Archivio del Fendente

2007-2011

Archivi per il mese di “giugno, 2009”

Lettera aperta sulla Sanità in Valtiberina Toscana

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Al sindaco prof. Franco Polcri Presidente della Conferenza dei Sindaci della Valtiberina Toscana

e, p.c.

Al dott. Danilo Bianchi sindaco del Comune di Anghiari

Al prof. Giampiero Giuliani presidente del Comitato per la salvezza dell’Ospedale di zona

 

img036pag.5 del suo programma elettorale.

Così si leggeva nel programma elettorale del sindaco Polcri . Certo la colpa di “una insipiente e antipopolare politica….” ma, ci conceda di aggiungere che Lei e la sua amministrazione non è da meno.

Infatti tanto per fare un continuo al ‘punto nascita’, NON esiste più nemmeno la possibilità di un celere intervento, in caso di necessità, di un “pediatra”.

Passi, anche se a malincuore il “veto” di poter nascere in Valtiberina Toscana, ora viene a mancare anche la possibilità dell’assistenza di un pediatra nel caso di necessità.

Sabato 20 giugno alle ore 19 circa, una mamma di una neonata (due mesi) si accorge che la piccola ha la ‘varicella’.

Ha due mesi di età però, quindi è meglio che chiami il reparto pediatria dell’Ospedale dove la piccola,  per colpa di certa politica nostrana, è nata  in altra Regione.

La risposta che fa rimanere senza fiato è: “Non la porti in reparto poiché infetta tutti” ; allora quella mamma tenta all’Ospedale di zona di Sansepolcro: il pronto soccorso.

Questa la risposta: “…non c’è il pediatra, porti la bambina ad Arezzo, al reparto infettivi”: Provocherebbe il desiderio di telefonare a certi politici e, perché no anche a Lei prof. Polcri, sindaco di Sansepolcro dove ha sede quello che è rimasto dell’Ospedale di zona, o a qualcuno della sua squadra ma siamo sicuri che "a noi" sbatterebbe il telefono in faccia.

La conclusione è stata la chiamata del “medico di guardia” che per fortuna non era fuori Pieve S.Stefano e quindi nel minor tempo possibile è arrivato in Anghiari dopo essersi dati appuntamento per poter raggiungere l’indirizzo esatto.

Anche per la Guardia Medica tolta ad Anghiari (6.000 ab.), cosa ha fatto presidente ?

Si è comportato come il presidente della C.M. in Consiglio provinciale con la sua interrogazione sull’argomento che quando venne discussa nè lui, nè gli altri consiglieri del suo partito si presentarono in aula.

Ora Le chiediamo, noi del Fendente per conto dei cittadini che vogliono risposte che continua a non dare:

Se non se la sente di poter assolvere al compito di presidente della Conferenza dei Sindaci, lasci che a turno possano anche gli altri sei sindaci del comprensorio occupare una simile presidenza.

Non cerchi solo i consensi sotto forma di applausi perché da questi cittadini non li avrà”.

La notizia anche al Sindaco di Anghiari che immaginiamo si farà sentire in occasione della visita del nuovo presidente della USL 8, sempre che sia stato avvisato, ed al  presidente del comitato per la salvezza dell’Ospedale.

gd

 

Anghiari: Emergency ringrazia .

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Contributo per Emergency

“Grazie per averci aiutato a portare ai bambini della repubblica africana e ai pazienti cardiopatici di questo paese una speranza di cura e la possibilità di una vita migliore”. Così Davina Leonzi, responsabile dell’ufficio progetti di Emergency, nota associazione umanitaria nazionale, ringrazia l’amministrazione comunale di Anghiari per il contributo che la stessa ha devoluto al centro di cardiochirurgia Salam, a Khartoum in Sudan. “Un atto di solidarietà dovuto – spiega il sindaco Danilo Bianchi – poiché con i soldi raccolti durante l’iniziativa Mani amiche – un filo d’amore abbiamo aiutato alcuni bambini che vivono in condizioni di salute al quanto precarie. Non è un caso che, secondo il rapporto del programma delle Nazioni Unite – continua Bianchi – la repubblica centro africana, tra cui viene compreso anche il Suda, le aspettative di vita si aggirano intorno ai 44 anni di età con un tasso di mortalità infantile  di 115 bambini ogni 1000 nati. Situazioni drammatiche, queste, che costringono a profonde riflessioni, per questo spero che il comune di Anghiari sia sempre in prima linea su temi così delicati”.

Sansepolcro: “povera sanità“, altre difficoltà

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Lettera aperta diretta  al Presidente della Conferenza dei Sindaci: prof.Franco Polcri

e, per conoscenza, al Sindaco di Anghiari: dottor Danilo Bianchi.

 

Una domanda, anzi due nascono spontanee e le rivolgiamo al Presidente della Conferenza dei Sindaci. Le domande riguardano la Sanità.

1 – Lo sapeva che da un po’ di tempo i “vaccini obbligatori e non” vengono fatti solo all’Ospedale di zona di Sansepolcro ?

Può andar bene per un giovane, un adulto ed anche anziano però, mi conceda farLe notare che: anche i neonati debbono attenersi a tale direttiva, vale a dire che (tralascio Anghiari e Monterchi che distano pochi minuti d’auto) Pieve S.Stefano, Caprese Michelangelo, Badia Tedalda e Sestino debbono per forza recarsi a Sansepolcro.

Le sembra giusto nei confronti di un neonato ? O forse non ci aveva fatto caso dal momento che non è stato mosso ‘un dito’ contro la chiusura del punto nascita e quindi di ‘neonati dalla Valtiberina’ non essendocene (e non per colpa nostra),  nessuno parla più ?

Ci pensi signor sindaco e dica ai lettori come si muoverà (ma non prometta d’incatenarsi).

2 – Se un abitante di Anghiari ha bisogno di prenotare una visita specialistica o un esame al CUP: il lunedì e venerdì troverà chiuso perché l’operatrice deve andare a sostituire in altra località la collega che andata in pensione non è stata sostituita. Insomma oltre al naturale sabato e domenica, ora è chiuso anche il lunedì ed il venerdì.

Tutto normale vero Presidente della Conferenza dei Sindaci ?

Sa cosa Le suggeriamo ? Conceda un po’ la “presidenza”, a turno, ad ogni sindaco del comprensorio. Troppi impegni forse la distraggono, eppure quando vuole lascia l’incombenza che dovrebbe essere solo sua ad altri, come al suo vice il 13 maggio 2009 (o gliel’hanno eseguita a sua insaputa o sottratta ?).

gd

Al Sindaco Franco Polcri dal direttore del “Fendente”

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

mini-Img 010Si è alzato il sipario e la “scena” è apparsa molto deludente, è sì, Lei signor Sindaco mi ha fatto mancare il “piacere” della Sua firma.

Mi spiego, come saprà dal momento che  era presente, che con “delibera di Giunta” nominaste un avvocato al fine di sporre  esposto-querela per diffamazione a mezzo stampa, in danno dell’amministrazione di Sansepolcro, nei miei confronti.

Non stò a parlare del fatto, sarà il “giudizio” con la Sua decisione a stabilire la “verità”; aspettavo e non aspettavo (sono sincero) quindi,  serenamente e cosciente di avere esercitato un “dovere giornalistico” ma, come sopra accennato NON è apparsa la Sua firma come “capo di una Amministrazione” che si sente diffamata,  bensì quella del vicesindaco signor Mercati che in data 13.05.2009, evidentemente sostituendola, ha sporto denuncia presso il Comando CC. di Sansepolcro per conto dell’Amministrazione  rendendomi così: “indagato ai sensi dell’art.595/3° comma c.p. (diffamazione a mezzo stampa).

Penso che un “capo di un’amministrazione” in atti importanti, e anche questo è importante, mai si dovrebbe far sostituire dal suo vice ma dovrebbe essere in prima fila.

Sindaco Polcri, eppure sabato 16 maggio, dinanzi a S.Chiara, verso le 21,00 avemmo un colloquio e Lei non sapeva che qualcuno già dal 13  aveva sporto denunzia nei miei confronti, oppure lo hanno tenuto all’oscuro ?

Forse, nel ricordo della mail che mi inviò elogiando il mio operato di “giornalista” per come intendevo ed intendo il “giornalismo” incoraggiandomi a non cessarlo, si è sentito a disagio nei confronti di un Suo ex compagno di classe all’Istituto Magistrale ed ha inviato altra persona al Suo posto per fare la querela?

Si è fatto sostituire ?

Tanto Le dovevo dal momento che quella delibera con su scritto il mio nome e cognome, accusato di “aver diffamato codesta Amministrazione”, la teneste affissa per 15 giorni nella bacheca di Palazzo delle Laudi.

Prof.Polcri, Le auguro buon lavoro.

Gino Dente

Direttore del Fendente

Elezioni: notizie ANSA in tempo reale

2009-06-07 23:19
EUROPEE: BENE SARKOZY IN FRANCIA, GIU’ MERKEL E ZAPATERO
BRUXELLES – Il Ppe si conferma il primo gruppo al Parlamento europeo con 263-273 seggi, mentre il gruppo dei socialisti subisce un forte ridimensionamento attestandosi, nelle prime stime a 155-165 seggi. Buona affermazione dei Verdi che si aggiudicano 52-56 seggi.
Il terzo gruppo, al momento, e’ quello degli ‘altri’ che nelle prime stime si attesta su 83-89 eurodeputati e che contiene tutti i partiti che al momento non hanno scelto una collocazione nelle formazioni attualmente esistenti all’Europarlamento, come il Pd, i conservatori britannici e varie formazioni di estrema destra. I liberaldemocratici si attestano a 78-84 eurodeputati, il gruppo di destra Unione per l’Europa delle Nazioni (Uen) a 33-37, gli euroscettici di Ind Dem a 15-19 e la sinistra europa (Gue) a 33-37. Il raffronto con la precedente legislatura e’ reso difficile dal fatto che c’erano 783 eurodeputati rispetto ai 736 che andranno a sedersi nella nuova assemblea di Strasburgo. Il parlamento uscente aveva 288 deputati del Ppe, 215 del Pse, 100 liberaldemocratici, 44 dell’Uen, 43 dei Verdi, 41 della Gue, 22 degli Ind Dem e 30 non iscritti.

FRANCIA,  EXIT POLL: IN TESTA PARTITO SARKOZY
Arriva nettamente in testa il partito del presidente Nicolas Sarkozy al voto per le Europee, severa sconfitta per il partito socialista di Martine Aubry, grande successo dei Verdi di Daniel Cohn-Bendit. Secondo i primi exit poll, l’ Ump è al 28%, un risultato "al di la’ delle speranze", dice il segretario del partito Xavier Bertrand, mentre il premier Francois Fillon parla di "ottimo risultato della maggioranza". Crollo dei socialisti – dati fra il 16,4 e il 17,5% – sotto quella soglia del 20%, definita destabilizzante per il partito. I socialisti parlano di "delusione" per il voto, di un partito "indebolito" dalle tante divisioni, a partire da quella che ha visto a lungo l’una contro l’altra l’ Aubry e l’ex candidata all’Eliseo Segolene Royal. Il partito socialista e la lista verde Europe Ecologie, guidata da Daniel Cohn-Bendit, avrebbero lo stesso numero di voti e di seggi, secondo gli ultimi exit poll sul voto per le Europee in Francia. I due partiti otterrebbero il 16% di voti, e 14 seggi ciascuno.

GERMANIA: SCENDE CDU/CSU, SPD AL MINIMO STORICO

L’Unione (Cdu/Csu) della cancelliera tedesca Angela Merkel (Cdu) si conferma la prima formazione politica in Germania, ma perde 6,3 punti rispetto al 2004, e i socialdemocratici della Spd registrano un nuovo minimo storico al 21,1%: la Grande Coalizione soffre alle europee 2009, che vedono avanzare ancora i liberali della Fdp, con i quali la Merkel spera di formare una nuova alleanza dopo le politiche di settembre. Il voto, secondo le proiezioni diffuse dall’emittente Zdf, vede una Cdu/Csu indebolita con il 38,2% (44,5% nel 2004) e una Spd sempre più in basso, -0,4 punti in meno rispetto al 21,5% del 2004, mentre guadagnano terreno gli altri principali partiti: i Verdi si confermano al terzo posto con il 12,2% (+0,3 punti), i liberali volano al 10,3% (+4,2) e Linke sale di 1,2 punti al 7,3%. Secondo queste proiezioni, la Cdu/Csu avrebbe 43 seggi (-6), la Spd 23 (invariata), i Verdi 14 (+1), la Fdp 11 (+4) e la Linke 8 (+1).

La Merkel, che si aspettava lo scivolone della Cdu/Csu e l’ascesa della Fpd (le previsioni davano rispettivamente il 39% e il 10%), già pensa alle politiche del 27 settembre: "Siamo nel mezzo di una crisi economica mondiale – ha detto alla Bild am Sonntag prima del voto -. Da questa depressione, possiamo uscire al meglio con un governo di coalizione tra Unione ed Fdp". Un’eventuale futura coalizione, questa, che nei piani della Merkel dovrebbe sostituirsi a quella attuale con la Spd: "Unione ed Fdp vogliono dare nuovi impulsi alla crescita economica – ha sottolineato la cancelliera -. Mentre l’Spd presta troppo poca attenzione agli aspetti economici". Tuttavia, Cdu/Csu e Fdp si fermerebbero insieme al 48,5% e non avrebbero quindi i numeri per escludere la Spd. L’affluenza, inoltre, è stata del 42,5% (64,3 milioni di elettori aventi diritto), in lieve calo rispetto al 43% del 2004 (45,2% nel 1999) e il peggior risultato dal Dopoguerra. Per il momento, i liberali non commentano le parole della Merkel e si concentrano sul voto europeo: "La Fdp ha conseguito il miglior risultato di sempre nelle elezioni europee", ha detto Guido Westerwelle, segretario generale del Partito. "Con queste elezioni, i cittadini hanno rafforzato i partiti di centro – ha proseguito -: un segno per le prossime elezioni politiche e anche per la crescita della Fdp in Germania". La Spd, invece, si lecca le ferite: "I risultati sono peggiori di quello che ci aspettavamo", ha detto Franz Muentefering, segretario generale del Partito, commentando gli exip poll delle 18:00, che davano un dato molto simile a quello preliminare di questa sera. Con un’affluenza così bassa, gli analisti politici non si avventurano in previsioni per le politiche, ma sembra che la strada del vice cancelliere tedesco e candidato di punta della Spd – Frank-Walter Steinmeier – verso la cancelleria, sia sempre più in salita.

SPAGNA, ZAPATERO SCONFITTO
Il Partido Popular (opposizione) ha battuto il Psoe del premier José Luis Zapatero con il 42,03% contro il 38,66% in base ai risultati parziali (all’89%) letti dalla vicepremier Maria teresa de la Vega.
Il Partido Popular ottiene 23 seggi su 50 contro 21 al Psoe. La coalizione Ceu (nazionalisti moderati) conquista 2 seggi con il 4,88%, come pure la coalizione di sinistra Izquierda unida-Verdi, con il 3,78%. La coalizione nazionalista di sinistra Edp-V e il piccolo partito centrista Upyd ottengono un seggio con rispettivamente il 2,62% e il 2,86%. L’affluenza alle urne è stata del 45,81%, analoga a quella del 2004. Nel 2004 il Psoe aveva vinto le elezioni europee con il 43,46% davanti al Pp con il 41,21%.

PORTOGALLO, BENE IL CENTRODESTRA
Il principale partito di opposizione di centrodestra in Portogallo è in leggero vantaggio nelle elezioni europee secondo i primi exit poll sul Ps del premier José Socrates. Per il sondaggio all’uscita dalle urne per la Tv privata Sic il Psd otterrebbe il 30-31% contro il 29-30% per il Ps. L’exit poll della Tvi assegna al Psd una forchetta dal 30,4% al 34,4% e del 24,1% al 28,1% al Ps, quello della Tv pubblica Rtp prevede per il Psd fra il 29 e il 34% e per il Ps fra il 28 e il 33%.

GRECIA, EXIT POLL: SI PROFILA VITTORIA SOCIALISTI
Netta vittoria in Grecia, secondo i primi exit polls, del partito socialista di opposizione Pasok che avrebbe tra il 37% e il 39% alle elezioni per il Parlamento europeo. Il partito conservatore Nuova Democrazia (Nd) del premier Costas Karamanlis avrebbe tra il 30,5% e il 33%.

DANIMARCA, EXIT POLL: AVANTI ESTREMA DESTRA-SINISTRA
In Danimarca, paese con 13 seggi al parlamento europeo, avanzano, secondo gli exit poll, due partiti agli estremi degli schieramenti di destra e di sinistra: il partito del Popolo Danese, nazionalista e xenofobo, e il Partito del Popolo Socialista. Entrambi conquisterebbero un seggio in piu’ ottenendone rispettivamente 2, con il 15,1% dei voti il primo e il 15% il secondo.
I socialdemocratici sono in forte calo ma resterebbero il primo partito del paese con il 22,3% e 4 seggi. La coalizione di governo liberali-conservatori otterrebbero il primo il 20,8% e il secondo l’11,6% mantenendo il primo tre seggi e il secondo uno.
Il Movimento del Popolo contro l’UE manterrebbe il suo unico seggio, con un 7% di voti.
Nessun seggio verrebbe assegnato, secondo gli exit poll, ai radicali, al Movimento di Giugno e ad Alleanza liberale.

ROMANIA, EXIT POLL: TESTA A TESTA DESTRA-SINISTRA
Gli exit poll indicano una forte affermazione anche dei partiti minori della destra alle europee oggi in Romania. Mentre l’alleanza tra i partiti socialdemocratico e conservatore (Psd-Pc, socialisti europei) ed il partito democratico-liberale (Pdl, popolari europei) sono impegnati in un testa a testa con percentuali intorno al 30%, il Partito nazionale liberale (centro destra, gruppo Alde a Strasburgo), ha ottenuto il 16,6%, seguito dall’Unione democratica magiari di Romania (gruppo Ppe) con il 9,1%.
Il partito di estrema destra nazionalista Grande Romania e’ dato invece al 7,2%, per cui entrerebbe per la prima volta al Parlamento europeo probabilmente con due seggi.
Elena Basescu, figlia del capo dello stato Traian Basescu, con il 3,4%, potrebbe avercela fatta dal momento che la soglia di sbarramento per gli indipendenti e’ del 3,3%.
Stando agli ultimi dati dell’Ufficio elettorale centrale, alle 19.00 (le 18.00 in Italia), l’affluenza era del 21,63%, con il 16,27% nelle citta’ e il 29,02% nelle zone rurali. Nel 2007 quella finale era stata di circa il 29%. I seggi si sono chiusi oggi alle 21:00 locali, le 20:00 in Italia.

UNGHERIA, AVANZA LA DESTRA
Il partito conservatore di opposizione Fidesz ha vinto le elezioni europee in Ungheria, conquistando 56,37% dei voti, ma la grande sorpresa è il risultato dell’estrema destra: 14,77% e 3 eurodeputati su 22. Ecco i risultati ufficiali, comunicati alle 22.00 dall’ ufficio elettorale nazionale: Conservatori (Fidesz) 56,37%, 14 deputati su 22; socialisti (Mszp) 17,37%, 4 deputati; estrema destra (Jobbik) 14,77%, 3 deputati; centro moderato (Foro democratico, Mdf) 5,3%, 1 deputato. Non hanno ottenuto seggi, rimanendo sotto lo sbarramento di 5%, i liberali (Szdsz), alleati dei socialisti. I socialisti al governo sono stati sconfitti in conseguenza della grave crisi economica e finanziaria del Paese, mentre la vittoria della Fidesz di Viktor Orban era prevedibile, gli analisti sono sicuri che Orban formerà il prossimo governo ungherese, dopo le prossime elezioni politiche, nel 2010.

SLOVACCHIA, RISULTATI FINALI
Questi i risultati finali delle elezioni europee in Slovacchia. In palio 13 seggi all’europarlamento (14 nel 2004).
SMER 32,1% (5 SEGGI), SDKU 16,98% (2 SEGGI), SMK 11,33% (2 SEGGI), KDH 10,87 (2 SEGGI) HZDS 8,97% (1 SEGGIO),  SNS 5,55% (1 SEGGIO)
AFFLUENZA 19,04% (16,97% nel 2004)

CIPRO; VINCE CENTRO-DESTRA, COMUNISTI SECONDI
Con il 35,65% delle preferenze il partito Adunata Democratica (Disy, centro-destra) si e’ aggiudicato la vittoria alle elezioni europee svoltesi a Cipro, rinnovando il successo delle consultazioni del 2004 in cui ottenne il 28.23%. Dei sei eurodeputati ciprioti (quattro uomini e due donne), due sono del Disy, due del partito al governo Akel (Partito dei lavoratori, comunista), uno del Partito Democratico (Diko, centro) e uno del Partito Edek (socialdemocratico). Per il Disy si e’ riconfermato Ioannis Kassoulides, 61 anni, ex ministro degli Esteri, e con lui e’ stata eletta Eleni Theocharus, 56 anni, medico e parlamentare. Per l’Akel, che ha ottenuto il 34.90 delle preferenze (27.89% nel 2004), andranno a Bruxelles Kyriakos Triantaphillides, 65 anni – al secondo mandato – e Takis Chatzigeorgiou, 53 anni, deputato. L’europarlamentare del Diko (che ha avuto il 12.28% contro il 17.09% del 2004) e’ Antigoni Pericleous Papadopoulou, 55 anni, chimica e deputata, e quello dell’Edek (9.85% delle preferenze contro il 10.79% del 2004) e’ Kyriacos Mavronicolaos, 54 anni, oftalmologo e vice presidente del partito. Gli aventi diritto al voto erano 526.060 (di cui circa 1.300 turco-ciprioti) e 6.458 cittadini europei da 23 Paesi. Insolitamente molto bassa l’affluenza alle urne che e’ stata solo del 41.12% contro il 71.19% del 2004.

Ci voleva anche la propaganda elettorale del portavoce del Sindaco

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Il partito degli arrabbiati e le scelte di chi governa secondo gli impegni presi con la città

 

Da una parte c’è in questa città di Sansepolcro chi cammina secondo una programmazione politica e civile, con un ordine che deriva dalla consapevolezza e dal rispetto dei diritti e dei doveri, del dialogo politico, dedicandosi a un impegno corretto, misurato e senza rumore, tipico di chi si è proposto ai cittadini senza chiasso, lavorando con costanza e dedizione per ricambiare la fiducia riscossa dagli elettori: tutto questo con misura, lontano dalla foia dei peggiori tifosi di calcio, sempre arrabbiati e destinati a trovarsi alla fine esclusi (senz’altro per loro scelta).

 

Dall’altra parte c’è il “gruppaccio” (in termini scolastici) dei bocciati, impegnati sempre, in ogni momento, a servire su piatti infuocati le porzioni di una rabbia incontenibile e degna compagna della disperazione, dunque privi di obiettività e incapaci di ogni dialogo.

 

Chi governa attualmente Sansepolcro dal Giugno del 2006, cioè l’alleanza di Popolo della Libertà, Lega e UDC, giunta alla metà del suo cammino amministrativo, alla vigilia  delle operazioni elettorali per  il rinnovo dei Consigli provinciale, regionale ed europeo del 6 e del 7 Giugno, sente il dovere di:

ricordare con orgoglio e ampia e motivata soddisfazione di avere dato alla città e al suo territorio un’immagine di ordine e di decoro sempre sottolineata da numerosissimi visitatori, turisti e ospiti, oltre che da importanti personaggi del mondo politico nazionale e internazionale venuti in visita alla città e al suo prezioso Museo civico;

avere provveduto alla sistemazione delle principali vie urbane ed extra-urbane con asfaltature, marciapiedi, impianti semaforici e di illuminazione, rotonde di svincolo, con interventi indispensabili a garantire sicurezza e scorrevolezza del traffico;

  avere realizzato finalmente una idonea sistemazione dei parcheggi di Viale Barsanti, di San Puccio (sempre tenuto in passato nel più ingiustificabile degrado e abbandono) e di inizio Via Buitoni: tre aree finalmente funzionali, decorose e degne di questa città;

– avere provveduto, in mezzo a numerose difficoltà, a interventi diversificati per garantire sicurezza agli scolari delle Elementari (Santa Chiara e Collodi, edifici risultati non idonei ai fini della sicurezza) e agli studenti della Scuola Media Pacioli attraverso difficoltosi e non sempre accettati trasferimenti in edifici in grado di accoglierli: il tutto con esborso di cospicue somme che hanno procurato non poche difficoltà alle casse comunali;

avere in corso altresì una serie di verifiche sismiche a tappeto in tutti gli edifici scolastici del territorio, sia per gli elementi strutturale che non strutturali;

avere finalmente adottato, nella trasparenza e in una situazione di massima correttezza, il Piano Strutturale dopo lunghi anni di attesa e di incapacità progettuale e operativa di chi per lungo tempo ha preceduto la nostra amministrazione;

essere in procinto di partire con le realizzazioni dei progetti di cui al contratto di Quartiere (Campaccio, via dei Molini), e di stare per aprir le gare di appalto per l’assegnazione dei lavori nel quartiere di Porta Romana e, particolarmente, nell’area dell’ex Manifattura dei Tabacchi e nell’edificio sede a suo tempo dell’Ufficio della Posta in via Giovanni Buitoni;

avere portato positivamente a termine le operazioni di “Project Financing” per il reperimento dei fondi da utilizzare per la costruzione del secondo Ponte sul Tevere.

Per tutto ciò l’amministrazione è prossima a bandire la gara di appalto per l’assegnazione dei lavori di costruzione del ponte;

– avere avviato la realizzazione di un progetto di controllo dell’ordine pubblico nel centro storico durante le ore notturne attraverso scelte finalizzate a coinvolgere meglio le forze dell’ordine, anche attraverso l’estensione degli orari di servizio;

avere partecipato attivamente e responsabilmente alla nuova politica di difesa, ampliamento e valorizzazione dell’ospedale con qualificazione dei servizi;

– avere organizzato la raccolta “porta a porta” nel centro storico dei rifiuti solidi urbani con conseguente crescita della percentuale di raccolta differenziata;  il tutto in seguito ad un maggiore investimento economico per la pulizia della città;

– realizzazione di una politica di collaborazione con le Associazioni sportive presenti nel territorio comunale per la realizzazione di importanti impianti sportivi (autistadio, centro tennis, centro basket);

valorizzazione dei rapporti di collaborazione con le Associazioni di categoria per la realizzazione di importanti  progetti utili al rilancio economico della città;

– avere aperto da tempo un contatto con i proprietari della Fortezza Medicea per comunicare la concreta intenzione di questa Amministrazione di acquisire il manufatto.

C’è gia stato un incontro con i proprietari e il loro amministratore nella previsione di giungere al più presto a una soluzione positiva del progetto;

– attendere dalla Soprintendenza di Arezzo il permesso di inizio dei lavori per l’apertura di via dei Balestrieri per facilitare l’accesso dei turisti al cuore della città e ridare vita e promozione alle strade e alle attività del centro cittadino: un provvedimento, questo, che trova il sostegno di tutte le associazioni commerciali e di categoria che lo hanno più volte richiesto, soprattutto anche con un loro recente documento da loro sottoscritto;

– avere operato affinché finalmente avvenisse (come è accaduto con grande soddisfazione di tutti) la unificazione operativa dei due Gruppi di Volontari della Protezione Civile;

Questa Amministrazione Comunale, grazie a una politica nuova mai verificatasi in passato, è riuscita a mettere finalmente assieme con grande soddisfazione le parti interessate alla questione e a definire una bozza di statuto per l’utilizzo delle sommità d’argine del fiume Tevere finalizzato a una nuova e indispensabile viabilità a beneficio del centro di Santa Fiora e, di conseguenza, delle aziende che gravitano sul territorio;

– avere dedicato un impegno puntuale e costante nella ricerca di sostegni economici, sociali e psicologici nei confronti dei disoccupati e di coloro che hanno perduto il lavoro in seguito alla crisi economica e, particolarmente, nei confronti dei dipendenti della Cooperativa LL, cioè dei 71 operai che sono stati lasciati in mezzo alla strada da una politica improvvida e senz’altro non giusta di chi aveva impegni di collaborazione con la Buitoni Nestlè.

Questo fatto ha messo l’Amministrazione Comunale di fronte alla necessità di una forte collaborare con la Provincia e la Regione.

CarloMenci

portavoce del Sindaco


Redazionale – Saluti al dottor Salvatore Minniti

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Oggi 4 giugno 2009, nel giorno del suo insediamento ufficiale quale:”consulente per la sicurezza” come da delibera di Giunta nr.138  del 13.05.09 del Comune di Sansepolcro, questa Redazione del “Fendente”  formula al colonnello nei Carabinieri in congedo:

i migliori auspici di ‘buon lavoro’ nell’intento di assicurare “la sicurezza ai cittadini  e di conseguenza della Valtiberina Toscana”.

Nel contempo, ill.mo dottor Salvatore Minniti, Le formuliamo la richiesta ufficiale di poter avere un colloquio con sua Signoria vostra ricordandole che chi gliela chiede: iscritto all’Ordine dei Giornalisti, direttore responsabile de: “il difensore civico” e del “Fendente” è un sottufficiale dei Carabinieri in congedo con comando di Stazione a Raffadali (AG) quindi potrebbe illustrarLe la reale situazione di Sansepolcro ed il perché di ‘quanto avviene durante la notte’.

Nella certezza di una Sua chiamata Le diciamo: Benvenuto, seguito da un: “in bocca al lupo” da tutta la Redazione con i più sinceri, deferenti saluti.

Gino Dente

redazione@fendente.it

ginodente@libero.it

0575/788121

392-2990911

Anghiari: comunicato del Partito Democratico

v:* {behavior:url(#default#VML);}
o:* {behavior:url(#default#VML);}
w:* {behavior:url(#default#VML);}
.shape {behavior:url(#default#VML);}

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

CIRCOLO DEL PARTITO DEMOCRATICO DI ANGHIARI

 

Oggi, Mercoledì 3 giugno ore 21:00 c/o i locali del circolo di San Leo incontro pubblico con:

 

Vincenzo Ceccarelli Presidente in carica della Provincia di Arezzo

 

Danilo bianchi Sindaco del Comune di Anghiari

 

Giacomo moretti Candidato al Consiglio Provinciale

 

Partecipate numerosi!

image0011

Sansepolcro: giovedì 4 giugno 09 arriva il “Consulente” del Sindaco

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Non abbiamo bisogno di oracoli

 

Ormai, ciò che si vociferava in città pare confermato, giovedì 4 il dott. Minniti, prenderà possesso del suo nuovo compito di Consulente del Sindaco e dell’assessore alla Polizia Municipale in materia di sicurezza.

La data non è causale, a 24 ore dall’apertura dei seggi elettorali, per l’elezione dei consiglieri provinciali, quale miglior messaggio possono inviare agli elettori questi nostri amministratori che in loco fanno del permissivismo e del clientelismo una loro regola politica, salvo poi ripararsi dietro il paravento delle loro sigle politiche che fanno della fermezza e della sicurezza una bandiera?

Anche questo fine settimana, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, non è stato immune dagli ormai consolidati comportamenti incivili che avvengono nel centro storico, nell’area ormai da tutti denominata come “il triangolo delle Bermude”.

Gli appellativi affibbiati dall’immaginario popolare, rispecchiano sempre un fondo di verità, infatti, in questo triangolo del centro storico avvengono fatti inspiegabili nell’applicazione, da parte dell’amministrazione, di quelle che dovrebbero essere le regole per garantire “tutti” i cittadini, sulla sicurezza, e sull’ordine pubblico.

Inspiegabile è il persistere di un rifiuto dell’amministrazione comunale ad intervenire con risolutezza applicando quelle che sono le norme previste dal regolamento d’igiene urbana, del commercio e alla sicurezza intesa come requisiti minimi per gli interventi del 118, dei vigili del fuoco, oltre alle sempre più crescenti problematiche legate all’ordine pubblico.

E mentre gli amministratori anestetizzano il problema, cancellano l’ordinanza 144/2008, che li obbligava ad intervenire drasticamente, dall’altro mettono in piedi un’operazione midiatica con l’arrivo del Colonnello in congedo dott. Minniti.

Per la verità, anche i residenti nell’ormai famigerato triangolo, sono ansiosi d’incontrarlo per consegnargli ciò che l’Amministrazione, Questore e Prefetto, hanno da tempo: decine e decine di lettere, esposti, petizioni, documenti comprovanti l’incredibile sconcio che ogni fine settimana si ripropone nelle loro strade ma che, come nel famigerato “triangolo delle bermude”, tutto è inghiottito nel nulla, lasciando i cittadini residenti in balia del persistente vandalismo e come questa notte in via Mazzini, chi più si espone nella protesta, è fatto segno del lancio di pietre alle sue finestre.

Ferdinando Mancini                                                                               31 maggio 2009

Viva Sansepolcro

www.vivasansepolcro.wordpress.com

Navigazione articolo