Archivio del Fendente

2007-2011

Parcheggio come una groviera: la protesta degli utenti

SANSEPOLCRO – Un parcheggio come una groviera: pieno di buche e sporcizia. Stiamo parlando del parcheggio dell’ex Cral Buitoni antistante il Centro Commerciale Valtiberino, lungo la trafficata Via del Montefeltro. Il parcheggio (è asfaltato malamente, ndr) è rimasto così dopo i lavori che hanno interessato i sottoservizi dell’area. Sono davvero tante le segnalazioni dei cittadini che protestano per l’incuria in cui viene lasciata la zona adibita da anni a parcheggio pubblico per oltre una ventina di posti auto. “Ci sono buche anche grandi e brecciolino – dicono gli utenti – che con la cattiva stagione si riempiono di acqua e fango; è una vergogna vederlo in questo modo oltre il fatto che diventa per forza di cose inefficiente”. Infatti le auto sono costrette a fare svariate manovre per poter parcheggiare evitando le voragini. “E’ un parcheggio utilissimo – dicono – per chi deve recarsi negli uffici a lato e di fronte oppure in centro (c’è vicino un altro parcheggio pubblico e quello del centro commerciale, ndr); perché non viene finito? E’ un’ingiustizia che sia lasciato così. Perché il Comune non lo completa?”. I parcheggi fuori le mura sono stati tutti più o meno sistemati. E visto il divieto di parcheggiare nel centro storico cittadino, tranne che per i residenti e i mezzi autorizzati, quel piccolo parcheggio sarebbe davvero utilissimo. Ma c’è anche dell’altro. Nel perimetro del parcheggio ci sono dei nuovi marciapiedi e del verde. Ma l’erba è alta e nel mezzo ci sono abbandonati rifiuti di ogni genere. “L’area è completamente lasciata nel degrado senza alcuna cura. Perché non si abbellisce e si rende degno di un parcheggio cittadino? Ci dovrà essere una soluzione efficace a basso costo – si appellano gli utenti – si potrebbe tagliare l’erba intorno, piantarci dei fiori e ripulire i rifiuti. Delimitare i posti auto ed asfaltare degnamente, con una spesa, crediamo, tutto sommato abbordabile, dando un segno di pulizia e rispetto per l’area che è di tutti noi”. Ma a lato del parcheggio c’è anche un’altra area transennata, che si dice sia però di proprietà privata. Unendo le due aree il parcheggio sarebbe più grande, e quasi raddoppierebbe i posti auto disponibili. Sarebbe davvero un peccato non sfruttarlo appieno. -m.m.-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Parcheggio come una groviera: la protesta degli utenti

  1. Pasquale in ha detto:

    Come è possibile che un area pubblica, come era quando la usava il Cral-Buitoni, usata temporaneamente come deposito dall’impresa edile che ha ristrutturato le case confinanti, all’improvviso sia diventata privata e recintata senza nessuna autorizzazione. Chi doveva controllare è sempre in ferie? saluti Pasquale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: