Archivio del Fendente

2007-2011

CULTURA: FESTIVAL ANGHIARI, AUTOBIOGRAFIA DIVENTA PROTAGONISTA

Anghiari – Nessuno si alza. Le emozioni suscitate dallo spettacolo ‘Non mi ricordo‘ di Ginetta e Pino Maineri arrivano nel profondo dell’anima, e’ come se nessuno volesse lasciarle scendere, alzandosi. Sul palco Ginetta e Pino hanno raccontato la loro storia, quella della loro vita insieme, della loro vita cambiata dopo l’incidente che ha colpito Pino nel 1996, e gli ha portato via tutta la memoria, lasciando Ginetta a viverla per entrambi, a recuperarla, a ricostruirla. Poi Ginetta scende dal palco, per salutare, parlare e raccontare e il pubblico si alza, per andarle incontro. Si e’ chiusa cosi’ la prima giornata del Festival dell’Autobiografia, evento che prosegue fino a domenica ad Anghiari.
Oggi invece protagoniste le esperienze e i progetti svolti in tutta Italia: raccolte di storie di vita, l’esperienza di Memoro, Banca della memoria, la scrittura autobiografica nel disagio psichico. Le persone sono attente, partecipi, si muovono per l’antico Borgo con il desiderio di ascoltare e sentirsi coinvolti.
Un percorso che giunge alle esperienze piu’ forti di vita: Pino Masciari, sul palco nella piccola piazza del Popolo gremita ha raccontato la sua lotta contro la ‘ndrangheta, la sua vita, quella durante la quale ha dovuto organizzare il suo coraggio, quella della quale ha scritto la storia, racchiudendola in un’autobiografia di forte impegno civile (Organizzare il coraggio, ADD edizioni). Seguito dal ricco intervento di Jaqueline Morineau, mediatrice umanista conosciuta in ambito internazionale per la lunga esperienza di mediazione in Africa e in Europa.
La seconda giornata si chiude con Andrea Scanzi che racconta il suo Gaber in un teatro al completo, portando per la prima volta in provincia di Arezzo lo spettacolo appena lanciato dalla Fondazione che porta il nome dell’artista.
Grande attesa per oggi, sabato 3 agosto. Alcuni tra i maggiori studiosi di autobiografia dialogheranno tra loro e nel pomeriggio, si parlera’ di cura con le autrici Sonia Scarpante e Paola Dallolio, che parleranno della loro esperienza di malattia e di fragilita’ e dolore, attraverso il percorso narrato da Maria Giovanna Farina e dalla presentazione del testo di Emanuela Violani, che racconta degli abusi vissuti per una vita dalla protagonista.
E la sera ancora in Teatro, sul palco nel suo CLASH TO ME- racconto punk di provincia, Andrea Merendelli accompagnato dagli STRA conferma il successo dello spettacolo, che nonostante sia stato replicato piu’ volte in Valtiberina riscuote sempre un gran successo. Con un pubblico attento ad ogni ‘imput’ proposto dal Festival, Anghiari si conferma ancora una volta come Citta’ dell’Autobiografia, unica in Italia.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: