Archivio del Fendente

2007-2011

Corecom, unanimità sulla proposta di legge di Mugnai (Pdl)

Componenti sospesi se si candidano:«Inaccettabile far coincidere controllore e controllato».

Ieri il voto in V Commissione. Il passaggio in aula alla prossima seduta.Sospensione dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom), l’organismo di garanzia sulle comunicazioni di massa che è anche deputato alla vigilanza sul rispetto della par condicio, per quel componente che intenda candidarsi alle elezioni amministrative o politiche: è quanto stabilisce la proposta di legge (pdl) che ha come primo firmatario il Consigliere regionale del Pdl Stefano Mugnai e che ieri è stata votata all’unanimità dalla Commissione cultura del Consiglio regionale chiamata a esprimere parere referente. La proposta di legge Mugnai ora è destinata al vaglio dell’assemblea toscana, dove approderà nella prima seduta utile, quella del 27 e 28 settembre prossimi. L’iniziativa di Mugnai era scattata nell’aprile scorso, a partire da un caso verificatosi proprio in quella campagna elettorale per le amministrative. Il punto è che attualmente la normativa prevede unicamente incompatibilità di ruoli per chi è già membro di organi elettivi e non, invece, per i candidati a tali cariche politiche. Restano fuori le campagne elettorali. Ed è importante, perché è in quelle che un candidato che sia anche membro del Corecom, organismo deputato tra l’altro a vigilare sulla par condicio e sulla regolarità delle trasmissioni tv in periodo elettorale, verrebbe a trovarsi nella posizione di controllore e controllato. «E’ un vulnus inaccettabile – spiega Mugnai – che con questa pdl puntiamo a sanare. Certo, dovrebbe esser sufficiente il buon senso dei singoli. Ma se questo non dovesse bastare, meglio normare». Così, con il nuovo testo per il componente del Corecom che intendesse candidarsi scatterebbe la sospensione dal Comitato in via temporanea, ovvero per la durata della campagna elettorale. Dopo, in caso di elezione, subentrerebbe l’incompatibilità che la norma già prevede.

La pdl di Mugnai va infatti a incidere sulla legge attualmente in vigore (la 22/2002) introducendo l’articolo 22bis dal titolo Sospensione. Il nuovo testo predisposto da Mugnai recita così: «I componenti del CO.RE.COM candidati alle elezioni del Parlamento europeo e italiano, dei Consigli regionali, provinciali e comunali, sono sospesi dall’incarico e dalle funzioni dalla data di presentazione delle liste elettorali alla data di proclamazione degli eletti. Nel periodo di tempo di cui comma 1, al componente del CO.RE.COM è sospesa l’indennità di funzione. E’ fatto obbligo ai componenti del CO.RE.COM comunicare al Presidente del Consiglio regionale, alla data di presentazione delle liste elettorali, la loro candidatura alle elezioni di cui al comma 1».

La relazione che accompagna la pdl spiega ancor più nel dettaglio: «Con la presente modifica verrebbero superate quelle problematiche che si potrebbero verificare qualora un membro del CO.RE.COM dovesse trovarsi nella duplice veste di candidato per una carica politica rispetto alla funzione di controllo del CO.RE.COM, che per sua stessa natura deve essere libera e terza».

Va da sé, infatti, che far parte del Corecom un aiutino lo potrebbe dare. Infatti, la normativa regionale attribuisce proprio al Corecom funzioni di controllo e vigilanza sulla comunicazione di massa in periodo elettorale. Addirittura, per le elezioni regionali il Corecom cura per l’ufficio di presidenza del Consiglio regionale adempimenti relativi alla pubblicità delle attività di propaganda elettorale a mezzo stampa e radiotelevisiva. In questo senso, spiega la pdl di Mugnai, «l’introduzione nell’ordinamento regionale della sospensione dalla carica per i membri del CO.RE.COM che si candidano ad elezioni politiche ed amministrative trova fondamento nell’esigenza di garantire la perfetta parità di tutti i candidati partecipanti alla competizione elettorale, in modo che nessuno possa esercitare, in ragione dell’ufficio ricoperto, un indebito condizionamento che possa incidere sulla libera scelta degli elettori».

nm-comunicato stampa-

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: