Archivio del Fendente

2007-2011

Allarme crisi in Valtiberina Toscana ed Altotevere Umbro

Gambacci: “Le imprese del territorio, oltre ad avere una carenza di lavoro e di redditività, versano in precarie condizioni finanziarie”

Mine vaganti circolano in Valtiberina Toscana e nel vicino Altotevere Umbro: sono quelle relative al futuro di molte aziende artigiane e in particolare del comparto “legno arredo”, stretto da una crisi economica senza precedenti. Le imprese del territorio, oltre ad avere una carenza di lavoro e di redditività, versano in precarie condizioni finanziarie, sono sottocapitalizzate, hanno debiti a breve e necessitano di quella liquidità senza la quale rischiano seriamente la chiusura. Questo il grido di allarme lanciato dal presidente nazionale della Federazione Legno Arredo di Confartigianato Imprese, Domenico Gambacci. Dei problemi del territorio, che in Alta Valle del Tevere non sono altro che la proiezione di quelli nazionali del comparto, si parlerà venerdì prossimo, 18 novembre, giorno nel quale Confartigianato ha convocato a Sansepolcro i vertici nazionali dei tre gruppi di mestiere per discutere del delicato momento di congiuntura economica. I massimi rappresentanti a livello italiano e locale si daranno appuntamento nella città biturgense per parlare della situazione delle loro regioni e per creare una importante occasione di confronto, utile alla ricerca di misure di sostegno efficaci per le imprese. Si ricorda al proposito che il presidente Gambacci, la scorsa settimana, era presente alla convention nazionale di Roma indetta dalle categorie di Confartigianato e ha partecipato a una interessante tavola rotonda, moderata dal giornalista Nicola Porro, vicedirettore del quotidiano “Il Giornale” e da sempre vicino al mondo dell’impresa. E anche i risultati della tavola rotonda sono inseriti nella scaletta dei lavori di un direttivo nazionale che si preannuncia speciale. Da segnalare che, su richiesta esplicita di alcuni dirigenti nazionali, la convocazione dei vertici a Sansepolcro sarà l’opportunità anche per conoscere meglio la città biturgense: la delegazione federale sarà infatti ricevuta nella mattinata di venerdì 18 dal sindaco Daniela Frullani, che accompagnerà gli ospiti al museo civico assieme alla direttrice, la dottoressa Mariangela Betti, per la visita ai capolavori di Piero della Francesca; seguirà poi l’altra significativa tappa all’interno di Aboca Museum, dove ad attendere i rappresentanti di Confartigianato sarà il commendator Valentino Mercati. L’intensa giornata conoscerà il momento operativo alle 15.00, quando il direttivo si riunirà in una delle sale del Borgo Palace Hotel, che sarà sede dalle 20.00 in poi della nona edizione di “Artigiani del Legno in Festa”, l’annuale serata conviviale che riunisce gli operatori della provincia di Arezzo aderenti all’associazione di categoria, nel corso della quale è prevista la consegna dei riconoscimenti di “qualità artigiana” e “mastro artigiano” 2011. La serata di quest’anno sarà arricchita anche da altri simpatici momenti, con un programma in fase di ultimazione.        

Ufficio stampa Confartigianato Nazionale

Federazione Legno Arredo

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: