Archivio del Fendente

2007-2011

Redazionale: allora il “Fendente” era nel giusto quando criticava la “squadra polcriana”

Quando il giornalismo, alla fine,  “dà a cesare quel che è di cesare”

Valtiberina – “Allora”, quando il “Fendente” faceva notare alla “vecchia” amministrazione ‘polcriana’ le molte cose che non andavano, fummo tacciati di raccontare menzogne, di fare uno sporco gioco politico in favore dell’opposizione, e tante altre belle, o meglio brutte cose.“Adesso”, quasi la continuità di un malessere ormai incallito per il “nulla fatto” in precedenza, ecco che si è levata un’ altra voce che mette in risalto certe mancanze. Fin qui nulla di anormale, poiché solo mettendo in luce le cose che non vanno si possono trovare rimedi, però notiamo che: il giornalista che attualmente denuncia giustamente ciò, prima, quando lo faceva il “Fendente” si precipitava a smentire con comunicati stampa le realtà che denunciavamo; forse era incaricato o meglio comandato dalla persona che era a capo di una amministrazione comunale e di cui quel giornalista era addetto stampa?

Ora che tutto è cambiato, finalmente ci dà ragione, è si perché il suo articolo a titolo: “Parcheggi selvaggi, nel mirino Porta del Ponte”, pubblicato su “Sansepolcro informa” del 09.09.2011, così inizia: “ Parcheggio selvaggio, ci risiamo……”(emblematico il ‘ci risiamo’-ndr.) per concludere:”… E con l’occasione, inoltriamo anche l’appello a chi di dovere di mettere le mani sull’intera area della sosta a Porta del Ponte, ridotta ad autentica mulattiera e dove la triste consuetudine del “parcheggio dove capita” sembra ormai consolidata. Magari, oltre ad eliminare buche e avvallamenti, basterebbe ridisegnare e delimitare gli spazi di sosta con tratti di vernice ben evidente sull’asfalto, lasciando liberi per la circolazione gli altri, per ottenere un primo risultato degno di un paese civile”.

Terminiamo la nostra precisazione con un famoso detto: “Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi”.

Il coperchio è arrivato.

-La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Redazionale: allora il “Fendente” era nel giusto quando criticava la “squadra polcriana”

  1. Fiaschiana in ha detto:

    Certe volte sarebbe meglio che i politici pensassero un giorno in più e analizzassero bene le cose prima di farle, anzichè correre dietro al ritorno di pubblicità che si immaginano di ottenere dalla novità.
    E’ anche vero che per far questo occorre una certa predisposizione mentale all’analisi dei problemi.

  2. Bottiglione (utente anonimo) in ha detto:

    Nei giornali locali , “La casina dell’acqua” ha eliminato oltre 10 kilometri di bottiglie messe in fila,ma ha prodotto intorno a se una nuvola di parcheggiatori maleducati.
    Non sempre funziona l’equazione tra un servizio e un conseguente disservizio.
    Conoscendo le ben note brutte abitudini incurabili di quel parcheggio disordinato,forse valeva la pena progettare una posizione più consona alla fonte che funziona a gettoni.
    Grazie Fendente per le giuste e civiche precisazioni sui fatti che da sempre ci dai.
    Bottiglione (utente anonimo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: