Archivio del Fendente

2007-2011

Il “Big Bang” ha detto stop, siamo al redde rationem

Ber​lusconi è andato a casa. Ma torna stasera

Lunedì, 7 novembre 2011 – 10:23:15

Silvio Berlusconi è tornato a casa. No, cosa avete capito? Non si è dimesso ritirandosi ad Arcore o in una delle sue ville, come Cincinnato. Semplicemente pochi minuti fa ha preso l’aereo e ha lasciato Roma. Una stramberia, questo rientro nelle mura domestiche nel pieno della crisi. E a parte la battuta, da evitare in momenti drammatici come questo, di un Bunga Bunga pomeridiano, o di una visita urgente al Milan, si deve pensare che a Milano avesse da fare cose troppo importanti, impossibili da svolgere per telefono. Riunisce i figli per un consulto prima delle dimissioni? Sistema cose personali in vista della tempesta?

Il verdetto dei mercati è inequivocabile: Italia giù. Si è perso fin troppo tempo in tatticismi e manovre di piccolo cabotaggio. Se anche ci fosse una maggioranza numerica, manca una maggioranza politica. Di cui non si può fare a meno in un frangente drammatico come questo. Berlusconi ne prenda atto e al ritorno da Milano, previsto per stasera, vada direttamente al Quirinale.

Quale che sia la genesi di questa crisi politica e di questa detronizzazione, è certo che, come diceva Enzo Tortora, Big Bang ha detto stop. Ora il futuro dell’Italia, malato grave e che va portato in rianimazione, non è più nella disponibilità di Arcore e di un cemtrodestra imploso. Si apre una crisi al buio, ma non c’è alternativa. Il tempo è scaduto. (da Affaritaliani.it)

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: