Archivio del Fendente

2007-2011

Crisi Italia, Fmi e Cina ultimi salvagente

Borse europee a picco. Spread a 400

Dopo un nuovo accumulo il Fondo monetario potrebbe fornire sostegno al nostro Paese. L’ipotesi viene rilanciata dal Wall Street Journal. Se così fosse si tratterebbe del primo caso per un Paese G8. Adesso è ufficiale. La salvezza dell’Italia non passerà più dalla Bce bensì, a quanto si apprende, dai grandi investitori stranieri. In prima fila, ha rivelato ieri il Financial Times, c’è la ricchissima Cina, già maxi creditrice degli Stati Uniti (possiede treasuries per 1.000 miliardi) e ora, si scopre, anche detentrice di qualcosa come il 4% del debito pubblico italiano (circa 76 miliardi di dollari, e la cifra potrebbe crescere in futuro). Ma i cinesi, inizia a ipotizzare qualcuno, potrebbero non essere gli unici salvatori della Patria dal momento che, sullo sfondo, comincia a profilarsi un nuovo e insospettabile soccorritore: il Fondo monetario internazionale, che dopo un nuovo accumulo di riserve potrebbe ora fornire il suo sostegno proprio all’Italia. Se l’ipotesi fosse confermata, si tratterebbe del primo caso in assoluto per un Paese del G8  (di Matteo Cavallino)

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: