Archivio del Fendente

2007-2011

Sansepolcro – Delibera di Giunta nr. 1 del 03.01.2012

“Non è una questione di sinistra o di destra: non si può essere considerati giornalisti se non si ha il coraggio di dire la verità. E la verità non è né di destra né di sinistra”.

Per amore della ‘verità’ abbiamo, così,  rintracciato l’atto pubblico, relativo al “Nonno Vigile”; ‘Atti’ (delibere) che, purtroppo, quasi mai sono oggetto di lettura da parte dei cittadini, per cui  ci sia concesso di presentarli e permettere ai cittadini di dare risposte ad alcuni interrogativi che si pongono ed in questo caso sull’affaire: “Nonno Vigile  Volontario”. Andiamo subito con la delibera che produciamo:

 “COMUNE DI SANSEPOLCRO  – GIUNTA COMUNALE

Deliberazione N° 1 del 03-01-2012

Oggetto: Approvazione progetto sperimentale “Nonno Vigile Volontario” e relativo schema di convenzione.

Seduta del 03-01-2012 ore 15:30

Erano presenti:

FRULLANI DANIELA (Sindaco)

LAURENZI ANDREA MATHIAS (Vice Sindaco)

DINI EUGENIA (Assessore)

CESTELLI ANDREA (Assessore)

ANDREINI CHIARA (Assessore)

BORGHESI ANDREA (Assessore)

Tot. 6

Assiste il Segretario Generale Dott. Pier Luigi FINOCCHI nella sede comunale di Via Matteotti n°1 in Sansepolcro

LA GIUNTA COMUNALE

PREMESSO che l’Amministrazione comunale intende favorire la soluzione del problema della sicurezza degli alunni all’entrata ed all’uscita dalla Scuola, attraverso un sistema che coinvolge, oltre il Comune, ed in particolare gli Uffici di Polizia Municipale, Scuola e Manutenzione, anche l’Istituzione scolastica, i genitori degli studenti ed il volontariato locale;

CONSIDERATO che s’intende altresì perseguire scopi di ampia rilevanza sociale, favorendo iniziative di fattiva partecipazione alla vita comunitaria delle persone anziane attive, avviando nuove forme di valorizzazione degli anziani che costituiscono preziose risorse umane per tutta la comunità locale, anche attraverso iniziative che intervengono a creare momenti di integrazione sociale, tesi a rafforzare le relazioni intergenerazionali;

OSSERVATO che tra le azioni che l’Amministrazione sta promuovendo per raggiungere i suddetti scopi, c’è anche l’iniziativa sperimentale denominata “Nonno Vigile Volontario”, con finalità preventive degli incidenti e di garanzia della sicurezza di fronte alle Scuole, a supporto dell’azione propria della Polizia Municipale;

VISTO il progetto, allegato e parte integrante del presente provvedimento, che vede coinvolte alcune

Associazioni locali di volontariato, aperto ad altre Associazioni di volontariato riconosciute che ne vorranno far parte;

RILEVATO il carattere sperimentale del progetto, che in quanto tale potrà subire anche cambiamenti in corso d’opera, ai fini di un più efficace raggiungimento degli obiettivi che si pone;

VISTO l’allegato schema di convenzione da sottoscrivere con le Associazioni ADA, ANAP-ANCOS, ANTEA ed AUSER, disciplinante la gestione delle attività di volontariato connesse al progetto;

DATO ATTO che il servizio consiste in attività giornaliere di vigilanza presso le Zone della Porta del Ponte e del Campo Sportivo, nei pressi delle sedi della Scuola Media Unificata, durante gli orari di entrata e di uscita dalla Scuola, con prestazioni tese a promuovere la sicurezza degli studenti ed a prevenire eventuali incidenti, rese da volontari adeguatamente formati e dotati di idonei elementi ed attrezzature di riconoscimento;

CONSIDERATO che il Comune deve provvedere a fornire ai volontari idonei abbigliamento ed attrezzature per l’espletamento delle attività di cui trattasi, la cui spesa ammonta a circa € 2.000,00, e a liquidare un rimorso forfetario alle Associazioni, pari ad € 2.400,00 ad anno scolastico;

RITENUTO di approvare il progetto sperimentale in questione e lo schema di convenzione da sottoscrivere con le Associazioni locali di volontariato coinvolte nella sua realizzazione;

RICHIAMATO l’art.6 dello Statuto, che prevede che il Comune, nell’assolvimento delle funzioni e dei compiti di rilevanza sociale, riconosca, favorisca e promuova la partecipazione, oltre che dei singoli cittadini e delle famiglie, anche delle Associazioni esistenti nel territorio comunale;

VISTO l’art. 163 co.2 che prevede l’esercizio provvisorio fino all’approvazione del BP 2012;

VISTI i pareri favorevoli espressi ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000;

Ad unanimità,

DELIBERA

per tutto quanto espresso in premessa, che qui s’intende integralmente riportato, di:

approvare e promuovere il progetto sperimentale del servizio di vigilanza presso le Scuole denominato “Nonno Vigile Volontario”;

di approvare l’allegato schema di convenzione da sottoscrivere con le Associazioni locali di volontariato ADA, ANAPANCOS, ANTEA ed AUSER, valido per il periodo 9 gennaio – 9 giugno 2012;

di dare atto che il costo complessivo del progetto ammonta a circa € 3.500,00, di cui € 1.440,00, che vanno a gravare sul bilancio 2012, per il rimborso spese alle Associazioni ed € 2.000,00, a residuo, per l’acquisto dell’abbigliamento e delle attrezzature utilizzate dai volontari;

– di autorizzare i Responsabili degli Uffici di Polizia Municipale, Scuola e Manutenzione all’adozione di tutte le azioni e gli atti amministrativi di attuazione di quanto disposto con la presente deliberazione.

Con votazione unanime, il presente provvedimento è reso immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134, co. 4 del D.Lgs.n.267/2000.

di approvare l’allegato schema di convenzione da sottoscrivere con le Associazioni locali di volontariato ADA, ANAP-ANCOS, ANTEA ed AUSER, valido per il periodo 9 gennaio – 9 giugno 2012;

– di dare atto che il costo complessivo del progetto ammonta a circa € 3.500,00, di cui € 1.440,00, che vanno a gravare sul bilancio 2012, per il rimborso spese alle Associazioni ed € 2.000,00, a residuo, per l’acquisto dell’abbigliamento e delle attrezzature utilizzate dai volontari;

di autorizzare i Responsabili degli Uffici di Polizia Municipale, Scuola e Manutenzione all’adozione di tutte le azioni e gli atti amministrativi di attuazione di quanto disposto con la presente deliberazione.

Con votazione unanime, il presente provvedimento è reso immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134, co. 4 del D.Lgs.n.267/2000.”

 Questa Redazione, per dovere di cronaca vi propone  ora il ‘ progetto sperimentale ‘nonno vigile’, con quali associazioni sarà realizzato, per quali finalità e quale sarà il compito della ‘nuova’ figura appena nata che troviamo spiegato a  pagina 4 della delibera.

 PROGETTO SPERIMENTALE “NONNO VIGILE VOLONTARIO”, REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON ASSOCIAZIONI LOCALI DI VOLONTARIATO.

Il progetto si colloca nell’ambito delle iniziative che l’Amministrazione intende mettere in atto per favorire una fattiva partecipazione alla vita comunitaria delle persone anziane attive, e per raggiungere scopi di ampia rilevanza sociale, attraverso la costruzione di un sistema di sicurezza nei confronti dei bambini durante l’entrata e l’uscita dalle Scuole. Si propone come possibilità concreta di rafforzare le relazioni intergenerazionali e di avviare una nuova forma di valorizzazione degli anziani, che costituiscono preziose risorse umane per tutta la comunità locale.

Il Nonno Vigile volontario svolge un compito preventivo ed educativo e non repressivo.

Il servizio, svolto a contatto con la Polizia Municipale, a supporto e complemento delle attività proprie della medesima, consiste nel presidiare e sorvegliare le zone in prossimità degli edifici scolastici di via del Campo Sportivo e di via Santa Croce a Sansepolcro.

Si configura come un’attività prestata ad esclusivo titolo di volontariato, senza costituzione di alcun rapporto di impiego con il Comune e senza vincolo di subordinazione gerarchica; il Comune infatti stipula un apposito rapporto convenzionale con le Associazioni e non con i singoli volontari.

I volontari che rendono il servizio di “Nonno Vigile”:

appartengono alle seguenti Associazioni: ADA, ANAP-A.N.CO.S., ANTEA E AUSER (altre Associazioni potranno essere integrate su richiesta)

sono pensionati di età compresa tra i 50 e i 79 anni;

sono fisicamente idonei all’effettuazione dei compiti collegati al servizio di volontariato che espletano, come comprovato da certificazione medica;

godono dei diritti civili e politici e non hanno riportato condanne penali;

hanno seguito un corso di formazione di 4 ore svolto dalla Polizia Municipale (i nuovi si impegnano a seguirlo)

Gli operatori volontari si impegnano a garantire che le prestazioni siano rese con continuità, svolgono il servizio con puntualità d’orario, massima cura e diligenza, anche in considerazione del target delle persone con cui vengono in contatto durante l’espletamento dei loro compiti. In caso di assenza per malattia o altra causa imprevedibile, ne danno tempestiva comunicazione al coordinatore, che provvede ad organizzare prontamente la sostituzione del volontario assente.

Il rapporto tra i volontari, i minori e gli adulti che li accompagnano e la generalità dei cittadini con cui vengono in contatto, deve essere improntato all’educazione, al rispetto e alla tolleranza.

Due volontari presidiano giornalmente la Zona Pacioli e la Zona Campo sportivo in prossimità degli edifici scolastici, all’ingresso e all’uscita dalle lezioni.

I volontari sono chiamati a svolgere i compiti appresi durante il corso di formazione.

Ai Nonni Vigili Volontari vengono consegnati attrezzature di riconoscimento e abbigliamento idonei, che indossano durante l’espletamento del servizio, e che dovranno riconsegnare alla Polizia Municipale al termine dell’anno scolastico in buono stato di conservazione, salvo il normale deterioramento collegato all’utilizzo ordinario.

Per assicurare la migliore realizzazione del progetto le Associazioni nominano un coordinatore cheinforma periodicamente sull’andamento del progetto i referenti individuati dal Comune.

Il coordinatore delle Associazioni ha il compito di vigilare sulla buona riuscita del servizio, organizzando i turni di rotazione dei volontari e prevedendone la sostituzione in caso di assenza od impedimento, tramite volontari di riserva.

La convenzione può prevedere che, in casi da concordare tra le parti, le Associazioni possano svolgere servizi di sorveglianza particolari e limitati nel tempo, collegati a manifestazioni organizzate o promosse dal Comune o dalle Scuole.

Ciascuna Associazione stipula idonea assicurazione atta a coprire i propri volontari che prestano servizio durante l’espletamento delle attività connesse al progetto “Nonno Vigile Volontario” da rischi e infortuni personali e per danni che potrebbero arrecare a terzi nello svolgimento delle mansioni loro affidate.

L’assicurazione del Comune copre a sua volta la responsabilità civile connessa al servizio, in quanto questo si configura come attività connessa all’espletamento di compiti istituzionali.

La convenzione sarà in vigore dal 9 gennaio 2012 al 9 giugno 2012.

Per le Associazioni è previsto un contributo a titolo di rimborso spese quantificato in € 2.400,00 annui.

========

Dalla Redazione: alcune considerazioni ed osservazioni

Tra le righe della delibera e dell’allegato alla delibera si legge:

“…………….. CONSIDERATO che il Comune deve provvedere a fornire ai volontari idonei abbigliamento ed attrezzature per l’espletamento delle attività di cui trattasi, la cui spesa ammonta a circa € 2.000,00, e a liquidare un rimorso forfetario alle Associazioni, pari ad € 2.400,00 ad anno scolastico; ……………………”

N.d.r.-I vigili non hanno già abbigliamento e attrezzature per fare questo servizio senza dover spendere altri € 2000 più il resto quando l’abbigliamento e le attrezzature devono essere rinnovati?

“………………. Il servizio, svolto a contatto con la Polizia Municipale, a supporto e complemento delle attività proprie della medesima, consiste nel presidiare e sorvegliare le zone in prossimità degli edifici scolastici di via del Campo Sportivo e di via Santa Croce a Sansepolcro.”

N.d.r.-Se il servizio viene svolto a contatto con la Polizia Municipale a supporto e completamento, vuol dire che in quelle zone ci saranno sia i vigili che i nonni (a contatto) poiché, evidentemente,  hanno  verificato che due vigili sono pochi (a supporto e completamento)

“Si configura come un’attività prestata ad esclusivo titolo di volontariato, senza costituzione di alcun rapporto di impiego con il Comune e senza vincolo di subordinazione gerarchica; il Comune infatti stipula un apposito rapporto convenzionale con le Associazioni e non con i singoli volontari.”

N.d.r.-Attività prestata a esclusivo titolo di volontariato ma: a 2400 euri l’anno (concettualmente ci  ricorda un po’ eventi di altri Enti in relazione a certi Doblò)

Per domani sarà pubblicata la “convenzione” tra il Comune di Sansepolcro e le varie Associazioni.

-La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Sansepolcro – Delibera di Giunta nr. 1 del 03.01.2012

  1. Cherubino in ha detto:

    Ok, va bene anche i 2400 euro. Ma il problema è che, come al solito, non appena a qualcuno gli metti una casacca si crede uno sceriffo…con i modi da sceriffo.E le sceriffate sono già comincite ieri mattina. cordiali saluti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: