Archivio del Fendente

2007-2011

Anghiari città del ricordo annuale per la strage di Nassiriya

Anghiari ricorda  “tre”  stragi                                             

Ore 08:40 del 12 Novembre 2003 : un camion cisterna pieno di tritolo scoppiò davanti alla base italiana dei Carabinieri a Nassirya, provocando la distruzione della stessa base e la morte di 28 uomini tra carabinieri, militari e civili. Sono passati ben otto anni, ma Anghiari non dimentica. Si tenuta infatti, questa mattina alle ore 11, al Campo alla Fiera, la cerimonia ufficiale per ricordare le vittime cadute in quel drammatico attentato, seguirà la deposizione di una corona di alloro sulla Stele commemorativa da parte di alcuni ragazzi.  Alle celebrazioni sono intervenute autorità militari e civili, le scuole e varie Associazioni d’Arma in congedo.

Anghiari che aveva già dato molto sangue nel periodo della seconda guerra mondiale ed esattamente 5 (cinque) impiccati al valico della Scheggia – mese giugno ’44– e ben 15 (quindici morti tra carabinieri e civili) il giorno 18 agosto  1944 (ore 10,50 circa) per l’esplosione della locale Caserma  CC.Reali, “triplica” così il suo dolore ricordandosi anche di questi “nuovi eroi. Signor Sindaco di Anghiari avv.to La Ferla e signor comandante provinciale di Arezzo, colonnello Antonio Frassinetto:

“fate che  rimanga la volontà nella nostra popolazione di mantenere sempre viva la memoria di coloro che hanno donato la vita per la pace e la libertà nel mondo (Nassiriya) e per la cittadina di Anghiari (contro il nemico) perchè  è giusto rendere loro omaggio. ”

-la Redazione-

 

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: