Archivio del Fendente

2007-2011

Gambacci: “Un grazie particolare alla Provincia di Latina e alla Confartigianato del Lazio”

Direttivo Nazionale Legno Arredo: A Sansepolcro una giornata di intenso e proficuo lavoro

Giornata importante, quella di venerdì 18 novembre, per il comparto “Legno Arredo” di Confartigianato Imprese, che ha riunito i propri vertici nazionali a Sansepolcro, in provincia di Arezzo e sul versante orientale della Toscana. L’intenso programma della giornata, rispettato per intero, ha conosciuto il primo momento di buon mattino a palazzo delle Laudi, sede municipale della città biturgense, dove la delegazione dei dirigenti è stata ricevuta direttamente dal sindaco Daniela Frullani e dal suo vice, Andrea Laurenzi, in un clima molto sereno dal quale è scaturito un confronto altrettanto costruttivo e interessante. È stato lo stesso sindaco a chiedere informazioni sul trend generale del comparto per poterlo rapportare con la situazione locale; ben presto, il colloquio si è indirizzato sul rapporto fra componente pubblica e imprenditoria privata per capire quali siano i sistemi migliori di collaborazione (su tutti, una burocrazia più snella per chi deve avviare un’attività, senza trascurare assolutamente il rispetto delle regole) e per fare in modo che artigiani e amministratori operino in completa sinergia. Da palazzo delle Laudi, trasferimento al museo civico, dovela Frullanie Laurenzi hanno “passato” il testimone all’assessore alla Cultura, Andrea Borghesi e alla direttrice del museo civico, la dottoressa Mariangela Betti, che ha illustrato i 4 capolavori di Piero della Francesca e le principali opere contenute nella collezione d’arte biturgense. Poche decine di metri ancora e gli imprenditori del legno hanno varcato la porta d’ingresso di Aboca Museum, esposizione unica nel suo genere allestita presso palazzo Bourbon Del Monte; qui sono stati ricevuti dal commendator Valentino Mercati, fondatore e presidente di Aboca spa, l’azienda più importante d’Europa nella produzione e commercializzazione di erbe medicinali. Un ulteriore invito all’ottimismo e a continuare lungo il filone del “bello”, valore aggiunto tipicamente italiano: sotto questo profilo, piena è stata la sintonia di vedute fra gli artigiani e il commendator Mercati. Ultima tappa della mattinata, quella compiuta in una realtà similare a livello di produzione:la Biokymadi Anghiari, il cui titolare – Mauro Cornioli – è il vicepresidente provinciale aretino di Confartigianato Imprese. Nel pomeriggio, il direttivo è entrato nel pieno dei suoi lavori all’interno del Borgo Palace Hotel di Sansepolcro con un’ampia relazione iniziale del presidente nazionale della federazione, Domenico Gambacci, in merito alla recente convention delle categorie tenutasi a Villa Pamphili di Roma una decina di giorni fa. Il presidente Gambacci ha manifestato ai dirigenti nazionali la propria soddisfazione per come è stato organizzato e gestito questo importante evento dalle categorie nazionali, oltre a introdurre importanti temi di attualità che affliggono in questo momento le imprese del comparto legno arredo. I presenti alla riunione (c’erano quasi tutti i componenti dei tre gruppi di mestiere) hanno esposto la situazione relativa alle regioni di loro provenienza per cercare di individuare strategie comuni da attuare, al fine di poter trovare la soluzione più efficace per uscire da questo difficile momento. È passata la proposta di collaborazione con Fiera di Roma per la manifestazione Expoedilizia 2012 ed è stata esposta la relazione sulla consulta nazionale Foreste Legno dello scorso 8 novembre, riguardante l’organizzazione della Giornata del Bosco e del Convegno di Milano, così come si è parlato della legge n. 166/2009 sulle garanzie del vero “made in Italy” per i consumatori (da tutelare nei confronti di tutte le forme sleali di concorrenza) e del regolamento Ue n. 995/2010, concernente gli obblighi degli operatori del legno – sistema di “Due Diligence”. Inevitabile, vista la stretta attualità dell’argomento, anche l’apertura di un capitolo dedicato al nuovo governo “tecnico” nazionale, con la fiducia nella persona e nell’operato del presidente del Consiglio, Mario Monti, purchè alle tante speranze si sostituiscano finalmente i fatti concreti. L’importanza dei temi trattati ha fatto sì che il direttivo ultimasse i suoi lavori nel tardo pomeriggio, intorno alle 19.30, dopodiché nel corso di un’affollata conviviale alla presenza di numerosi artigiani del territorio e di un’ampia rappresentanza di politici e amministratori a livello comunale, provinciale e regionale, si è parlato ancora di artigianato: era infatti in programma, sempre al Borgo Palace Hotel,la IXedizione di “Artigiani del Legno in Festa”, annuale serata organizzata dalla Federazione Legno Arredo di Confartigianato Imprese Arezzo. Anche quest’anno sono stati consegnati i riconoscimenti di “qualità artigiana” alle 4 aziende aretine che si sono particolarmente distinte nel 2011 ed è stato assegnato il titolo di “mastro artigiano” a chi ha saputo distinguersi nel tempo per la sua professionalità. Riconoscimento particolare al presidente nazionale, Domenico Gambacci, da parte di Confartigianato Lazio e della provincia di Latina per l’ottimo lavoro svolto in questi anni al vertice della Federazione Legno Arredo.

Ufficio stampa Confartigianato Nazionale

Federazione Legno Arredo

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: