Archivio del Fendente

2007-2011

Continua a Sansepolcro l’ inopportuna ed ingiusta arroganza della maggioranza

“Una maggioranza arrogante e inadeguata che sopprime la dialettica democratica”

“Il Consiglio comunale di Sansepolcro è oggi ridotto a un frettoloso momento di ratifica, da incastonare in precisi orari ricavati tra i tanti impegni del sindaco e dei consiglieri di maggioranza, in cui occuparsi solo di quello che preme alla maggioranza. E intanto l’osservatorio sul lavoro è rinviato a chissà quando”.

Durante l’ultimo Consiglio comunale – archiviate le pratiche urbanistiche che hanno sempre la precedenza su tutto – è stata votata a colpi di maggioranza la sospensione dei lavori, rinviando a data da destinarsi (e non è la prima volta!) la trattazione di importanti mozioni e interrogazioni da noi presentate. Tra di esse, la fondamentale e indispensabile costituzione di un osservatorio sul lavoro, che sarà discussa chissà quando. Va detto che una situazione del genere non è più accettabile, perché non è sostenibile il livello di degrado che ha raggiunto quello che dovrebbe essere il massimo consesso democratico della nostra città. Il Consiglio comunale di Sansepolcro è oggi ridotto a un frettoloso momento di ratifica, da incastonare in precisi orari ricavati tra i tanti impegni del sindaco e dei consiglieri di maggioranza, in cui occuparsi solo di quello che preme alla maggioranza. In questo caso, con una seduta che inizia alle 18,30, sarebbe stato naturale fare una pausa per cena e riprendere fino a esaurimento dell’ordine del giorno, invece alle 20,30 siamo stati costretti ad andarcene. Subendo tra l’altro atteggiamenti continuamente incalzanti da parte di un Presidente del Consiglio(nella foto insieme al sindaco Frullani) che si mostra, ogni giorno di più, inadeguato al ruolo di garanzia che la maggioranza gli ha voluto conferire. E, per di più, offrendo uno spettacolo davvero indecoroso anche nei confronti del pubblico che viene a vedere le sedute e che non è messo nemmeno in condizione di capire di cosa si stia parlando, specialmente se si sceglie di illustrare pratiche urbanistiche senza carte, senza proiezioni e senza tecnici dell’Ufficio.

Tutto questo avviene in totale dispregio della dialettica democratica che dovrebbe essere momento imprescindibile della vita di una comunità, ed è eccessivamente irriguardoso verso quelle minoranze che rappresentano, è bene ricordarlo, il 68% dei cittadini che hanno votato alle ultime elezioni; è una mancanza di rispetto verso i consiglieri di minoranza, ma soprattutto verso quei gruppi di persone, partiti e movimenti che anche in questo momento storico così difficile si dedicano con passione alla politica e che attendono di vedere adeguatamente discusse dal Consiglio le tematiche su cui si impegnano e che meritano ben altra considerazione.

Viceversa, l’amministrazione comunale sembra intenzionata esclusivamente a tirare avanti per la propria strada, dimenticando di essere espressione essa stessa di una minoranza che dovrebbe avere la decenza e l’intelligenza di confrontarsi con il resto della città, magari a partire dalla presentazione di quelle linee programmatiche che, a oltre sei mesi dall’insediamento e quattro mesi dopo la scadenza dei limiti di legge, non abbiamo ancora avuto il piacere di leggere, discutere, emendare, votare.

DPC – PRC- SEL – IDV

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Continua a Sansepolcro l’ inopportuna ed ingiusta arroganza della maggioranza

  1. giulio borghese in ha detto:

    Chi piange del suo male pianga se stesso…
    avete voluto un sindaco umbro messo li con arroganza dal partito e queste sono le conseguenze….speriamo serva lameno per la prossima volta…
    l’asino dove e’ scivolato una volta la seconda non scivola piu’

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: