Archivio del Fendente

2007-2011

Molino Sociale Altotiberino: dove stà la verità ?

“Continueremo ad essere vigili ed attenti su ogni versante”, così affermarono gli attuali amministratori

Sansepolcro-Dopo aver pubblicato il 21.12.2011 l’articolo : “ Molino Sociale Altotiberino: “via i partiti con i loro interessi”, ci è doveroso ritornare sull’argomento poiché, ancora,  alcuni nostri lettori tornano sull’evento per farci notare che: “La risposta all’ interrogativo  posto dal Fendente sta in due articoli di qualche mese fa apparsi su  Saturno-notizie; uno pubblicato il 24.06.2011 e l’altro il 26.06.2011”. Di questi ci vengono inviati i passi più significativi che sotto riproduciamo  unitamente a quanto fu da noi pubblicato, certi di fare cosa gradita per i nostri lettori  al fine di  giungere alla “vera” decisione sull’esistenza del Molino Sociale.  

dal Fendente del 21.12.2011

Sansepolcro – Riceviamo e pubblichiamo per i cittadini l’atto pubblico (delibera di Giunta nr.316 del 09.12.2011) fattaci pervenire da un lettore con tanto di “preoccupato” commento. Ecco quanto pervenutoci:

“Caro direttore del “Fendente”,
ti invio questa chicca nuova nuova.

La Frullani inizia a lavorare per gli esclusivi interessi di partito.
Questo bel regalo pre-natalizio è senz’altro il preludio di ciò che ci aspetterà nei prossimi 4 anni e mezzo.
Sta a vedere che all’ultimo rimpiangeremo….. il Polcri!” – mail firmata –

1 commento  di Cittadino truffato  che scrive: 21 12.2011 alle 16.06

Ma la Frullani fa gli interessi dell’Ente Comune o no?
Visto che l’usucapione sulle proprietà pubbliche non può essere applicato, che nonostante ciò l’arroganza di coloro che amministravano il Molino Sociale era tale da pretendere di operare un “ESPROPRIO PROLETARIO” ai danno della collettività, la possibilità di vincere la causa intentata dal SERINI & C. era certezza, per quale motivo la FRULLANI ha optato per il compenso delle spese? Che vergogna!

 I due articoli segnalati dai cittadini lettori:

da Saturno notizie del 24.06.2011

La società Agricola Valtiberina s.r.l. rileva il Molino Sociale Altotiberino di Sansepolcro, con assieme quello di Selci

Presidente è Luciano Rossi, già direttore di Toscana Cereali, mentre il sindaco di San Giustino, Fabio Buschi, è stato nominato direttore. Primo atto: la campagna cerealicola

E’ nata la Società Agricola Valtiberina s.r.l., che ha rilevato lo storico Molino Sociale Altotiberino di Sansepolcro, punto di riferimento da oltre mezzo secolo dell’agricoltura locale. E assieme a quello della città biturgense, c’è anche il molino di Selci, nella vicina Umbria, già incorporato negli anni scorsi. La nuova realtà è composta da Toscana Cereali e Genius del Gruppo Confcooperative, che tuttavia è aperta agli altri agricoltori e ad altre imprese cooperative. Luciano Rossi, già direttore di Toscana Cereali, è il presidente di Agricola Valtiberina srl e Fabio Buschi, sindaco di San Giustino, è stato nominato direttore; presto si aggiungerà un comitato di gestione composto dagli stessi agricoltori.  …………………………….

-da Saturno notizie del 26.06.2011

Sansepolcro, il sindaco Frullani su Agricola Valtiberina s.r.l.: “Possiamo ricostituire un forte tessuto nel comparto dell’agricoltura”

Le garanzie su occupazione e rilancio di molino e orticoltura sottolineate positivamente dal primo cittadino biturgense

……………………………………… “Abbiamo seguito la vicenda fin dai primi di giugno – commenta il sindaco Daniela Frullani, sostituita l’altro ieri dall’assessore Eugenia Lidia Dini – e la soluzione della s.r.l. è da considerare senza dubbio soddisfacente per ciò che riguarda sia il riassorbimento del personale, da concretizzare entro un anno, sia l’aspetto creditizio, nonostante quest’ultimo sia legato al buon esito del finanziamento regionale. ………………………………. E’ chiaro che la notizia della costituzione di Agricola Valtiberina s.r.l. diviene di questi tempi un buon viatico anche per l’attività della nostra amministrazione appena insediata, che nel suo programma di legislatura ha inserito quale priorità il sostegno all’economia del territorio. Continueremo tuttavia a essere vigili e attenti su ogni versante”. Fra le figure di vertice della società, abbiamo già ricordato quella del presidente Luciano Rossi e del direttore Fabio Buschi, sindaco del confinante Comune di San Giustino, a dimostrazione di una unità che inevitabilmente si sta concretizzando fra due territori omogenei per non dire uguali, i quali – seppure appartenenti a diverse regioni – possiedono insieme le unità operative di Sansepolcro e Selci, ancora accomunate ma da oggi sotto la dizione di Agricola Valtiberina.

-Redazione Fendente-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: