Archivio del Fendente

2007-2011

DEMOCRATICI PER CAMBIARE: “ L’Unione dei Comuni deve essere …

“…un organismo che ottimizzi i servizi delle Amministrazioni locali e non un’ istituzione vuota ”

Nelle ultime settimane i Comuni della Valtiberina stanno discutendo la questione Unione dei Comuni in vista della scadenza del 21 novembre, data entro cui dovrà essere costituita per non veder trasferire il patrimonio dell’ex-Comunità Montana alla Provincia e per non perdere un finanziamento regionale di circa 400.000 euro.

Così intervengono i DEMOCRATICI PER CAMBIARE sulla questione: “E’ grave che i Comuni si siano ridotti all’ultimo momento a discutere di un argomento così importante per il futuro dei servizi della nostra vallata. Ancora più grave è che la discussione verta solamente sulla composizione degli organismi che dovrebbero costituire questo nuovo ente e su tatticismi di campanile. Bisognerebbe, invece, entrare nel merito di cosa l’Unione dei Comuni dovrebbe offrire: condivisione di procedure burocratico-amministrative da parte dei Comuni che compongono l’Unione, ottimizzandole e raggiungendo dei risparmi. C’è bisogno, però, di una discussione seria.

Le uniche paure delle amministrazioni locali sono quelle di perdere un finanziamento che, sebbene cospicuo, non vi è idea di come utilizzare e di fare prevalere le ragioni di un Comune sull’altro o di una fazione politica sull’altra.

Noi a questo tipo di discussione non ci stiamo, queste logiche non ci appartengono!!

L’Unione dei Comuni deve rappresentare una via per dare nuove prospettive alle amministrazioni locali, impoverite da tagli sempre più feroci  del governo centrale.

Tanti sono i servizi che potrebbero essere abbracciati dall’Unione dei Comuni: trasporti e mense scolastiche, servizi legali, servizi di progettazione interna, polizia municipale, servizi sociali e turistici, personale, gestione dei tributi.

I sindaci inoltre dovrebbero essere i protagonisti della gestione dell’Unione dei Comuni, affinchè le amministrazioni locali si sentano parte integrante di questo organismo amministrativo, prima ancora che politico.

Solo discutendo in questi termini noi DEMOCRATICI PER CAMBIARE siamo disponibili a dare il nostro contributo, mentre ci opporremo a qualsiasi tentativo di creare un contenitore vuoto che sia solamente terreno di giochi di potere e di poltrone. Noi vogliamo un’ Unione dei Comuni piena di contenuti ed efficiente che rispecchi quanto sostenevamo in campagna elettorale: una Valtiberina unita e forte!!”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “DEMOCRATICI PER CAMBIARE: “ L’Unione dei Comuni deve essere …

  1. giulio borghese in ha detto:

    veramente pensate che questa unione serva a qualcosa?????o e’ il solito carrozzone per far poltrone??? e poi questi comunicati che non dicono niente fatti in politichese che nessuno capisce…fareste meglio a tacere visto che…
    A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio!!!!!

  2. leo in ha detto:

    Condivido pienamente il comunicato dei Democratici per Cambiare e ,se mi è concesso,vorrei aggiungere che proprio,così come la prefigura il nuovo statuto,ancora una volta,l’Unione dei Comuni,sembra più funzionale alle logiche partitiche e di piccoli gruppi di potere che non capace di rispondere ai veri e tanti bisogni della nostra vallata.Grazie!

  3. Ernesto in ha detto:

    No capisco la necessita’ di scrivere un comunicato del genere: ” non dice niente di nuovo o di propositivo ” … e’ il solito articoletto ” tanto per uscire sui giornali

  4. Pasquale in ha detto:

    Se non è zuppa è pan mollo, doveva essere soppressa la Comunità Montana, visto che non ha mai fatto nulla per i cittadini, a parta l’odiosa tassa, ora basta cambiargli nome e credere che non sia più il solito carrozzone dove infilare i trombati dei vari partiti. Che siete DEMOCRATICI l’avete dimostrato. Che vogliate CAMBIARE ho qualche dubbio.
    Saluti Pasquale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: