Archivio del Fendente

2007-2011

Sansepolcro, ma come si fa ad affermare ciò

Comunicato stampa della lista “In Comune”

Acqua pubblica: e’ la posizione della lista In Comune. La lista In Comune ha sostenuto la mozione  emendata per la ripubblicizzazione del servizio idrico approvata  nel  consiglio comunale del 12 luglio che prende atto del risultato referendario, mette in crisi l’attuale sistema di gestione del servizio idrico e sottolinea ancora una volta che l’ acqua e’ un bene comune e non di speculazione economica. Il nostro gruppo metterà  in atto tutte le azioni necessarie alla risoluzione del contratto con Nuove Acque SPA e al ritorno alla gestione interamente pubblica del servizio idrico. Si impegna inoltre a individuare percorsi condivisi con tutte le forze politiche e con la cittadinanza che siano sostenibili sia per l’amministrazione che per la popolazione e che rappresentino un reale vantaggio rispetto all’impegno e economico delle famiglie. Il nostro obiettivo e’ di ottenere migliori tariffe e una maggiore qualità  del servizio. A tal fine sarà fondamentale superare le note posizioni demagogiche, strumentali e semplicistiche auspicando, invece, percorsi e soluzioni unitari da parte di tutte le forze politiche.

Ndr.- Senza commenti, è impossibile dopo essere stati presenti a quel consiglio che si venga a parlare che: “A tal fine sarà fondamentale superare le note posizioni demagogiche, strumentali e semplicistiche auspicando, invece, percorsi e soluzioni unitari da parte di tutte le forze politiche”. A questo punto sembra che anche la lista “In Comune” voglia dotare i cittadini di ‘paraocchi’

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

17 pensieri su “Sansepolcro, ma come si fa ad affermare ciò

  1. Salvo in ha detto:

    Chiedo scusa a tutti per il commento provocatorio, non ce l’ho col Vicesindaco che non conosco e assolutamente non volevo offendere, stavo solo pensando a quello che è avvenuto nel passato con Casini e Ricci …il PD è spesso generoso, ma no, sicuramente non si ripeterà. Certo il Vicesindaco è stato non meno provocatorio di me nel dire “Il nostro gruppo metterà in atto tutte le azioni necessarie alla risoluzione del contratto con Nuove Acque SPA” 3 GIORNI dopo aver votato CONTRO, in Consiglio Comunale, alla mozione con la quale si chiedeva di “mettere in atto tutte le azioni necessarie alla risoluzione del contratto con Nuove Acque SPA”. Queste dichiarazioni possono mettere a dura prova la pazienza dei cittadini che vorrebbero solo veder amministrati i beni pubblici con FERMI PRINCIPI e non con CONTRADDIZIONI E TENTENNAMENTI sul da farsi. Grazie direttore per mettere a disposizione il suo giornale per far chiarezza su OGNI atto pubblico, SENZA censure, cordiali saluti

  2. mirco meozzi in ha detto:

    -Per uno che è nessuno – Le Mozioni una volta approvate vengono (o almeno dovrebbe essere così in ogni Consiglio Comunale) inviate al Presidente della Repubblica, al Governo, ai singoli Ministri e così via, questo per dire che se arrivasse una mozione sulla ripubblicizzazione approvata da 8150 comuni, il Presidente della Repubblica potrebbe, in virtù dei poteri costituzionali che ha, incentivare le Camere a deliberare sul vuoto normativo lasciato dal Referendum abrogativo. Questo per dire che anche il più piccolo Consiglio Comunale può essere di stimolo al fine di ottenere ciò che il popolo ha voluto nell’ultima tornata elettorale. Non indirizzare la politica di un Consiglio Comunale compiendo atti che vadano verso la ripubblicizzazione del servizio idrico significa andare contro la volontà del popolo e difendere, qui come a Roma: le “kaste”. La neo amministrazione biturgense vuole questo? Anche io vorrei credere di no, tuttavia la prima mossa non è garbata, ancora meno il comunicato.Mirco Meozzi

  3. Uno che non è di nessuno in ha detto:

    Fendente perchè non la smetti di commentare i commenti o per lo meno commenta anche le cretinate che scrive uno come SALVO che non ha meglio che fare che dire cazzate gratuite

    il referendum era nazionale e speriamo che la legge italiana così abrogata dia risposte ai cittadini è ridicolo pensare che quelle risposte le dia una mozione fatta per fare polemice e senza una proposta concreta. Bianchi è un esponente di punta e ci dica come pensa di gestire l’acqua nel nostro territorio… è troppo chiederlo a lui che ha le idee chiare? alla frullani non ho nulla da chiedere io…
    Ndr.-del”Fendente”- Signor “Nessuno”, il dott. Bianchi Danilo ve lo ha detto anche in consiglio comunale quello che deve essere fatto per gestire l’acqua che è un bene di tutti. Glielo chieda e se non ha capito se lo faccia spiegare, ma già, a chi lo spiega se Lei è il signor “nessuno” di nome e di fatto ?

  4. uno che non è di nessuno in ha detto:

    la nota del Fendente e le risposte danno ragione a chi parla di demagogia!
    se la mozione Bianchi veniva votata!cosa sarebbe successo il giorno dopo? nulla

    bene revocare la GESTIONE a NuoveAcque per darla a chi? ci avete pensato?
    ad una società (quindi con presidente, direttore, amministratori,dipendenti, sede, attrezzatura, automezzi e tutto quello che serve) completamente pubblica che formeranno chi? i 40 comuni della provincia di arezzo sono d’accordo nel farla?

    penso che questo voglia dire soluzione concrete e non demagogiche.

    Danilo Bianchi presidente della nuova società di gestione delle acque che ve ne pare? ci dica come organizzarla
    Ndr. -del”Fendente”- Ottimo “NON” parteggiare per qualcuno, ma “NON” dimentichiamoci l’esito del referendum e la mozione Bianchi-Calchetti-Moretti chiedeva ciò che il “Sì”, quello vittorioso richiedeva. Non dimentichiamoci neppure che Bianchi è un esponente di punta del Comitato Nazionale per l’Acqua Pubblica.
    Commentatore “anonimo”: lo chieda alla maggioranza Frullani come agire, ma…lo sanno?

    • Erika Chiasserini in ha detto:

      La soluzione della gestione del servizio idrico non è nè rapida nè indolore. Le proposte ci sono le idee anche, di principi e belle parole siamo pieni, quello che manca è il coraggio e l’indipendenza dai partiti perchè chi comanda (Frullani &Co) prenda delle decisioni pratiche anche se scomode.
      La proposta della coalizione di minoranza (di sx) era quella di dichiarare la gestione del servizio idrico PRIVATIZZATA DI FATTO e quindi contro il risultato referendario; poi di procedere in sede legale constro Nuove Acque per il non corretto affidamento di quote ad Acea. Per semplificare ancora: avviare un’azione legale contro Nuove Acque chiedendo l’annullamento del contratto perchè loro hanno commesso un errore. Se Sansepolcro non fa questo, perde l’unica occasione di svincolarsi da Nuove Acque senza penali. Ovviamente se questa azione venisse intrapresa da un’amministrazione coraggiosa e lungimirante (ed è evidente che non lo vogliono fare!), ci vorrà del tempo per arrivare alla sentenza e all’eventuale risoluzione del contratto, pertanto ci sarebbe tutto il tempo di mettere in piedi il sistema di gestione pubblico coinvolgendo la popolazione e prendendo spunto da realtà (soprattutto del Nord Italia ma non solo!) che hanno già una gestione affidata alle comunità locali e che funzionano.
      Evidentemente questo suo porre problemi così tanto per spaventare e polemizzare mette in luce le sue lacune sull’argomento ma si possono facilmente colmare se lei si degnasse di parlare con il comitato acqua pubblica di Arezzo o con Bianchi che è di sicuro uno dei maggiori esperti del caso in Valtiberina se non in tutta la provincia di Arezzo. Sconsiglio vivamente di informarsi presso il PD di Sansepolcro e per loro stessa ammissione anche presso la Lista Civica In Comune.
      Saluti
      Erika Chiasserini

  5. Salvo in ha detto:

    Vicesindaco t’hanno già promesso un posticino in Provincia in quota PD per le prossime elezioni??

  6. Salvo in ha detto:

    Quando “auspicano” citti è finita!!!! La strada dell’inferno è lastricata delle migliori intenzioni caro Laurenzi! Se sperate che la gestione dell’acqua pubblica la risolva il PD semo sistemati per le feste. Se invece dobbiamo aspettare i “percorsi e soluzioni unitari da parte di tutte le forze politiche” allora ci mettiamo proprio l’animo in pace perchè nè PD nè PDL/Lega vogliono far nulla come già dimostrato con l’abolizione delle Province che attendono “percorsi e soluzioni unitari da parte di tutte le forze politiche” dal 1960!!!!!!!!!!!
    Patetico comportamento di chi ha chiesto un rinvio per riflettere: sull’abolizione delle Province si rinvia da 51 anni.
    Ora sappiamo per certo che anche IN COMUNE si è iscritta al partito dei ‘moderati’ che per amor di PACE e CONVENIENZA tacciono … oppure scrivono in POLITICHESE vane promesse come queste

  7. Erika Chiasserini in ha detto:

    Vedo che qualche Borghese comincia ad aprire gli occhi e sento sempre più spesso in giro il rammarico di aver perso Danilo Bianchi come sindaco e tutto il suo contorno di giovani agguerriti e preparati. Mi dispiace ma sono felice che la verità sia così evidente gia dopo un mese!
    Erika

  8. mirco meozzi in ha detto:

    Caro Direttore questo è un comunicato stampa figlio di chi vuole solo gettare un inutile e infondato discredito su forze politiche, come ad esempio Fed, Sel e Idv, che tanto hanno dato alla battaglia per la ripubblicizzazione del servizio idrico. Tuttavia stare sotto la “gonna” del PD vuol dire anche questo, per questo cara lista civica sarebbe bene che vi scioglieste, visto che la campagna elettorale è finita, e confluiste tutti nel PD. La linea politica è quella, però prima di entrare, riguardatevi le vicende politiche passate che hanno interessato questo tema e dimostrate più certezza nel voto che esprimerete da ora in poi nel consiglio, visto che la dichiarazione di voto dovrebbe essere la stessa di quella che uno esprime nella discussione del punto all’odg. Scusate, non vorrei utilizzare lo stesso metro di arroganza usato dai civici, ma sulla ripubblicizzazione dell’acqua sono volate persino denunce e non accetto che si dica demogogo a chi per anni sul tema ci ha messo la faccia e non per fare la solita inutile paginata di giornale come questa. Per difendere l’indifendibile non si giudichino gli altri per il lavoro fatto, ma il proprio. Pertanto vi consiglio di studiare e ripassarvi bene le vicende che dal 1998 hanno interessato la nostra Valle, poi aprite bocca e date fiato.
    Mirco Meozzi

    • Erika Chiasserini in ha detto:

      Grande Mirco. Mi hai tolto le parole di bocca. Questi civici non sanno nulla delle vicende di Nuove Acque e danno ascolto solo al PD che è in palese conflitto d’interessi. Erika

  9. Pingback: I cittadini ascoltano, giudicano e tirano le orecchie alla lista civica “InComune” | II FENDENTE

  10. ROBDEMAT in ha detto:

    Io credo che davanti ai cittadini in……ti (incavolati) non ci sia diga dialettico/politica che tenga. Oltre il danno la beffa. Giocate pure con la masturbazione dialettica; la incavolatura sta montando la forza d’urto che travolgerà i mistificatori sarà dirompente perchè si capisce da tutto chi difende un partito e chi difende il bene pubblico dei cittadini. Avete sino da oggi stabilito voi stessi la vostra sorte.
    Per chi avesse dubbi una considerazione; il Partito Democratico non è più scuola di cultura etico politica dermocratica.

  11. Luca Galli in ha detto:

    Io cerco di rispettare sempre anche le posizioni e opinioni diverse dalla mie, ma per meritare rispetto bisogna inanzitutto essere coerenti. Le vostre PAROLE di questo comunicato sono assolutamente incoerenti con i ben più importanti FATTI messi in atto nel consiglio comunale di martedi 12/7.
    Avete votato contro (non vi siete astenuti come altri hanno fatto, avete proprio votato contro) una mozione presentata dalla coalizione di Danilo Bianchi (una mozione sviluppata in collaborazione con il movimento acqua pubblica di arezzo e presentata in tutti i comuni della provincia), adducendo la motivazione di non essere adeguatamente preparati, votando invece a favore per la mozione ben più soft presentata dalla maggioranza. E la differenza sostanziale tra le due mozione era proprio la scomparsa del punto in cui si faceva riferimento alla richiesta di cessazione dell’affidamento del servizio idrico a Nuove Acque a seguito della loro violazione del regolamento avvenuta con la cessione di quote ad ACEA.
    Dunque, già dichiararsi non preparati su di una mozione presentata 15 giorni prima non credo sia ammirevole, e comunque se quella era la motivazione sarebbe sicuramente stato più opportuno astenersi in entrambe le votazioni piuttosto che votare solo sulla logica di “mantenere buoni rapporti di vicinato”.
    Permettetemi di dire che a distanza di 3 giorni la vostra affermazione “Il nostro gruppo metterà in atto tutte le azioni necessarie alla risoluzione del contratto con Nuove Acque SPA e al ritorno alla gestione interamente pubblica del servizio idrico” mi sembra assolutamente fuori luogo e incoerente.
    Se la vostra volonta era superare le distanze sarebbe stato opportuno avviare dei contatti tra le parti nei giorni prima il consiglio comunale e arrivarci preparati e non interrompere il consiglio comunale per quasi un ora, mettendo in piedi il più classico dei teatrini, per fingere di ricercare un accordo che sicuramente non poteva nascere nel giro dei 5 minuti di interruazione richiesti dal presidente del consiglio

    Luca Galli

  12. mauro gallorini in ha detto:

    E’ dal momento della creazione della vostra lista IN Comune che mi sono domandato quale fosse la vostra linea politica.
    Grazie a questo comunicato ho capito , ancor più della vostra posizione nel consiglio comuncale.
    Iscrivetevi !! ragazzi iscrivetevi ed avrete una sicura carriera politica.
    La parte conclusiva del vostro comunicato è un insulto ai cittadini , al Comitato Acqua Pubblica a chiunque come me si è impegnato per il successo dei referendum.
    Durante la campagna elettorale martellante sulle TV locali , il vostro Vice-sindaco allora designato ed ora in carica recitava “…un modo nuovo di fare politica” .. al quale mi viene da rispondere con una celebre frase di Totò “…ma mi faccia il piacere!”
    Roba da far rimpiangere il pentapartito

  13. luigi belli in ha detto:

    Un vecchio e saggio proverbio delle nostre terre diceva:PEGGIO LA TOPPA… DEL BUCO!Credo che calzi a pennello in relazione al voto della vostra lista (allineata e coperta…) e quanto contenuto nell’icredibile ” giustificazionista” comunicato riportato sopra.NO!Avete toppato,come si dice al Borgo e questo lo avete fatto in piena consapevolezza dal momento in cui per un posto di vicesindaco qualcuno può vendere coerenza e dignità.Vi ho votato,che errore che ho fatto!!Anche voi,infatti, avete iniziato ad usare i verbi al futuro quando,già con il problema dell’acqua,potevate usare il presente,pur consapevoli,i nostri concittadini, che la ripubblicizzazione dell’acqua non sarà oggi per domani.Ma vedete, la stessa cosa,il vostro partito di riferimento (PD) L’HA FATTO IN PARLAMENTO CON IL VOTO CHE HA PERMESSO DI MANTENERE LE PROVINCE ANZICHE’ INIZIARE A RAGIONARE AD UN LORO SMANTELLAMENTO IN FAVORE DI UN VERO FEDERALISMO E DI UNA RIDUZIONE DEI COSTI DELLA CASTA POLITICA.Con l’acqua,così come con le Province,e non solo,sono sempre i soliti meno ricchi a pagare il prezzo più alto.Grazie,signor vicesindaco del tempo che mi vorrà concedere nel leggermi,ma mi permetta di darle un piccolo consiglio:…SIA PIU’ ATTENTO,E SE POSSIBILE EVITI I…CASINI…ED AGISCA DOPO ATTENTE E COERENTI “E S P L O R A Z I O N I”..,il terzo mondo senza acqua, come bene universale, non potrà vivere.Luigi.

  14. Erika Chiasserini in ha detto:

    La posizione SEMPLICISTICA è esattamente quella che IN Comuna ha tenuto sulla vicenda approvando unl documento ANNACQUATO, EVASIVO e BLANDO che dice tutto e non dice niente. Ditemi se non è qualunquismo la vodtra frase: ” Il nostro obiettivo e’ di ottenere migliori tariffe e una maggiore qualità del servizio.” Vorrei bene vedere?! Chi vuole un pessimo servizio e tariffe alte? Se non è QUALUNQUISMO e DEMAGOGIA questa? Inoltre se davvero volete la risoluzione del contratto perchè non avete seguito le indicazioni di quei cittadini del Comitato Acqua Pubblica di Arezzo che da quasi un decennio studiano le carte di Nuove Acque e a proprie spese consultano avvocati per trovare un appeglio legale valido? voi siete più intelligenti o più preparati di loro? Allora perchè non li avete contattati quando oltre 20 giorni fa è stata depositata la mozione di Bianchi/Calchetti/Moretti per essere preparati e dire. “SI, OK. SIAMO D’ACCORDO A PORTARE IN TRIBUNALE NUOVE ACQUE PER LIBERARCI DI LORO UNA VOLTA PER TUTTE.” Invece non l’avete fatto e ora sentite il bisogno di ripetere un giorno e l’altro pure le vostre patetiche giustificazioni. Voi sareste quelli che in campagna elettorale dicevano che avreste portato nel PD aria fresca e un NUOVO MODO DI FARE POLITICA????!!
    Le villette in collina si avvicinano…. !!!
    Aiutooooooooooooooooo
    Erika Chiasserini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: