Archivio del Fendente

2007-2011

“LO SPOSALIZIO TORNI A CITTA’ DI CASTELLO”

 Città di Castello –  “Dopo la scarsa attenzione dimostrata, la Pinacotecadi Brera ha il dovere morale di concedere a Città di Castello almeno un rientro provvisorio dello sposalizio della Vergine”. E’ quanto chiede il consigliere regionale umbro Andrea Lignani Marchesani, del Pdl, sul capolavoro di Raffaello esposto nel museo milanese ed ora a rischio per infiltrazioni d’acqua.
L’opera venne commissionata dalla famiglia Albizzini per la cappella di San Giuseppe nella chiesa di San Francesco a Città di Castello. Si trattava dell’ultima importante opera commissionata al giovane artista nella città umbra. Lignani annuncia un’interrogazione per sollecitare la giunta regionale umbra “per ottenere almeno un evento a Città di Castello che preveda il rientro nel luogo di origine dello Sposalizio della Vergine di Raffaello”. Lignani sottolinea “un vistoso gap di manutenzione sul capolavoro dell’urbinate da parte della Pinacoteca di Brera”: questo farebbe “automaticamente cadere i numerosi dinieghi che nel corso del tempo il museo milanese ha opposto nei confronti delle richieste provenienti dall’Umbria, soprattutto in occasione di ricorrenze raffaellite». Per il consigliere umbro, “Brera meriterebbe di perdere definitivamente lo ‘Sposaliziò, a favore della Pinacoteca di Città di Castello. Parrebbe un’utopia ma, forse, con adeguate pressioni politiche, almeno si potrebbe prevedere un prestito, che risarcirebbe almeno in parte la nostra terra dello scippo perpetuato dai soldati napoleonici nel corso delle loro varie razzie nel territorio italiano”.(da Affaritaliani.it)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: