Archivio del Fendente

2007-2011

Sansepolcro: Danilo Bianchi risponde al sindaco Frullani

Il Sindaco Frullani farebbe bene ad incominciare ad occuparsi seriamente, tra gli altri importanti problemi ampiamente trascurati in questi mesi, della questioneacqua bene comune e per fare questo la prima cosa è documentarsi e non farsi raccontare “favole “ da chi è da sempre al servizio dei privati e delle grandi multinazionali.Detto questo, prendo atto che il comune di Sansepolcro era presente all’ultima assemblea dell’Atoo . 4, la cui assenza in mancanza di verifiche ufficiali era stata denunciata in modo dubitativo con l’espressione “ sembra “.

Nel merito la decisione di non procedere verso la cessazione della convenzione di affidamento a Nuove Acque spa è semplicemente un escamotage, per non voler cambiare nulla. E lasciare “ l’acqua “ nelle mani dei privati con le conseguenze drammatiche che tutti conosciamo.

Il confuso comunicato del Sindaco di Sansepolcro, evidenzia sul tema un’arretratezza culturale di almeno dieci anni che non ci sorprende vista la sua totale assenza in tutto questo tempo dalla battaglia per l’acqua pubblica, dichiara con incredibile superficialità che la richiesta di cessazione della convenzione con e Nuove Acque non è più procedibile, visto l’esito referendario che ha abrogato il famigerato decreto 23/bis sulla privatizzazione dell’acqua rendendo illegittime tutte le cessioni di quote e similari.

Se fosse così l’immediata conseguenza, che sfugge alla Frullini, sarebbe la cessazione, con grande gioia dei cittadini, dell’affidamento del servizio idrico a Nuove Acque spa.

Purtroppo penso che le cose non stiano esattamente in questo modo e che l’assemblea dei Sindaci ha volutamente perso un’altra grande occasione per ripubblicizzare il servizio idrico.

Sul tema del referendum auspico dalla Frullani e dal PD almeno un po’ di pudore.

Avete osteggiato da sempre il forum italiano dei movimenti per l’acqua pubblica, ignorato, ed è un’espressione generosa, la raccolta di firme per il referendum e sola negli ultimi due mesi, per un meschino calcolo di opportunità politica, avete cavalcato la battaglia referendaria. Prima o poi i nodi vengono al pettine: non si può essere, a parole, per l’acqua pubblica e nei fatti asserviti a Nuove Acque spa e alla compagnia di Suez, ossequiosi e obbedienti agli ordini di partiti che partono da piazza S. Agostino di Arezzo.

Danilo Bianchi

Gruppo consiliare “La Sinistra“ al comune di Sansepolcro

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Sansepolcro: Danilo Bianchi risponde al sindaco Frullani

  1. Cinzia Celati in ha detto:

    Il prof. Bianchi non credo possa definirsi “politico improvvisato” considerata la pluriennale esperienza quale Sindaco del Comune di Anghiari.
    Cordiali saluti.
    Cinzia Celati

  2. Uno che non è di nessuno in ha detto:

    ma questa frase:”Se fosse così l’immediata conseguenza, che sfugge alla Frullini, sarebbe la cessazione, con grande gioia dei cittadini, dell’affidamento del servizio idrico a Nuove Acque spa.”

    quale sarebbe la gioia di far gestire l’acqua a questa branca de politici improvvisati… Bianchi compreso?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: