Archivio del Fendente

2007-2011

San Donato, sala operatoria satellite per un convegno scientifico in corso a Firenze

Ginecologi aretini docenti e tutor del corso:”l’isteroscopia moderna, la sua modulazione con i nuovi strumenti”.

Sono oltre 800 le pazienti aretine che  ogni anno si sottopongono ad interventi con tecnica isteroscopica ambulatoriale e circa 200 quelle che lo effettuano in day hospital.

Arezzo– Da oggi  5 al 7 ottobre, specialisti di ginecologia provenienti da tutta Italia prenderanno parte ad un corso di aggiornamento di altissimo livello sull’endoscopia ginecologica, sulle potenzialità delle nuove tecnologie e sul ruolo degli operatori che si sono specializzati in questa materia.

Il corso è organizzato dall’ospedale Palagi di Firenze (sede del corso) dove opera il Centro di Eccellenza in Isteroscopia, che è anche Centro di Riferimento Italiano per la Sterilizzazione tubarica. L’iniziativa è curata e organizzata dalla Asl fiorentina e dalla Asl di Arezzo, che su questa materia ha acquisito negli anni un elevato livello tecnologico e professionale.

E proprio da Arezzo è prevista una giornata di lavoro, per illustrare ai discenti, durante alcuni interventi chirurgici, le tecniche e le innovazioni messe in atto dall’équipe aretina del servizio di chirurgia endoscopica di ginecologia e ostetricia del San Donato che, assieme al centro di chirurgia/day surgery del Palagi, stà costruendo un modulo didattico di collaborazione tecnico scientifica, studio ed interscambio.

Sono temi sconosciuti al grande pubblico, ma ben noti alle pazienti che negli anni hanno visto modificare profondamente la tipologia di intervento alle quali venivano sottoposte. I rapidi avanzamenti della tecnologia e dell’esperienza degli operatori  nel settore isteroscopico,  hanno portato ad affrontare gran parte delle patologie ginecologiche benigne con la tecnica isteroscopica, eseguita in day-surgery riducendo disagi per le pazienti e costi per le Asl. Recentemente, l’ulteriore evoluzione della tecnologia isteroscopica  ha permesso

di risolvere in ambulatorio, quindi senza anestesia e senza degenza, alcune delle  patologie  trattate fino ad ora in day surgery.

E’ proprio quindi nell’ottica di rivalutare e rimodulare  le potenzialità operative dell’isteroscopia che i due centri, quello della Asl fiorentina e il nostro, si incontrano e si integrano ognuno con le proprie esperienze, per fare il punto sulle più recenti tecnologie  a disposizione.

Il 7 ottobre le sale di chirurgia ambulatoriale del San Donato che offrono nell’arco dell’anno prestazioni di diagnostica e chirurgia/ambulatoriale  ad oltre 800  pazienti, verranno  utilizzate  come sala satellite del corso. In questa circostanza alcuni iscritti al corso stesso parteciperanno alla seduta operatoria coordinati ed  affiancati dal dott. Ferruccio Sereni, responsabile del servizio e dall’infermiera professionale Daniela Bacci.

Per la Azienda aretina, oltre a Sereni e Bacci, relatore e docente sarà il direttore della ginecologia, Giuseppe Cariti.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: