Archivio del Fendente

2007-2011

Su “La Nazione” il solito monologo, senza contraddittorio, del sindaco Polcri

Sindaco Polcri, basta con i monologhi, accetti il contraddittorio con tutti, non con chi vuole Lei.

Sansepolcro – Il “dono” della facilità di parola unita alla “omeliaca” forma di esprimersi verso chi lo ascolta, sembra aver condizionato anche i giornalisti, coloro che dovrebbero fare cronaca e non fidarsi solo delle parole di convenienza.

Il motivo di questo inizio di articolo è dovuto a quanto apparso ieri, domenica 17 ottobre, sul quotidiano “La Nazione”, a pag.18 a titolo: “Polcri, la maggioranza è compatta”.

Non è tanto per quello che afferma il sindaco Polcri sulle questioni (ce ne sono tante altre!) che riguardano la tutela del paesaggio della collina, tanto Lui affermerà sempre le solite cose, infatti, sull’articolo-intervista-monologo,  si legge “…saranno edificate 15 nuove villette e che verranno riqualificate le altre esistenti in una zona in cui si è già edificato in passato”, ed ancora: ”…In questo modo, senza alcun impatto perché la zona in questione non è visibile, possiamo rispondere alla domanda dei cittadini interessati proprio perché la possiamo combinare non solo con il rispetto del paesaggio, ma anche con una precisa opera di bonificazione che la mia amministrazione vuole compiere per quest’area priva di servizi….” Per chiudere come al solito: “Altro non ho da aggiungere su una questione strumentalizzata per fini elettoralistici e rivalse personali, se non che la Giunta sta lavorando in modo molto più armonico che non nel recente passato”.

Certo, ne ha fatti fuori ‘tre’: Mancini, Frullani e Gorizi.

Ecco il punto: non si possono né si debbono prendere in giro i cittadini quindi, il cronista doveva, si “doveva”, pur fare le sue domande, anche cattive, affinché ciò che è scritto sia credibile. Invece no, il solito monologo.

Così non si arriverà mai alla “verità” e  certa accondiscendenza, sicuramente fortuita,  non piace ai cittadini, nessuno è  ritenuto l’Oracolo.

Il sindaco Polcri si dovrebbe ricordare che più volte è stato invitato a confronti su argomenti importanti; un cittadino, ingegnere (vds.altro articolo sul Fendente) gli chiede un confronto (che non sarà accettato e non sarà degnato nemmeno di una risposta-ndr.-).

Così, purtroppo,  va il mondo, così va la vita amministrativa locale per Polcri che si rivolge ed accetta solo coloro che  gli danno la facoltà di  fare “monologhi”, senza interlocutori, senza domande fastidiose, forse pensando che tutti i giornalisti debbano comportarsi come  suoi addetti stampa; noi signor Franco Polcri “non lo accettiamo” , “non lo accettano i cittadini” e non può elogiare solo quando lo scritto è come desidera Lei (Le possiamo dare le prove scritte sia per quanto riguarda il nostro giornalismo che per certi assessori da Lei cacciati)  o dire che è solo propaganda elettorale (per non dire ‘falso’) quando a Lei non piace.

Con tutto il rispetto per la “poltrona” che occupa Le chiediamo di accettare un contraddittorio dove si capirà chi ha ragione e chi ha torto.

Siamo in democrazia, o no ? Non si può essere sempre accondiscendenti con il “potere” e la stampa senza padroni, come noi del Fendente, ha tutto il diritto di evidenziarlo.

La Redazione

gd

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Su “La Nazione” il solito monologo, senza contraddittorio, del sindaco Polcri

  1. Paolo in ha detto:

    Parla,parla pure ,intanto io conto.Alla scadenza del tuo mandato: -6 mesi,e passano in fretta,oddio come passano in fretta i giorni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: