Archivio del Fendente

2007-2011

Possibile che mai si trovi sul posto, per caso, un vigile urbano ?

Sansepolcro -Si riaccende la polemica per un incrocio critico in una zona molto trafficata della città. Stiamo parlando dell’incrocio, ormai noto alle cronache, di Porta del Ponte oggetto da tempo di lamentele da parte degli abitanti della zona. Il motivo: la sicurezza,specie nell’intersezione che collega Viale Pacinotti con Via dei Banchetti. La zona infatti è da tempo molto trafficata anche per la presenza di un grande parcheggio esterno alle mura e del distributore self-service dell’acqua. Cosa succede in realtà? L’automobilista, ciclista o pedone che procede da Via dei Banchetti, immettendosi in Viale Pacinotti, si troverebbe di fronte ad uno stop.

In quel punto però la visibilità è ridottissima e si rischiano incidenti. “L’incrocio di Porta del Ponte è oramai congestionato tutto il giorno: le auto sfrecciano indisturbate giorno e notte – dicono i residenti della zona limitrofa -. Per non parlare di quando è chiuso il passaggio a livello per il passaggio dei treni: allora tutto è bloccato e ci sono sempre lunghe code di auto”.  

Infatti a certe ore della giornata il passaggio a livello,posizionato quasi a ridosso dell’incrocio, è abbassato per l’arrivo dei treni della Ferrovia Centrale Umbra. In realtà, qualche accorgimento è stato fatto. Dopo alcuni incidenti avvenuti l’anno scorso, è stato istallato dall’altra parte della strada – sul lato destro di Viale Pacinotti quello dei giardini pubblici – un enorme specchio che al soggetto che arriva da Via dei Banchetti permetterebbe di vedere con netto anticipo le auto che provengono da un senso e dall’altro.

Accorgimento che in realtà, a quanto pare, servirebbe a ben poco. “Nessuno fa niente per risolvere la questione, benché di promesse ce ne siano state tante;  aspettiamo solo che succeda qualcosa di grave perché si prendano dei seri provvedimenti come al solito accade  – dicono i cittadini mortificati -. Lo specchio istallato non basta a far diminuire la velocità agli automobilisti o motociclisti che rendono quella strada al pari di una pista da rally.

Ci appelliamo nuovamente all’amministrazione comunale – è il disperato appello – affinché provveda a trovare una soluzione dignitosa anche per questa zona, a tutela dell’incolumità di ognuno”. mm

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: