Archivio del Fendente

2007-2011

Le spese pazze dell’Agenzia del territorio

Dalle uova di struzzo a ‘We want sex’
Il Fatto Quotidiano ha recuperato la contabilità delle note spese del direttore Alemanno e le fatture autorizzate dall’area comunicazione. Si scopre che le spese per rappresentanza e comunicazione istituzionale (voce quest’ultima assente in passato dai bilanci) sono schizzate da “80 mila euro a un milione” nel 2010 per sfiorare il milione e mezzo secondo le previsioni per il 2011.

L’Agenzia del territorio spende in rinfreschi, pranzi, convegni e mostre il doppio del costo delle bollette telefoniche delle sue cento sedi. Il buon esempio viene dall’alto, nonostante guadagni 300 mila euro lordi all’anno il direttore dell’Agenzia che dovrebbe occuparsi di catasto e conservatoria, Gabriella Alemanno, ha speso migliaia di euro (dimostrati)  in pranzi e cene di rappresentanza pagati con la sua carta di credito aziendale o per omaggi come 30 uova di struzzo decorate per 3 mila e 240 euro dalla gioielleria “…..”, come  12 bicchieri in vetro soffiato dalla signora”….” di Mestre.

La sorella del sindaco di Roma Gianni Alemanno, nominata a capo dell’Agenzia dal governo Berlusconi nel 2008, dopo essere passata prima dal Secit e dai Monopoli (sempre su nomina dei governi Berlusconi) è riuscita a pagare con i nostri soldi persino una cena a Cortina a suo fratello a margine di un evento sponsorizzato dall’Agenzia diretta dalla sorella e dall’Acea, controllata dal fratello. Una vera abbuffata di conflitti di interessi.
Il ministro dell’Economia e presidente del Consiglio Mario Monti, dovrebbe dare un’occhiata ai conti dell’Agenzia per vedere come viene applicato il suo invito alla sobrietà. Quello che un tempo era il noioso Catasto è stato trasformato in una frizzante agenzia specializzata in eventi, pranzi e vernissage.

Segue nelle pagine de Il Fatto Quotidiano la ‘lunga’ lista delle spese che, sia chiaro: sono a carico  del contribuente.

(notizie tratte da Il Fatto Quotidiano)

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: