Archivio del Fendente

2007-2011

Molino Sociale Altotiberino: “via i partiti con i loro interessi”

Sansepolcro – Riceviamo e pubblichiamo per i cittadini l’atto pubblico (delibera di Giunta nr.316 del 09.12.2011) fattaci pervenire da un lettore con tanto di “preoccupato” commento. Ecco quanto pervenutoci:

“Caro  direttore del “Fendente”,
ti invio questa chicca nuova nuova.

La Frullani inizia a lavorare per gli esclusivi interessi di partito.
Questo bel regalo pre-natalizio è senz’altro il preludio di ciò che ci aspetterà nei prossimi 4 anni e mezzo.
Sta a vedere che all’ultimo rimpiangeremo….. il Polcri!” – mail firmata –

GIUNTA COMUNALE

Deliberazione N° 316 del 09-12-2011

Oggetto: Contenzioso con Molino sociale Altotiberino S.c.r.l. accettazione dell’istanza di

chiusura del contenzioso in atto con compensazione delle spese.

Seduta del 09-12-2011 ore 13:30

Erano presenti: Erano assenti:

FRULLANI DANIELA (Sindaco)

LAURENZI ANDREA MATHIAS (Vice Sindaco)

DINI EUGENIA (Assessore)

BORGHESI ANDREA (Assessore)

CESTELLI ANDREA (Assessore)

ANDREINI CHIARA (Assessore)

Tot. 4 Tot. 2

Assiste il Segretario Generale Dott. Pier Luigi FINOCCHI nella sede comunale

di Via Matteotti n°1 in Sansepolcro

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che la S.c.r.l. Molino Sociale Altotiberino ha iniziato la seguente vertenza con il Comune di

Sansepolcro:

– Citazione per usucapione di un area ex P.I.P. nella Zona Industriale “Gricignano”. Causa iscritta

al n.381/2008 del R.G. del Tribunale di Arezzo, sezione distaccata di Sansepolcro;

– Ricorso al TAR Toscana per l’annullamento dell’Ordinanza del Dirigente dell’Ufficio

Urbanistica Arch. Antonio Coletti n.223 del 30.12.2008 per la demolizione di opere realizzate

senza permesso a costruire sul suolo di proprietà comunale iscritto al n.367/09 del R.G. Sezione

III;

– Ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale per annullamento accertamento TOSAP su

area occupata senza titolo confinante con proprietà ricorrente, la stessa oggetto dell’istanza di

usucapione;

Delibera Giunta Comunale n° 316 del 09 dicembre 2011 Pagina 2 di 3

– Vista la nota datata 07/12/2011, pervenuta con prot. N 19328, dell’Avv.to Francesca Calchetti,

con allegata istanza di rinuncia al contenzioso di cui sopra, sottoscritta dal legale rappresentante

pro-tempore del Molino Sociale Altotiberino S.c.r.l. Sig. Benvenuti Valerio con autentica

dell’Avv.to Francesca Calchetti;

– Ritenuto di accogliere la richiesta di cessazione del contenzioso con la S.c.r.l. Molino Sociale

Altotiberino, attualmente in situazione di amministrazione controllata con spese di lite

integralmente compensate, rinuncia da parte del ricorrente agli atti, alle azioni del giudizio

pendenti, nessuno escluso esercitati e dedotti sia sottoforma di azione che di eccezione;

– Ricordato, per quanto attiene alla rinuncia del ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale,

iscritto al n. 439/10, che l’accettazione della stessa comporta la rinuncia da parte del Comune

alla riscossione della stessa TOSAP accertata degli anni 2005/2006/2007, da accertare per gli

anni 2008 e 2009, sulla stessa area oggetto della causa di usucapione mai riscossa in

precedenza. Ciò è giustificato sia dall’accettazione dell’istanza di chiusura del contenzioso per

l’usucapione, sia dal fatto che l’accertamento della TOSAP è avvenuto solo dopo la citazione

per l’usucapione, sia infine dal fatto che l’area oggetto della lite è stata regolarmente venduta;

– Visti i pareri favorevoli del Segretario Generale e del Responsabile del servizio contabile

DELIBERA

1 – Di accogliere l’istanza presentata il 07 dicembre 2011 dalla S.c.r.l. Molino Sociale Altotiberino

di rinuncia alla causa civile accesa presso il Tribunale di Arezzo sezione distaccata di Sansepolcro

al n. 381/08 R.G., al TAR Toscana con n.367/09 R.G. sez. III e alla Commissione Tributaria

Provinciale di Arezzo n. 439/10 R.G., meglio descritti in premessa;

2- Tutte le spese delle liti di cui sopra sono compensate nel senso che il Comune ha l’onere solo di

pagare l’Avv.to nominato per la causa Civile e il ricorso al Tar. Per il ricorso alla Commissione

Tributaria Provinciale non risultano esserci oneri a carico di questo Ente ma la presente comporta la

rinuncia alla TOSAP dal 2005 al 2009 sull’area oggetto dell’istanza di usucapione che è stata però

regolarmente venduta a seguito di asta pubblica nel 2009;

3 – Ad unanimità dei voti la presente è dichiarata immediatamente eseguibile poiché il prossimo 12

c.m. è prevista una udienza per la causa civile nel corso della quale può essere formalizzata la

cessazione della lite.

Delibera Giunta Comunale n° 316 del 09 dicembre 2011 Pagina 3 di 3

IL SINDACO IL SEGRETARIO

f.to f.to

Prof.ssa Daniela FRULLANI Dr. Pier Luigi FINOCCHI

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Molino Sociale Altotiberino: “via i partiti con i loro interessi”

  1. Cittadino truffato in ha detto:

    Ma la Frullani fa gli interessi dell’Ente Comune o no?
    Visto che l’usucapione sulle proprietà pubbliche non può essere applicato, che nonostante ciò l’arroganza di coloro che amministravano il Molino Sociale era tale da pretendere di operare un “ESPROPRIO PROLETARIO” ai danno della collettività, la possibilità di vincere la causa intentata dal SERINI & C. era certezza, per quale motivo la FRULLANI ha optato per il compenso delle spese? Che vergogna!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: