Archivio del Fendente

2007-2011

Cerchiamo di addolcire le fatiche del sindaco Frullani

Sansepolcro – C’è l’attesa per l’azione che la nuova amministrazione comunale andrà e dovrà intraprendere .

I cittadini apettano, quindi, la prossima seduta consiliare che si dovrebbe svolgere entro l’inizio di luglio per una sessione di deleghe ai consiglieri comunali e per la formazione delle commissioni, tutti  aspetti strettamente istituzionali. Ci sono però problematiche scottanti in città  che da troppo tempo attendono una soluzione, lasciate in eredità.

In prima luogo il tema del lavoro e dell’occupazione, magari  organizzando una serie di agevolazioni soprattutto rivolte alla piccola e media impresa per favorirne il recupero sul mercato e l’esportazione.

L’edilizia scolastica, problema irrisolto a Sansepolcro  dalla precedente Amministrazione, che ha comportato e comporterà difficoltà e complicazioni.  Basti ricordare la pesante eredità lasciata: Santa Chiara ela Collodi chiuse e dichiarate inagibili, oltre che in attesa di recupero e risistemazione definitiva, per cui  il Comune sarà condannato almeno per un altro anno a pagare l’oneroso affitto dei locali del centro Valtiberino.

C’è poi il problema delle “cattedrali nel deserto”:

-la palestra costruita dalla provincia utilizzata solo in parte rispetto alle potenzialità;

-la struttura di Santa Marta per i disabili adulti inaugurata e poi sostanzialmente di nuovo chiusa;

-il Contratto di quartiere 2 che ancora non è decollato

Detto ciò, un altro degli indirizzi principali della nuova amministrazione, sarebbe auspicabile: vale a dire una particolare attenzione all’unità dell’intera vallata del comprensorio toscano, per quelle collaborazioni che nel corso degli anni sono state solo a parole auspicate da tutti ma che nei fatti hanno avuto ben poche applicazioni concrete, se non nulle.

Sindaco Frullani,  anche noi vorremmo darle un aiuto, eccolo: dal momento che Sansepolcro “è la città faro” della Valtiberina Toscana, si ricordi che nel comprensorio ci sono altre SEI realtà.

-La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Cerchiamo di addolcire le fatiche del sindaco Frullani

  1. jonatan in ha detto:

    E il Piano Strutturale che fine farà? E il Dirigente dell’Urbanistica che fine farà? Vi ricordo che tale dirigente, proveniente dai ranghi di funzionarietto tecnico del Comune di Città di Castello, è un amico strettissimo dell’Ing. Innocenti e da questi voluto. Per ora, intelligentemente, la Frullani lo ha riconfermato per quattro mesi, per portare avanti quei pochi lavori sospesi. Ma poi si vedrà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: