Archivio del Fendente

2007-2011

Stop alle missioni all’estero

Egregio Presidente, le missioni all’estero non ce le possiamo permettere.

Egregio Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ritengo che, in questo Paese sconquassato, i cittadini possano riconoscere ed identificarsi in due istituzioni: La Presidenza della Repubblica e l’Arma dei Carabinieri. Apprezzo e le sono grato per il ruolo di garanzia che oggi rappresenta, ma, su una questione fondamentale, siamo in totale disaccordo: le missioni militari all’estero. Non mi considero né guerrafondaio, né contrario senza se e senza ma. Non voglio, quindi, entrare nel merito delle missioni (anche se alcune appaiono di dubbia utilità e giustificazione), tuttavia, in momento di taglio di servizi essenziali e richiesta di pesanti sacrifici in Patria, ravviso l’opportunità di interrompere le nostre missioni militari all’estero.
Egregio Presidente, non le vorrei sembrare egoista, deve, però, comprendere che risulta difficilmente accettabile investire nella sicurezza (ipotesi ottimistica) degli altri popoli, quando non abbiamo risorse per garantirla a casa nostra. Insomma secondo lei sono opportune ed io ci voglio credere, ciò nondimeno questi 1,6 miliardi di euro l’anno non ce li possiamo permettere.  E stia sereno, non sarà sicuramente questo che ci farà perdere (ammesso che oggi ci sia) prestigio internazionale.            -( preghiera di un italiano-)

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: