Archivio del Fendente

2007-2011

Grazie a medico ed operatori del 118, è stato salvato nostro figlio

Riceviamo e pubblichiamo da una famiglia del Casentino che ringrazia medico e personale del 118 per aver salvato la vita del figlio:

Il 9.10.2011 Massimo Sereni si trovava su un tetto per lavoro quando è caduto rovinosamente a terra da un’altezza di10 metri. Il pronto intervento della Misericordia di Subbiano con medico a bordo ha garantito la sopravvivenza del 37enne, infatti le sue condizioni erano gravissime riportando politrauma.

Il Pegaso lo ha trasportato a Siena, dove è stato ricoverato in prognosi riservata. Dopo un mese e varie operazioni è di nuovo a casa solo all’inizio della lunga convalescenza. L’amore dei figli e della moglie del giovane rendono meno difficile questo percorso.

I genitori adesso sentono il bisogno di dire grazie a chi quel giorno ha dato una  speranza di vita al proprio figlio:  

c.a. Dott. Desideri-Direzione Sanitaria Via Curtatone          52100 Arezzo

c.a. Dott. Genovesi-Governatore  Misericordia                        di Subbiano

p.c. Dott. Mandò-Direttore U.O. 118 AR

Siamo  a scrivere la presente per ringraziare il personale del 118 che Domenica 09/10/2011 alle ore 08:00 in Subbiano, ha prestato soccorso  a nostro figlio Massimo, che durante un incidente sul lavoro ha rischiato di perdere la vita.

Solamente le competenze , la professionalità prestata nel soccorso e la velocità dello stesso ne hanno permesso la sopravvivenza….a ben dire la possibilità di un recupero stimata ad oggi intorno all’80 % delle sue iniziali capacità.

Tra tante polemiche, tra tante voci,tra tanti allarmi ci sentiamo in dovere di ringraziare col cuore in mano il medico – Dott.a Fabbri – e l’equipaggio della Misericordia di Subbiano perché hanno salvato la vita di nostro figlio, un giovane padre di 37 anni, che ha avuto la possibilità di rinascere e tornare tra tutti coloro che lo amano.

Ringraziamo inoltre tutto il personale della Confraternita di Misericordia di Subbiano per esserci stati vicini in questo momento veramente doloroso, per averci sempre sostenuto con un sorriso e per aver ancora una volta dimostrato che l’affetto, la gentilezza e l’amicizia possono fare la differenza soprattutto quando la paura non fa intravedere più la speranza.

Con gratitudine, Giancarlo Sereni e Famiglia

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: