Archivio del Fendente

2007-2011

Il PD di Sansepolcro risponde al movimento Democratici per Cambiare

Dopo un attenta lettura del documento inviato alla stampa dal movimento dei Democratici per cambiare, riteniamo necessario puntualizzare alcune affermazioni che sono in palese e stridente contrasto con la realtà.

In primo luogo ricordiamo che la caratteristica politica fondamentale del Pd biturgense consiste proprio nell’essere da sempre un Partito aperto alla discussione e al contributo di tutti. I giovani, e non solo, iscritti e non, hanno sempre trovato in questa formazione politica l’opportunità vera di un confronto serio e responsabile sui problemi concreti della politica locale e nazionale. Nessun “tradimento” di alcun tipo da parte nostra, anzi il fatto che alcuni di loro ricoprano ruoli politici amministrativi dimostra appunto l’importanza del lavoro da noi svolto.

E’ poi del tutto infondata la “diatriba” sullo strumento delle primarie, che come abbiamo avuto  modo di sostenere altre volte, sono nel nostro dna di Partito aperto e democratico. E’ però evidente a chiunque che il loro utilizzo è strettamente legato, e al rispetto delle regole, e, soprattutto, all’esistenza di una coalizione politica, fattori questi assenti nel rapporto istaurato pochi mesi fa con le forze politiche del centro sinistra.

Noi riteniamo, infatti, che il compito primario di una coalizione seria e responsabile consista proprio nel ridare centralità al dibattito e alla soluzione dei tanti problemi che, in questi cinque anni di cattiva amministrazione,  non  hanno trovato alcuna soluzione.  Per tale motivo abbiamo detto con forza, nel solo interesse dei cittadini, che prima vengono i programmi e poi i candidati che devono portarli avanti.

Il Pd infine ha sostenuto da sempre che solo il vero e proficuo confronto con i cittadini porti alla soluzione dei problemi; qualunque altra scorciatoia, magari servita con tante belle parole, sa solo di demagogia e populismo. Questa serietà è stata da sempre la nostra forza e non può che farci piacere che il movimento dei Democratici per cambiare abbia assunto questo metodo di lavoro.

Nel ribadire pertanto come dannoso e inutile qualunque forma di demagogia e populismo che alla lunga va unicamente a scapito degli interessi generali della città di Sansepolcro, ribadiamo che il nostro Partito ha già iniziato le consultazioni intendendo con ciò riportare al centro del dibattito politico le problematiche serie di una città che in troppi settori è priva di una guida politico amministrativa.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Il PD di Sansepolcro risponde al movimento Democratici per Cambiare

  1. Paolo in ha detto:

    dopo UN ATTENTA stesura abbiamo capito che oltre che ignoranti politicamente siete anche ignoranti culturalmente ma questo e’ un problema vostro personale.
    Come potrebbe essere un’altro vostro problema personale il fatto che gira voce che il Pd provinciale vi vuole commissariare.
    Dato per assodato che anche a quei livelli non siete certo delle cime allora voi PD borghesi non e’ che siete messi benissimo …io incomincerei a farmi un comunicato solo per voi per capire come mai state diventando lo zimbello anche dei vs compagni.continuate comunque cosi che io tante risate come adesso non me le facevo da quando Toto’ invitava a votare La Trippa.e non fatevi illusioni ,ancora non siete manco arrivati alla cotica…..

  2. Pingback: “Caro PD, la tua “non è la verità”…. | II FENDENTE

  3. Erika Chiasserini in ha detto:

    Ma chi scrive questi comunicati lo sa che le forze di coalizione li leggono??
    Caro PD, puoi anche prendere in giro i cittadini raccontandogli che la coalizione è saltata perchè non c’era accordo sul programma e sulle idee con gli altri partiti ma noi che degli ALTRI PARTITI facciamo parte, non possiamo lasciar credere ai cittadini che questa sia la verità.
    Caro scrivente del PD dovresti dire che gli ALTRI PARTITI hanno accettato il regolamento delle primarie copiato da quello del PD bolognese! E poi dire che la bozza di programma (le linee guida) era tutta del PD e che gli ALTRI PARTITI hanno solo aggiunto qualche punto e apportato modifiche non sostanziali che in riunione il PD ha dimostrato di accettare senza problemi!!
    Ecco, chiarito una volta per tutte che c’era il massimo accordo su idee e programmi, diciamogli che la coalizione è saltata perchè GLI ALTRI PARTITI (e quei giovani del PD che ora si chiamano DEMOCRATICI PER CAMBIARE) volevano difendere il diritto di ogni cittadino di partecipare a elezioni (primarie) veramente democratiche, senza discriminazioni, pregiudizi e veti e che il PD non ha accettato questa unica richiesta della coalizione.
    “mò venitime a dire che n’è vero se avete coraggio”!
    Erika Chiasserini

  4. eufemio merendini in ha detto:

    Anche ufemio sa che ci vuole il postrofo sulle parole femminili, sono anche nalfabetici questi del pd! Sbaglieno subbeto ala prima parola sti sumeri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: