova centrale è invariata rispetto alla situazione precedente (in tutto 20 unità tra medici, infermieri ed operatori tecnici). Ma presto, con la riorganizzazione dei servizi territoriali dell’emergenza, si prevede l’attivazione di una nuova ambulanza infermierizzata, per la quale saranno assegnate sei ulteriori unità infermieristiche. 

La rete delle elisuperfici

ELI7[1]A completamento del sistema di emergenza-urgenza territoriale, nei prossimi mesi sarà messo mano alla rete delle infrastrutture per l’atterraggio degli elicotteri. L’Azienda Sanitaria, in accordo con le conferenze dei sindaci e la Regione, ha infatti deciso di realizzare e completare la propria rete per l’elisoccorso, composta da otto postazioni.

Di queste, alcune esistono già, ma hanno bisogno di adeguamenti, soprattutto per il volo notturno (San Donato di Arezzo, Gruccia in Valdarno, Sestino e Sansepolcro). Altre sono da realizzare di sana pianta (Bibbiena, Stia, la Fratta di Cortona e Badia Tedalda).

I numeri di attività

Nel corso del 2006 sono stati soccorsi 25.957 pazienti (11.685 maschi e 14.272 donne). Le chiamate che sono state seguite dall’invio di un mezzo di soccorso sono state 24.960, così ripartite per livello di gravità: 3.274 codici rossi, 12.374 codici gialli, 10.146 codici verdi e 193 codici bianchi.

La maggior parte degli interventi è stata fatta al domicilio degli utenti (15.911). A seguire, gli interventi sulla strada (3.676), quegli negli uffici e nei pubblici esercizi (2.958), in altri luoghi (2.693), nei luoghi di lavoro (346), negli impianti sportivi (216) e nelle scuole (157). La fascia di età che è stata soccorsa con maggiore frequenza è quella compresa tra 15 e 60 anni (14.979), seguita dagli ultra sessantenni (7.604). 550 sono i pazienti trovati deceduti al momento dell’intervento.

AZIENDA USL 8 – AREZZO                              Arezzo, 14 dicembre  2006

Informazione, Comunicazione e Marketing

Via Curtatone, 54 – 52100 Arezzo

Tel. 0575.254109 – fax 0575.254160

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: