Archivio del Fendente

2007-2011

Giubilei: Non c’è cambiamento senza trasparenza

 Il candidato sindaco di Viva Sansepolcro chiede chiarezza su giunta e finanziamenti

                 La parola d’ordine di queste elezioni comunali a Sansepolcro sembra essere “cambiamento”.Tutti i candidati si dicono indipendenti dalle gerarchie di partito…da cui tuttavia sono stati, tutti tranne Giubilei, candidati. Ogni schieramento propone delle neonate liste di sostegno ai candidati Sindaco che determinano un numero clamoroso di gruppi politici presenti in questa competizione elettorale. Tutto questo disorienta e rischia di ingannare i cittadini.

E’ bene dunque tradurre il cambiamento in qualcosa di concreto. Mirco Giubilei afferma che “non può esserci cambiamento senza trasparenza” e invita tutti i colleghi candidati a Sindaco a fare chiarezza su due aspetti fondamentali: giunta e finanziamenti.

Da oltre un mese Giubilei ha indicato come propri candidati assessori Andrea Borghesi (sociale e bilancio), Bruno Capaccioni (ambiente e urbanistica), Alfredo Milani (attività produttive e innovazione tecnologica) e Giancarlo Montuschi (cultura, istruzione, turismo). Il nome del quinto assessore, cui andranno le deleghe ai lavori pubblici, individuato in una giovane professionista biturgense, verrà ufficializzato dopo il primo turno. Giubilei terrà invece per sé le deleghe a politiche giovanili e sanità.

A pochi giorni dalle elezioni non è invece ancora dato a sapersi chi comporrà le altre giunte. Crediamo che i cittadini abbiano il diritto di sapere PRIMA i nomi degli eventuali amministratori. Il tempo delle deleghe “in bianco” è finito. Risulta altresì evidente come i partiti abbiano così grande potere da impedire, a causa di evidenti veti contrapposti, la comunicazione dei nominativi. Se queste sono le premesse, quale cambiamento può venire da gruppi politici che mirano solo alla spartizione dei posti di comando?

Altro punto fondamentale è comunicare ai cittadini i costi e le fonti di finanziamento della campagna elettorale. Abbiamo visto in queste settimane auto, furgoni, tir, autotreni con le faccione dei candidati, messaggi a pagamento di ogni tipo. Si parla tanto di crisi, ma mai come questa volta i partiti hanno speso per una campagna elettorale comunale.

Ci sono schieramenti che, a spanne, sono ormai oltre i 30.000 euro di spesa. Crediamo che sia un modo assurdo di gestire una campagna elettorale, che non fa certo ben pensare sulla gestione futura dei denari pubblici da parte loro e che alimenta nei cittadini una domanda più che legittima: chi paga?

Viva Sansepolcro presenterà un resoconto delle spese sostenute e delle fonti di finanziamento, speriamo che anche gli altri vogliano/possano farlo…

 Viva Sansepolcro, candidato sindaco Mirco Giubilei

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

10 pensieri su “Giubilei: Non c’è cambiamento senza trasparenza

  1. critico in ha detto:

    Vorrei far notare a Fabiolo che i vari Foni, Graziotti e Polcri hanno sfruttato la credibilità di Viva Sansepolcro per essere eletti, cercando poi fortuna (e carriera) altrove. I furbetti però non durano. Polcri ha già battuto i denti e tra qualche giorno tocca a Foni e Graziotti fare altrettanto.
    Il problema non è certamente Viva Sansepolcro, che ha fatto benissimo a liberarsene, ma Borgo Nuovo (Innocenti) che li candida!!!

  2. fm in ha detto:

    Certo che stare in una lista civica: che si mette contro tutti per sostenere la difesa dei servizi sanitari, dell’acqua pubblica, la difesa della collina; che non ha problemi a combattere l’arroganza della partitocrazia che, come è evidente a tutti, ha concesso ai soliti noti le nostre prospettive di sviluppo; che non ha avuto problemi a denunciare ingiustizie, abusi, irregolarità evidenti agli organi preposti al controllo e rispetto della legalità, non e facile.
    Non è facile stare nelle barricate, in una città che ha intrinseco nelle nomenclature partitiche nostrane il concetto purtroppo radicato dell’impunità e del possesso della cosa pubblica.
    Ma questa è Viva Sansepolcro, è un movimento civico ormai radicato e lo ha dimostrato in questi anni.
    Gli uomini a rappresentarla possono cambiare, possono approdare ad altri lidi, ma “Viva Sansepolcro” rimane, c’è, rappresenta la voce inascoltata dei cittadini.

  3. Pasquale in ha detto:

    Complimenti alla trasparenza, il proposto assessore Milani è la stessa persona che ha avuto l’incarico di progettare l’installazione delle telecamere, solo perchè parente di un assessore della giunta Polcri, non risulta che abbia fatto alcuna selezione o mi sbaglio.

  4. borghese doc in ha detto:

    Fabiolo e Giubilo, due in uno,…..che hanno solo una preoccupazione, che Viva Sansepolcro sia ancora presente, esista…..e possa come in passato mettere quelli della loro risma…..in mutande davanti ai borghesi, a nudo di fronte alle loro prepotenze, a nudo di fronte ai loro sotterfugi e compromessi della peggiore specie. Questa gente non è che ha un concetto bizzarro della democrazia….della gestione della res publica, sono coloro che fanno parte della schiera dei furbetti del quartierino che sanno di poter continuare a sguazzare solo con i partitucoli locali, non importa il colore- se magna.

  5. orfeo in ha detto:

    Marco Giubilo,non sarai mica parente del Buono,oppure parli e scrivi per sentito dire?
    Informati prima di scrivere cavolate.
    A Fabiolo vorrei ricordare una famosa frase di Nostro Signore…….
    “chi è senza peccato scagli la prima pietra”.
    e poi se proprio vuole si può parlare anche del perchè di certe trombature di qualche assessore.
    Ciao e buone votazioni a tutti

  6. Giovanni in ha detto:

    Giubilei lascia perdere la politica che non fa per te….
    Per fare i puritani bisogna avere la coscienza a posto!!!!
    Se la gente sapesse che due dei tuoi candidati di lista hanno avuto incarichi ultra retribuiti dall’amministrazione su vs. sollecitazione? Che direbbe?

    Ma facci il piacere…..

  7. Non vorrei replicare all’astioso commento sopra, ma una frase è emblematica: “non siete stati capaci nemmeno a far fare un consiglio comunale aperto ai cittadini”.

    Noi abbiamo promosso e richiesto il consiglio, il presidente del consiglio comunale con l’appoggio della destra e il silenzio della sinistra lo ha impedito, noi abbiamo fatto ricorso al Prefetto che è intervenuto per censurare il comportamento indecoroso del presidente del consiglio…E LA COLPA E’ NOSTRA???

    Bizzarra idea della democrazia…

  8. Critico, anche se tu volessi parlare cosa hanno fatto i partiti in questi 16 anni di fruttuosa Viva Sansepolcro, una parola possiamo dirla: niente.
    Con i civici nemmeno quella parola può essere usata, non siete stati capaci nemmeno a far fare un consiglio comunale aperto ai cittadini. Altro che ‘conduttori del popolo’, ma dovete essere condotti come un gregge in balia di tutto e di tutti.
    Dopo il 16 ecco il 17, forse l’anno che chiuderà la lista civica perchè politicamente insipiente.

  9. critico in ha detto:

    Vogliamo parlare di cosa hanno fatto in questi 16 anni i partiti di destra e di sinistra in questa città? Quanti tituli hanno raggiunto? Almeno Viva Sansepolcro si è saputa rinnovare e ha fatto pulizia lasciando fuori i personaggi che ambivano solo a posizioni di potere, oggi candidati in altri schieramenti. Giubilei pone due interrogativi seri ed è vergognoso che nessun altro candidato abbia detto mezza parola su tali argomenti.

  10. Da Viva Sansepolcro che dalla sua esistenza (16 lunghi anni) ha prodotto “Z E R U – tituli”, per dirla alla ‘Mou’, sarebbe l’ora che smettessero di fare i puritani voi che avete allevato i: Foni, i Graziotti, i Polcri (si proprio i Polcri da voi voluto e sostenuto. Anche questo è compreso nei 16 anni). Tacete che sarebbe meglio altrimenti potrebbero uscire il perchè di certe trombature di qualche assessore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: