Archivio del Fendente

2007-2011

Domani, domenica 16 ottobre, la Salma di don Angelo Chiasserini sarà tumulata nel Cimitero di Sansepolcro

Diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro – Nel pomeriggio di oggi sabato 15 ottobre la Salma di Don Angelo Chiasserini, morto giovedì 13 ottobre attorno alle 15.10 per un improvviso malore, sarà trasferita in Arezzo nella chiesa del Sacro Cuore. Le esequie saranno celebrate domenica 16 ottobre alle ore 15. La salma verrà tumulata al cimitero di Sansepolcro. Questa sera alle 21.15 si svolgerà una seconda veglia di preghiera presso la parrocchia del Sacro Cuore. Originario di Sansepolcro era nato il 20/5/1948 e ordinato sacerdote il 4 aprile 1976. Era stato parroco di Gragnano e Santa Maria a Sansepolcro. Da 23 anni guidava la popolosa parrocchia del Sacro Cuore di Arezzo ed era responsabile della Migrantes per Arezzo ela Toscana. Ognianno nel periodo natalizio organizzava una Messa presieduta dal Vescovo nel Luna Park di Arezzo. In Piazza Giotto verrà ricordato anche per aver fondato la mensa parrocchiale per i poveri della zona. In parrocchia aveva contribuito alla nascita dell’associazione “Testa e croce”. Era anche insegnante di teologia all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Arezzo.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Domani, domenica 16 ottobre, la Salma di don Angelo Chiasserini sarà tumulata nel Cimitero di Sansepolcro

  1. Erika Chiasserini in ha detto:

    OGGI 17 Ottobre alle 15.00 presso il DUOMO di SANSEPOLCRO l’ultimo saluto a Don Angiolino e poi processione fino al cimitero.
    Erika

  2. Sono rimasto profondamente turbato nel sapere che non sei più con noi. Subito il mio pensiero è tornato a tempi passati, oramai lontani ma mai dimenticati, all’adolescenza, ai nostri giochi da ragazzi fuori dalla scuola e alle nostre corse in piazza Torre di Berta. Un periodo breve e oramai lontano che oggi ricordo con gli occhi lucidi. Da tempo le nostre strade si erano separate, poche volte ho avuto l’occasione di rincontrarti, poi, l’improvvisa notizia mi ha rattristato profondamente. Hai lasciato tanti amici che soffriranno per la tua scomparsa, ed io mi aggrego a quanti pensandoti ricorderanno la tua equilibrata sensibilità, l’essere sempre prima uomo che religioso e l’avere una parola di conforto e saggezza per ognuno. Ho avuto la fortuna e l’occasione di starti vicino, anche se per poco, ma tanto per apprezzare la tua umiltà e la tua schiettezza, il tuo sorriso e il tuo insegnamento. Ora non mi rimane che il ricordarti e incontrarti ancora nelle mie preghiere, come la certezza che non sarai mai dimenticato.

  3. ROBDEMAT in ha detto:

    Sig. Chiasserini.
    Giocavamo al Palazzo Graziani 100 lire a 5 sopra o 5 sotto oppure a Settemezzo. Fumavamo le nazionali semplici comprate sciolte e senza filtro. Poi venne una mina di fede chiamata Don Battista che sconvolse le nostre coscienze e trasformò questi ragazzi in persone credenti. Inventò il Raggio una specie di confessione comunitaria. Questa mina cambiò in poco tempo lo stile di vita di tanti ragazzi e tu ne fosti uno dei più affascinati tantè che sei diventato sacerdote. Hai preso alla
    lettera l’insegnamento di spendersi per gli altri; non hai nemmeno tenuto conto delle avvisaglie che il tuo stato di salute ti inviava. Da una persona come tante è nato Don Angelo. Noi che abbiamo visto e toccato la grazia non chiediamo al Padre perchè ce lo ha tolto ma lo ringraziamo
    di avercelo dato.
    Riposa in pace amen

  4. cespuglio in ha detto:

    Con te se vanno moltissimi bei ricordi del periodo giovanile dove sei stato maestro di sani principi, parroco che riuscivi ad unire preghiere, canti e giochi.e amico dove rifugiarsi.
    Anche se ultimamente eravamo un pò distanti posso giurarti che mi mancherai ma sono sicuro che da lassù veglierai su tutti quelli che ti hanno conosciuto.
    Da oggi siamo tutti un pò più poveri e soli.

    Cespuglio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: