Archivio del Fendente

2007-2011

E’ da tanto che se dice cosa bisogna fare!……ma quando se fa?

Sansepolcro – Quando il Sindaco dichiara:  “ ………… Vanno coordinate le autorizzazioni a determinati eventi ed iniziative, perché come è  successo la settimana scorsa dare l’autorizzazione a due o tre locali contemporaneamente con musica dal vivo è sbagliato ………………. ”, giusto, ma:basterebbe che l’assessore al ramo dica all’ufficio che rilascia le autorizzazioni di rilasciarne una per volta; magari dicendogli fino a che ora possono fare chiasso dopodiché la pattuglia dei vigili può intervenire se “l’artista” non rispetta gli orari. Speriamo quindi che l’assessore al ramo lo faccia prima di Natale perché a quel punto la musica dal vivo non la fanno più.

Noi lettori ricordiamo una nota del “Fendente” che già un mese fa, il 05.08.2011, aveva sollecitato l’azione da seguire; vorremmo che la nota fosse gentilmente ripubblicata.

Eccola:

Sorridendo di fronte alla simpatica vignetta pubblicata su SATURNO NOTIZIE del 4 agosto  ……. e pensando al carnevale, viene in mente immediatamente VENEZIA;   proprio da VENEZIA arriva la seguente notizia utile per la sindachessa qualora ancora non sapesse quali siano i suoi compiti, ma interessante anche per la vecchia amministrazione che nonostante le promesse proprio nulla ha fatto per risolvere il problema del caos dentro il centro storico. A voi cari lettori:

Pubblica sicurezza e poteri dei sindaci

Ordinanze sindacali, anche Venezia dice si’ al proibizionismo

E’ legittima, in quanto emessa a seguito di sufficiente istruttoria, un’ordinanza sindacale contingibile e urgente ex art. 54, D.Lgs. n. 267/2000, che, per motivi di sicurezza urbana, ha disposto il divieto, nei confronti di un supermercato, di somministrare bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 18, fino all’orario di chiusura delle attivita’ e fino a una determinata data. La sentenza segue l’orientamento gia’ adottato dal TAR di Milano lo scorso maggio (sentenza n. 1290/11).

Con il provvedimento impugnato, il Sindaco del Comune resistente aveva ordinato alla struttura di vendita interessata il divieto di vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 18 fino all’orario di chiusura delle attività per un determinato arco temporale.

La motivazione del predetto provvedimento, ha osservato il Collegio, risiedeva nella circostanza per cui nei pressi del medesimo esercizio commerciale era particolarmente diffuso il consumo di bevande alcoliche sulla pubblica via, con conseguenti fenomeni di disturbo alla sicurezza urbana per i frequenti litigi tra persone in stato di alterazione alcolica, sfociati talvolta in episodi violenti, anche con risse tra soggetti che avevano acquistato alcolici nel supermercato in questione.

Orbene, il T.A.R. veneto ha evidenziato come l’impugnata ordinanza sindacale costituiva l’epilogo di un’adeguata istruttoria condotta dalla civica Amministrazione, anche in considerazione della relazione del Questore, ove erano stati elencati gli episodi di pericolo per la sicurezza pubblica verificatisi nei pressi e all’interno del supermercato ricorrente.

Di conseguenza, il G.A. di Verona ha dichiarato legittimo il provvedimento di divieto, atteso che il Sindaco del Comune aveva puntualmente osservato il disposto di cui all’art. 54 del T.U.E.L., secondo cui, in presenza di motivi di sicurezza urbana, lo stesso può modificare gli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici.

Tanto, del resto, a opinione del giudicante, aveva trovato conferma anche considerando la limitatezza nel tempo degli effetti del provvedimento impugnato che, pertanto, risultava circoscritto proprio in relazione a quelle necessità di ordine pubblico cui fa riferimento l’art. 54 cit.

Per tali ragioni, il ricorso è stato ritenuto infondato.

P.S.-Al sindaco dott.ssa Daniela Frullani, il “Fendente” dice: “Avanti, coraggio, Lei ha la Legge dalla sua parte, agisca se lo ritiene opportuno; i cittadini La ringrazieranno”.

 -La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “E’ da tanto che se dice cosa bisogna fare!……ma quando se fa?

  1. Il Condor (utente anonimo) in ha detto:

    La frase ORA O MAI PIU’ ,fu’ molto TONANTE in campagna elettorale .
    Tutti si aspettano il cambiamento ,ma tuona tuona tuona ,non si vede una goccia di acqua che rinfresca i bollori di questa città allo sbando.
    Egregio Direttore :
    Di sicuro Baristi,Pubbisti,e distributori di cibi e bevande ,leggono articoli che parlano di loro,ma nessuno (anche con nome anonimo) interviene mai.
    Si comportano da veri corvi silenziosi.
    Come mai ?
    E’ mai possibile che non abbiano da dire la loro ?
    Il Condor (utente anonimo)

  2. Pingback: Dire che sia vergogna è poco se i fatti stanno così | II FENDENTE

  3. Marco,Serenella,Tiziana,Renato,Gianni,Luigi,Giuseppe,Filomena ed altri (utenti anonimi) in ha detto:

    Ieri sera,venerdi’ 2 settembre ,bellissimo spettacolo in piazza ,realizzato da giovani con la testa sulle spalle.
    Organizzazione,ordine,partecipazione educata.
    Altrove,il copione di sempre : assembramenti che inibiscono le vie pubbliche,tavoli che ingombrano l’intera via maestra,mani con enormi bicchieri di bira,vino ed altro.
    Tre vigili PAGATI DA TUTTI che passeggiano,non curanti di quanto accade in tema di viabilità.di spazi pertinenziali concessi che ben conoscono,senza orecchie per udire il superamento indiscusso dei decibel per la musica assordante proibita.
    Cosa dire di più ?
    Fortunatamente ,anche se gli addetti ai lavori preposti non usano le telecamere,molti di noi hanno filmato con i formidabili telefonini di cui tutti possono far uso,quanto accade e lo produrranno alla magistratura a colori e con audio in plurimi DVD che andranno anche sul web.
    Ci dispiace,sarà una figuriccia, ma l’unico sistema di protesta ,è sbattere in faccia la verità a chi non è colluso con questa barionda che il Borgo già in crisi non merita.
    Marco,Serenella,Tiziana,Renato,Gianni,Luigi,Giuseppe,Filomena ed altri (utenti anonimi)

  4. Chicco in ha detto:

    Il nuovo sindaco, che ho votato, sperando in un cambiamento vero, dopo la disastrosa gestione dell’ultima giunta, mi sta deludendo. Credo, ritengo, spero, riesca a prendere veri, seri, precisi provvedimenti a tutela dell’ordine pubblico e del diritto al riposo di tutti i cittadini dell’intero del comprensorio e non solo del centro storico. E’ giusto che il commercio viva, forse, forse è giusto che i giovani si sballino, ma è altrettanto giusto tutelare anche chi la mattina si alza presto per andare a lavorare! I locali vanno chiusi “TUTTI”, senza deroghe compiacenti alle ore 1,00 e, se questo sindaco è davvero dalla parte di chi lavora e produce, e non solo di chi si diverte, sporca, schiamazza,e vive alle spalle dei genitori, lo dimostri. Ora o mai più … come dice, anzi diceva, uno recente slogan di sinistra!

  5. Cicciobello in ha detto:

    Se vogliono insordire la gente ,vadano a Montevicchi questi maleducati di gestori, e con loro chi gli concede i permessi.
    MA I PERMESSI LI AVEVANO? QUALCUNO HA VERIFICATO SE ERANO REGOLARI?

  6. Antonietta (utente anonima) in ha detto:

    ……………………..magari dicendogli fino a che ora possono fare chiasso.
    Ma stiamo scherzando ?
    Fare intrattenimento non autorizza a far tremare muri e vetri con la musica A PALLA .
    Se vogliono insordire la gente ,vadano a Montevicchi questi maleducati di gestori, e con loro chi gli concede i permessi.
    Antonietta (utente anonima)

  7. Pasquale in ha detto:

    Egregio Direttore, ammiro il suo impegno ma hò l’impressione che parli a un sindaco che non c’è, ancora non è stata capace di procurarsi un portavoce data la sua latitanza da questo Paese, forse è ancora impegnata con l’Amministrazione precedente, le risulta che si sia dimessa?
    saluti Pasquale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: