Archivio del Fendente

2007-2011

Tutte le ragioni del consigliere Lorenzo Moretti

Sansepolcro – Mi dispiace leggere una risposta così “fuori dalle righe” da parte di un Sindaco che sempre si è distinto per stile e delicatezza- così inizia il comunicato del consigliere Moretti-.

Durante la seduta del Consiglio Comunale di giovedì 22 dicembre mi sono personalmente sentito preso in giro e alle ore 21.15 sono stato costretto a lasciare l’aula. Ora vi spiego il perchè:

“Il Consiglio era stato convocato per le ore 18.00, ma come consuetudine (sbagliata) è iniziato dopo le ore 18.30. Ci siamo soffermati brevemente sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio e del Sindaco per poi passare al 3° punto all’ordine del giorno (di 11 punti totali) che trattava un’importante questione urbanistica. Non voglio soffermarmi sulle modalità di presentazione delle pratiche che ritengo possano essere migliorate, ma bensì su altro.

La trattazione di questo punto è durata quasi 2 ore con il Presidente Antonio Segreti che continuamente sollecitava i consiglieri a fare interventi brevi e veloci perché l’ora si faceva tarda (!?!?).

Questa arroganza non da merito al lavoro di tutti quei consiglieri che si preparano per rappresentare al meglio i gruppi di persone che lavorano sodo su questi atti.

Questo è un atteggiamento che si ripete fin dal primo consiglio, ma che oltre ad essere arrogante non è rispettoso del regolamento che garantisce un tempo preciso per gli interventi.

Alle ore 21.15, dopo la votazione della variante urbanistica, e dopo aver consultato altri consiglieri, mi sono permesso di chiedere una sospensione dei lavori per poi riprendere “con calma” la trattazione degli altri importanti punti senza che il Presidente del Consiglio ci mettesse in continuo disagio con la sua frettolosa gestione. La consigliera Chiasserini aveva giustamente chiesto l’anticipo di un punto prima della pausa  per motivi di lavoro, cosa che per me era accettabilissima.  

A quel punto la situazione si è rovesciata: il Sindaco, cha aveva impegni dopo cena, ha messo in votazione il rinvio di più della metà dei punti per mancanza di tempo.

Questa scelta era per me inaccettabile e mi sono allontanato dai lavori senza partecipare ai due brevi punti successivi, il 4° e il 5°, prima della sospensione.

Questo non significa essere arroganti e irrispettosi, come dice il Sindaco… Questo significa essere delusi e rammaricati… Questa è la goccia che fa traboccare il vaso.

Sansepolcro non è San Giustino o Anghiari. Ho visto consigli comunali iniziare alle 9.00 del mattino o alle 15.00 del pomeriggio e finire dopo la mezzanotte (pausa inclusa). Alla fine si tratta di un giorno al mese, il più  importante per la politica locale, da dedicare a tuttala Città. Maggioranzae Minoranza.

Non possiamo mettere fretta al momento di maggior importanza democratica della Città, incastrando l’assise tra un aperitivo ed una cena. O altrimenti, il Presidente del Consiglio sia più preciso nella stesura degli ordini del giorno, convochi più consigli e di più breve durata o all’interno della commissione capigruppo ponga il problema. E’ già la seconda volta che l’assise comunale viene interrotta per “mancanza di tempo”.

Sono stati rinviati punti molto importanti, e soprattutto attuali, che non si saprà quando saranno ridiscussi..

Con un pizzico di dispiacere e rammarico 

Lorenzo Moretti-Consigliere Comunale di Sansepolcro

Ndr.-Con altro articolo questa Redazione aggiornerà, per “dovere di cronaca e della realtà”, quanto avvenuto durante il consiglio comunale di Sansepolcro del 22 dicembre, compresa la , anche da noi ritenuta ‘poco delicata’ dichiarazione finale del sindaco nei confronti dell’opposizione, dichiarazioni da criticare  ma purtroppo taciute dai ‘soliti menestrelli’.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: