Archivio del Fendente

2007-2011

Ai giovani un contributo per l’affitto

SANSEPOLCO – Un’ottima opportunità per i giovani tra i 25 e i 34 anni che hanno voglia di lasciare il nido e mettere su casa da soli o insieme ad altri coetanei. E’ infatti disponibile presso gli uffici Urp del comune di Sansepolcro il modulo per partecipare al bando che mette a disposizione un contributo per pagare l’affitto dai 150 ai 350 euro mensili. L’iniziativa è dedicata ai giovani genitori single con uno o più figli a carico, alle giovani coppie coniugate o conviventi, alle coppie di giovani provenienti dai rispettivi nuclei familiari d’origine e ai single compresi quelli separati.

Tra i beneficiari però possono esserci anche due o più giovani non legati da vincolo di parentela che intendono costituire quella che si chiama una solidale coabitazione condividendo gli oneri e le responsabilità dell’alloggio. “E’ un primo tassello per le politiche giovanili e ad un cambiamento sostanziale delle opportunità che vengono offerte dalle istituzioni  – spiega Andrea Laurenzi Vicesindaco di Sansepolcro e assessore –  Ci sembra quindi particolarmente importante che i giovani aderiscano a questa prima proposta alla quale ne faranno seguito anche altre.”

I requisiti per richiedere il contributo per il canone d’affitto, che verrà erogato in quote semestrali anticipate a seguito della presentazione del contratto di locazione, consistono nel possedere oltre la cittadinanza italiana o di uno stato Ue o essere in regola con le norme in materia di immigrazione, avere dai 25 ai 34 anni ed essere residenti in Toscana da almeno 5 anni. Per quanto riguarda il reddito è sufficiente che la famiglia di origine rientri in un valore Isee non superiore a 40mila euro, non essere titolari di quote che oltrepassano il 30% di proprietà di immobili, non aver mai beneficiato di altri contributi pubblici per il pagamento dell’affitto e dichiarare un reddito irpef non superiore ai 35mila euro lordi, limite che passa a 45mila in caso di copie e 55 mila in caso di richiedenti non legati da vincolo di parentela.

L’appartamento che si prende in affitto deve essere in Toscana e avere un regolare contratto e non appartenere alle categorie di lusso. Gli uffici Urp del comune sono comunque a disposizione per i moduli e per fornire tutte le indicazioni e spiegazioni necessarie.  La documentazione deve essere inviata entro il 31 Gennaio 2012.

NdR: consigliamo ai giovani interessati a partecipare al bando regionale cui si riferisce l’articolo l’attenta lettura della pagina:

http://www.giovanisi.it/2011/11/16/casa-%E2%80%93-bando-per-il-contributo-allaffitto/

in cui sono riportati in maniera dettagliata tutti i requisiti per poter partecipare al bando

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: