Archivio del Fendente

2007-2011

Millenario della Cattedrale: “Massimo entusiasmo per l’evento”

SANSEPOLCRO – “Qui sono state imposte le radici di una storia antica – ha esordito cosi il sindaco Daniela Frullani alla presentazione alla stampa delle celebrazioni del millenario della città di Sansepolcro – vogliamo vivereuna nuova Gerusalemme; la nostra città ha bisogno di una rinascita, vogliamo credere in questo nuovo rinascimento sulla base della identità, dell’orgoglio,  dell’accoglienza e del tema dei  giovani e delle loro eccellenze”. Presenti anche il Vescovo Monsignor Fontana, il Parroco del Duomo, Don Alberto Gallorini, l’Assessore Andrea Borghesi e il Presidente della Confcommercio Giovanni Tricca. “Sono in perfetta sintonia con il sindaco – ha detto il vescovo che ha parlato di Filosofia ricordando le opere utopiche di Platone, Campanella e Moro come auspicio per la nuova città – il millenario dovrà ricordare il passato con le cose di oggi. Siamo l’unica città al mondo con il nome di Sansepolcro, e la città dei pellegrini dovrà essere una città accogliente”.  Ma quali sono i principali avvenimenti del 2012?  L’evento sarà promosso dalla Parrocchia del Duomo,dalla Diocesi e dall’amministrazione comunale, e sarà coadiuvato da un comitato civico e da un comitato d’onore. La prima apertura simbolica sarà il Presepe del Millenario di Santa Marta che inaugurerà il 23 dicembre. L’8 gennario ci sarà la copertura della fonte battesimale in Cattedrale. Ci saranno una serie di convegni (tra cui uno prestigioso in giugno nell’ambito medico scientifico), mostre d’arte e fotografiche e innumerevoli concerti. In marzo ci sarà il pellegrinaggio in Terra santa. Sarà conferito un premio speciale “Città di Sansepolcro” a tre artisti a livello nazionale e internazionale nel campo  artistico, economico e politico. Sarà inoltre avviata una procedura per dar luogo alla dedicazione di un monumento ai padri pellegrini Egidio e Arcano. Inoltre, saranno evidenxiate tutte le celebrazioni del palio della balestra e del settembre biturgense che avranno una veste insolita ed eccezionale. Il logo delle celebrazioni è stato eseguito dal maestro Stefano Camaiti. ( m.m. )

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: