Archivio del Fendente

2007-2011

Berlusconi assediato punta sul Bavaglio

Martedì ddl intercettazioni alla Camera

Torna in Aula il provvedimento per neutralizzare i pm e mettere il silenziatore alla stampa. Il premier ordina ai suoi di fare in fretta e il governo non ci pensa due volte: sì alla fiducia per blindare il testo.

Dopo gli ultimi scandali emersi nelle inchieste di Bari e Napoli, l’esecutivo corre ai ripari. Il provvedimento prevede la pubblicazione degli ascolti telefonici solo per conversazioni rilevanti ai fini del processo, il carcere per i cronisti e per chi passa loro le notizie, più una lunga serie di limitazioni che mette a repentaglio il principale strumento d’indagine per gli investigatori. Il risultato è che sarà più difficile ‘ascoltare’ i mafiosi e impossibile farlo con i preti. Torna anche la “Norma D’Addario” che punisce la registrazione senza il consenso dell’interessato. L’Associazione nazionale magistrati lancia l’allarme con Palamara: “Sono mezzo indispensabile”, ma la maggioranza fa muro. “Certi pm le utilizzano per scopi politici”, dice Cicchito. Il Pdl però non ha fatto i conti con malumori interni  (di Sara Vicoli)

Ndr.-del “Fendente”- Molto poco caro “cavaliere”, siamo pronti a ‘darci alla macchia’ –come nel periodo del passaggio della guerra-. Ma chi credi di essere ? Presidente Napolitano: “SCIOLGA LE CAMERE PRIMA CHE SIA TARDI”.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: