Archivio del Fendente

2007-2011

"A pagare sono sempre gli italiani"

I politici come doberman alla gola
Una opinione azzeccata di Mariella Alberti da condividere che così  ce la spiega:

“Perché non troviamo il modo di usare la vera forza della piazza: avere paura significa fare il gioco degli ormai delinquenziali politici e accoliti che non mollano la nostra gola come fanno i Doberman fino a quando la vittima è dissanguata. E noi siamo già dissanguati poiché i veri sacrifici li fa la gente comune mentre gli oligarchi della politica, invece di studiare il modo di migliorare l’economia dello Stato, studiano cavilli per incrementare le loro future pensioni di diamante”

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “"A pagare sono sempre gli italiani"

  1. Cinzia Celati in ha detto:

    Non mi piace il paragone con il cane di razza Doberman. Non confondiamo animali e razza umana.

  2. Camillo Bozzolo in ha detto:

    E’ vergognoso quanto stà accadendo, sui tagli a prebende, privilegi e sprechi di questa casta di politici è caduto il silenzio, non se ne parla quasi più per niente, il muro di gomma è attivo come sempre.E’ consolidata consuetudine nominare una commissione che indaghi e approfondisca il tema, dare ragione per non sembrare contrario,dichiarare di voler cambiare tutto per non cambiare niente e poi tutto passa, il popolo è di memoria corta e avanti fino alla prossima.
    Che fine ha fatto il voto degli Italiani circa la ripubblicizzazione dell’acqua.
    Che fine ha fatto il voto degli Italiani circa il finaziamento pubblico ai partiti.
    Che fine ha fatto la proposta di sottoporre al pagamento dell’IMU anche agli edifici di proprietà del Vaticano.
    Che fine ha fatto il Decreto Anticorruzzione.
    Che fine ha fatto l’indagine per rapportare l’indennità dei nostri parlamentari a quella degli altri Paesi Europei.
    Al momento senza tante medie comparate come sempre hanno pagato le classi più deboli e indifese, l’appello è che ora il Governo incida su tutti i settori dell’apparato statale affinchè tutti siano chiamati a rinunciare a qualche privilegio in nome del bene comune della Nazione
    Attenzione però a non criminalizzare la Politica ed i Partiti fondamento dell’espressione democratica, è questa Casta di politici mestieranti che deve essere cambiata, deve essere introdotta la modifica che preveda la possibilità di ricoprire incarichi politici per un massimo di due mandati com’è in tutta Europa.
    Ce la farà il Prof. Monti? speriamo che anche Lui non tradisca la fiducia che gli è stata concordata dai tanti Italiani che chiedono onesta, equità, correttezza e rettitudine nella gestione della cosa pubblica.
    Ndr.- Caro lettore, pensiamo di non sbagliare quando affermiamo che rimpiangeremo certi veri partiti politici e ci riferiamo a quei partiti che hanno ricostruito la Nazione dalle macerie della guerra. Lo hanno fatto tutti insieme, anche se ideologicamente divisi. Adesso esistono solo “affaristi” e “non uomimni politici” e come affermi quelli attuali sono solo componenti di lobbj ed appartengono alla “casta del profitto proprio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: