Archivio del Fendente

2007-2011

Sansepolcro: Stadio Buitoni, ovvero, chi doveva “fare” non ha fatto

Stadio Buitoni, una ordinanza e vecchie promesse non mantenute”, questo era stato il titolo di un nostro articolo del 23 settembre, ed avevamo visto giusto, a seguito di una mail inviataci da un ex giocatore dopo l’uscita pubblica dell’Ordinanza del Sindaco, la nr.151 del 31.08.2011 avente per oggetto: “Proroga dell’autorizzazione all’uso dello Stadio Buitoni fino al 30 giugno2012”. La Prefettura di Arezzo, con una nota del 9 settembre 2011, informava il Sindaco di Sansepolcro che, a seguito di quell’ord.151  con la quale veniva ricordato che il provvedimento sarebbe stato in vigore fino a quando la Commissione Provinciale per la Vigilanza nei locali di Pubblico Spettacolo non si sarebbe espressa definitivamente sui lavori da realizzare per mettere in sicurezza l’impianto sportivo….., al riguardo faceva presente che a seguito delle forti riserve espresse  per il progetto del Comune  del 2007, ritenuto carente rispetto alla normativa vigente, nel luglio del 2009 venivano inviati dal Comune nuovi elaborati ed anche per questi la Commissione, nella seduta del 22 luglio, fece presente la mancanza dei pareri preliminari da parte degli Uffici competenti.

Dicembre 2009: presentazione del progetto definitivo di messa a norma dello Stadio e dei pareri favorevoli, la Commissionein data 07.01.2010 esprimeva parere favorevole sulla fattibilità con l’espressa previsione che, prima della realizzazione delle torri faro e dell’impianto di illuminazione, restava in attesa:

a)-del completamento dei lavori di adeguamento del complesso sportivo, conformemente al progetto realizzato dall’ing. Paggini ed esaminato nella seduta del 7 gennaio 2010;

b)-del progetto dell’impianto elettrico generale e di quello di emergenza, completi delle relative dichiarazioni di conformità;

c)-della richiesta di sopraluogo da parte dell’Amministrazione di Sansepolcro.

La Commissione quindi si ritiene “non in condizione”di manifestare il proprio parere come richiesto nell’ordinanza del 31 agosto in quanto, sempre l’Amministrazione biturgense , “non ha adempiuto a quanto richiesto in precedenza per poter esprimere il parere di competenza”.

Attenzione, dal momento che  il “giornalismo serio” va alla ricerca della verità, è giusto ricordare che il “non adempiuto” è stato esclusivamente della precedente Ammnistrazione con : sindaco, vicesindaco e tecnici, basta  rileggere le date di ogni evento.

-La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: