Archivio del Fendente

2007-2011

DPC, IDV E SINISTRA SULLA BOCCIATURA DELLA MOZIONE SULLE PARTECIPATE

“IL SINDACO DANIELA FRULLANI (foto)HA SCELTO LA POLITICA CLIENTELARE DELLE POLTRONE”

La maggioranza ha bocciato una mozione di buon senso che chiedeva TRASPARENZA e COMPETENZA per la scelta dei rappresentanti del Comune in enti e società partecipateDurante la scorsa seduta del Consiglio Comunale di Sansepolcro la maggioranza che sostiene il Sindaco Daniela Frullani ha bocciato la mozione presentata da DEMOCRATICI PER CAMBIARE, IDV E SINISTRA riguardante la richiesta di una regolamentazione per la nomina dei rappresentanti in enti e società partecipate di cui fa parte il Comune di Sansepolcro (come ad esempio la COINGAS). Questa mozione voleva mettere fine all’utilizzo di queste nomine per dispensare poltrone agli amici dei governanti di turno e a politici sulla via del tramonto e bisognosi quindi di un posto per rimanere sulla breccia. Con questo atto si chiedeva di scegliere i rappresentanti del Comune in maniera trasparente e in base alle competenze e al merito. La maggioranza, con in testa il suo Sindaco Daniela Frullani, ha bocciato la mozione in maniera sprezzante e senza portare valide motivazioni sulla bocciatura. La maggioranza nemmeno ha cercato di aprire un confronto sulla questione, snobbando completamente le richieste delle minoranze.
Questo totale rifiuto di voler aprire un dialogo è la dimostrazione palese che il Sindaco Daniela Frullani è in completa balia di un partito, il Partito Democratico dei senatori e della vecchia politica, che è il regista di un’azione politica interessata solo a distribuire incarichi ai propri amici e che snobba le problematiche di Sansepolcro e dei suoi cittadini. Il famoso rinnovamento tanto sbandierato in campagna elettorale dal Sindaco Frullani si è già esaurito ai nastri di partenza dell’operato della sua amministrazione.
Che fine hanno fatto poi i duri e puri della lista IN COMUNE? I fatti stanno evidenziando che la loro lista era solo un bluff costruito appositamente per le elezioni, dopo le quali sono scomparsi nel nulla.
La coalizione costituita da DEMOCRATICI PER CAMBIARE, IDV e SINISTRA continuerà a lavorare per cercare di mettere fine ad una politica di tipo clientelare che mette a repentaglio il bene della nostra città.

Democratici Per Cambiare
Italia Dei Valori
La Sinistra

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “DPC, IDV E SINISTRA SULLA BOCCIATURA DELLA MOZIONE SULLE PARTECIPATE

  1. POMODORO in ha detto:

    Bingo Signora Erika. I commenti a latere in griglia sono tutti suoi. Complimenti.

    • Erika Chiasserini in ha detto:

      Eh si, ho qualcosa da dire e non ho paura di farlo, senza nascondermi vigliaccamente dietro uno pseudonimo pergiunta. E’ un problema?
      Saluti

  2. POMODORO in ha detto:

    Fuori dal coro;
    La mozione presentata dai Democratici per Cambiare, IDV e Sinistra è del tutto condivisibile perchè introduce concetti etici e di trasparenza molto opportuni sopratutto in questo momento in cui la erogazione di privilegi clientelari ha raggiunto livelli intollerabili sotto il profilo della giustizia sociale. Erogare stipendi o contributi a persone che fanno finta di partecipare al controllo ed alla gestione di strutture che gestiscono interessi milionari dei cittadini è quantomeno materia che merita di essere discussa e quantomeno ridefinita. Corro il rischio di spendere una opinione a favore di chi questa mozione l’ha respinta. Se negli accordi preelettorali si è speso l’impegno di sistemare qualche candidato trombato per portare avanti un progetto di rinnovamento questo impegno va onorato. Attenzione: questo non giustifica la continuazione di tale prassi nel futuro ma
    spiega la decisione sofferta del presente. A tutti quelli che sia dalla opposizione che dalla Amministrazione lavorano e si impegnano per un effettivo rinnovamento politico, etico, amministrativo auguro di tutto cuore buon lavoro.

    • Erika Chiasserini in ha detto:

      Certo gli impegni vanno onorati mentre le promesse elettorali : chissenefrega eh??
      Allora era giusto dirlo in campagna elettorale aggiungendo alle PROMESSE DI CAMBIAMENTO, DI RINNOVAMENTO E DI POLITICA TRASPARENTE una postilla: * solo dopo che avremo sistemato tutti i trombati de partito che si sono fatti da parte per non andare a sicura sconfitta, dopo aver ripagato con poltrone e lauti stipendi tutti quelli che hanno portato voti per vincere queste elezioni (anche se fossero solo 200), varie ed eventuali.

  3. leonardo mazzi in ha detto:

    YYankee,lasci stare Bianchi che non ho neanche votato,ma i ragazzi dei democratici per Cambiare ,in particolare,hanno ragione.Quello che loro chiedevano è già norma in molti comuni d’Italia ,a partire dal vicino Città di Castello,fino a quello di Bologna,passando per Firenze.Certo , se c’è necessità di sistemare il Sig.Boncompagni,attualmente,ancora segretario PD e capogruppo PD è evidente che sindaco e maggioranza abbiano assunto tale contraria decisione.Aggiungo:IN MOLTI COMUNI,VEDI FIRENZE,SI CHIEDE,PER CERTI INCARICHI, LA DISPONIBILITA’ A QUALSIASI CITTADINO ACCOMPAGNATA DA UN PERSONALE CURRICOLO E SE ,MAGARI,NON FOSSERO ANCHE DISPONIBILI A NESSUN COMPENSO.E QUESTO PERCHE’ AL BORGO NO!!!????Pensate a quante competenze a costo zero (es.pensionati laureati,esperti,con pluricompetenze aziendali e managerali…) CI POTREBBERO ESSERE !?Perche’ non provare?Ah,dimenticavo,i curricula ,nei comuni dove la cosa già funziona,sono valutati da una COMMISSIONE PARITETICA NOMINATA DAL CONSIGLIO COMUNALE.Grazie per l’ospitalità!

  4. yankee doodle in ha detto:

    quelle tortorelle che firmano il comunicato potrebbero chiedere al loro colombone bianchi quanti regolamenti ha approvato e quanta partecipazione popolare ha usato nelle designazioni che da sindaco fece, partecipò a fare o condivise
    dalle torri di anghiari aspettano ti ….tubanti

    • Erika Chiasserini in ha detto:

      Se non si hanno argomenti si potrebbe evitare di dar fiato alle trombe tanto per spostare l’aria contribuendo così ad aumentare il caos nell’universo e a consumare inutilmente cO2 aggravando il problema dell’inquinamento. Comunque già che ci siamo possiamo dire che, NON AVENDO VINTO, non è di Bianchi l’obbligo di rispettare le promesse elettorali. L’unico obbligo è quello di verificare che i VINCITORIi rispettino il PROGRAMMA ELETTORALE (ops.. già, la Frullani non ce l’ha ancora un programma!). Che rispettino almeno le promesse di cambiamento, trasparenza e nuova politica con cui hanno infinocchiato qualche fiducioso e sprovveduto elettore.
      Erika
      p.s. no comment sulla Lista IN COMUNE che si è precipitata ad occupare il posto lasciato libero dai Giovani Democratici per un posto al sole, senza programma elettorale ma promettendo di essere la garanzia del rinnovamento. ECCOLO, E’ DAVANTI AGLI OCCHI DI TUTTI IL LORO RINNOVAMENTO!

  5. Erika Chiasserini in ha detto:

    La coalizione di Bianchi chiedeva che, come promesso in campagna elettorale, si smettesse con la vecchia politica clientelare e dello spartimento di poltrone. Chiedeva che i nominati dal comune fossero persone competenti per il ruolo da ricoprire. Chiedeva che l’appartenenza e la fedeltà al partito fossero una discriminante secondaria rispetto alla professionalità e all’integrità della persona. Chiedeva che fossero nominate dopo un confronto con tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione per rappresentare al meglio la popolazione (ricordo che solo il 32% degli elettori hanno effettivamente scelto questa amministrazione!). Invece la risposta del nuovo sindaco (la novità la ventata di aria fresca, finalmente una donna.. si diceva!!) è stata: Noi abbiamo vinto e le nomine le faccio io!
    Fra un pò si fa come con Berlusconi: “chi l’ha votata la Frullani? Ah bhò.. io no! Io Manco! Io assolutamente! Figuriamoci!!
    Erika

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: