Archivio del Fendente

2007-2011

PAPA:”SE PARLO DI BERLUSCONI MI SCARCERANO”

‘Il pm Woodcock’ (foto a sx.)mi ha fatto sapere che sarebbe disponibile a farmi scarcerare a patto che ammetta almeno uno degli addebiti mossimi e renda dichiarazioni su Berlusconi e Lavitola o almeno su Finmeccanica”.

Lo scrive il parlamentare del Pdl Alfonso Papa (foto a dx.), in carcere per l’inchiesta P4, in una lettera consegnata oggi al capogruppo al Senato di Popolo e Territorio, Silvano Moffa.

Così improvvisamente, il pdiellino signor Papa si sente eroe, resiste ai soprusi ma non tradisce con dichiarazioni il superiore amico Berlusconi ed il faccendiere Lavatola, anzi, rende noto di aver denunciato alla procura di Roma i pm napoletani che indagano su di lui.
”Estorsioni, queste si’, vere e proprie nei confronti di un parlamentare sottoposto a custodia cautelare, presunto innocente, che si protesta innocente e rispetto al quale dovrebbe ripugnare a un magistrato serio la sola idea di attuare minacce o pressioni”.

E’ l’accusa che Papa muove ai pm napoletani. Minacce e pressioni, aggiunge, ”tendenti a barattare la liberta’ con compiacenti confessioni di cose false”.

Toh!! Questi ‘pm’ hanno imparato ‘il modo di barattare’ a forza di seguire il premier. Papa, ma taci, nessuno ti può credere (ndr.Fendente).

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “PAPA:”SE PARLO DI BERLUSCONI MI SCARCERANO”

  1. Come no? Berlusconi è il primo compratore-venditore. Lui è lo status di base. Ormai lui compra e vende i pensieri, di chi si fa comperare da lui. Io no!
    Per Il Nano tutti sono comperabili, ma vi pare che un Pubblico Ministero arrivi a ciò, esponendosi così? Ma stiamo scherzando.
    Ormai ha insegnato bene il Nano ai suoi “scagnozzi” come ricattare, il maestro Silvio ha fatto scuola. Purtroppo.
    ——–
    Saluti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: