Archivio del Fendente

2007-2011

Osservazioni al consigliere Menichella sul suo voto di astensione

Sansepolcro – 2° comunicato del PDL ripreso da Saturno Notizie  riguardante il servizio idrico ed il voto, in consiglio comunale, sulla mozione presentata da Calchetti-Bianchi-Moretti.Così si legge: “ Nel corso della tormentata seduta del Consiglio Comunale di Sansepolcro di Martedì 12 Luglio, è stato ribadito il forte impegno del PDL di Sansepolcro nelle azioni tese a far cessare l’affidamento del servizio idrico a “Nuove Acque S.p.a.”. Il rappresentante del PDL, Mario Menichella (foto), ha bocciato infatti la mozione presentata dai gruppi che sostengono Daniela Frullani. In palese contraddizione con i loro pronunciamenti referendari a livello nazionale, tanto sbandierati durante la campagna elettorale per il Comune di Sansepolcro, il PD, il PSI e la lista “IN COMUNE” hanno di fatto frenato ogni azione nei confronti di “Nuove Acque S.p.a.”.

 La loro proposta di rinviare ogni determinazione operativa in merito al futuro della gestione del servizio idrico segue il solito metodo, tutto politico ed ipocrita, di insabbiare le questioni “scomode”. La convinta determinazione del PDL a continuare la propria battaglia per garantire, attraverso nuove forme di gestione, un servizio idrico funzionale e meno oneroso per le nostre famiglie ed imprese non ha trovato, d’altra parte, la disponibilità della sinistra radicale a modificare in senso meno “ideologico” il testo originario della mozione di Calchetti, Bianchi e Moretti (quest’ultimo per i “Democratici per cambiare”). Per aderire ad essa Menichella chiedeva di cancellare dal testo la perentoria affermazione della necessità di affidare il servizio idrico esclusivamente ad “enti di diritto pubblico” (la risposta del corpo elettorale al quesito del primo referendum sull’acqua ha abrogato l’obbligatorietà della gestione privata). Nei suoi interventi il consigliere del PDL ha sottolineato che la natura pubblica di chi gestisce non è sufficiente a garantire efficienza e trasparenza di gestione, come insegna l’esperienza di tante municipalizzate, comitati di gestione ed altri organismi similari diretti, oggi e in passato, con criteri esclusivamente politici e di sottogoverno. Da qui il voto di astensione”.

Ndr,- del “Fendente” – Quindi il consigliere Menichella ed il PDL vogliono far credere che  ha bocciato la mozione presentata dai gruppi che sostengono il sindaco Daniela Frullani  !?………..Da qui il voto di astensione !!!!!!!! Così si legge sul comunicato stampa del Pdl; così forse debbono sapere quei “creduloni” di cittadini (ndr.); ma si rasenta la presa in giro per chi legge, perchè “non” è così. 

Amici lettori, vi chiediamo: “da quando un voto di astensione è ritenuto “una bocciatura”, “un voto contrario”.  Forse  perché lo sostiene  il Pdl  ?

Eppure, sappiamo fino a prova contraria che, se dobbiamo e vogliamo (soprattutto) bocciare qualche proposta,  occorre votargli contro, occore un “NO”, non una astensione che è come un nulla di fatto.

Come mai consigliere Menichella, le motivazioni che lo hanno portato ad astenersi, “NON” le ha ben chiarite con il suo candidato a sindaco che invece ha votato contro la mozione della Frullani e quindi della maggioranza ed a favore della mozione Bianchi ecc…?

Signor Menichella, Lei non ha votato contro, si è astenuto che è come “lavarsene le mani” , non cerchi altre giustificazioni .

La Redazione

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Osservazioni al consigliere Menichella sul suo voto di astensione

  1. Pasquale in ha detto:

    Sig. Menichella, non ci prenda per il c..o dove è stato gli ultimi cinque anni, non vedeva o non sentiva mentre il suo Sindaco predicava una cosa al Borgo e ne faceva un’altra ad Arezzo, chieda lumi al Consigliere già delegato Bivignani, eravate nella stessa squadra o nò?
    Pasquale

  2. Stoppino . (utente anonimo) in ha detto:

    Il Direttore del Fendente ,come sempre ha dato la spiegazione più limpida che possa esistere.
    Da buon giornalista ,privo di condizionamenti di colore ,con l’inchiostro migliore ,ha giustamente definito “l’astensione” un chiaro “lavarsi le mani del problema”.
    Da che mondo è mondo in ogni “scheda” c’è un SI e un NO.
    Mai votazioni,hanno visto una casella da crociare con scritto “forse” ,o “mi astengo”.
    Signor Menichella, ( e affini ) fatela finita con queste patetiche buffonate !!
    Il sole è alto , S V E G LI A T E V I che è l’ora.
    Stoppino. (utente anonimo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: