Archivio del Fendente

2007-2011

Anziana inseguita, alcune studentesse mettono in fuga l'uomo

SANSEPOLCRO – Un’anziana signora si è presa giorni fa un bello spavento. E’ accaduto lunedi 9 scorso in Via Santa Croce quando l’anziana che transitava a piedi si è accorta che un giovane di colore la stava inseguendo. Erano all’incirca le 13e trenta. La donna ha così allungato il passo cercando di depistare l’uomo e arrivata in Viale Vittorio Veneto ha cercato riparo dentro ai locali della Pasticceria Chieli. Però in quel giorno il locale era chiuso per turno. Nel frattempo, alcune studentesse che uscivano dal Liceo della Comunicazione si accorgevano della presenza dei due in atteggiamento alquanto ambiguo. La donna trovatasi senza via di uscita di fronte all’uomo sembra abbia iniziato a colpirlo ripetutamente con la propria borsa per allontanarlo, ma lui non mostrava alcuna intenzione di mollare. Le studentesse raggiunto i due hanno avvertito il giovane che avrebbero subito chiamato le forze dell’ordine. L’uomo cosi, messo alle strette, si è dato alla fuga. Per la donna che sembra non abbia sporto denuncia solo un grande spavento e un ringraziamento alle giovani ragazze. Non è il primo caso che succede una cosa del genere. Alcuni mesi addietro sempre nel centro storico alcune studentesse erano state accerchiate da un uomo di colore che le aveva inseguite. Una di loro era riuscita a filmare l’accaduto, con un telefonino, che poi aveva mostrato alle insegnanti; ma dell’uomo non si era poi trovata traccia. Oppure era il settembre scorso quando un giovane nigeriano aveva tentato il sequestro di una studentessa minorenne che stava rientrando a casa. Indubbiamente episodi senza tragiche conseguenze ma che destano crescente preoccupazione tra la popolazione che a passeggiare per strada non si sente più tanto al sicuro. -m.m-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

18 pensieri su “Anziana inseguita, alcune studentesse mettono in fuga l'uomo

  1. lapeste in ha detto:

    La fonte di quella notizia l’ho già citata rispondendo al Sig. Eufemio.
    Comincia ad essere polemico Sig. Roberto.
    Passo e chiudo.
    Saluti a tutti

  2. la peste in ha detto:

    Sig. Eufemio,ho fatto un copia/incolla dalla pagina di google.
    Sui “suv” ho un parere particolare da parte mia : farei pagare ai proprietari una forte tassa oltre a fargli fare una specifica scuola guida…

    • Roberto C. in ha detto:

      Non mi risulta che google pubblichi notizie a caratteri tutti maiuscoli (per la netiquette è considerato maleducato, un po’ come urlare invece di parlare) la prossima volta magari può copia/incollare anche il link originale.
      Salud

      • lapeste in ha detto:

        Non ho bisogno ,sig. Roberto, di dimostrare dove ho copiato l’articolo,ma se va a guardare la pagina iniziale di google quel giorno lo vede subito.
        Inoltre non ci guadagno niente ad inventare e/o modificare articoli.
        IL MIO STAMPATELLO COME VEDE E’ DIFFERENTE.
        Saluti

      • Roberto C. in ha detto:

        Non è questione di bisogni suoi, se scrive commenti citando articoli e non vuole essere frainteso dai lettori dovrebbe prima cosa chiarire che sta citando un articolo e seconda cosa segnalarne la fonte.
        Opinione personale…
        Salud

  3. la peste in ha detto:

    ZINGARI TRAVOLGONO E UCCIDONO UN VIGILE…
    POTEVA ESSERE CHIUNQUE ALTRO,SIA AD INVESTIRE CHE AD ESSERE INVESTITO.
    PERO’ MI FA’ UN CERTO EFFETTO PENSARE CHE IL PRIMO CITTADINO “ARANCIONE” AL MOMENTO IN CARICA SIA ADDIRITTURA UN BENEFATTORE NEI CONFRONTI DI QUESTA GENTE.DONANDO LORO 8000,00 A FAMIGLIA CHE ERA MEGLIO FINISSERO A VERI BISOGNOSI.MAGARI CON PARTE DEGLI 8000,00 HANNO FATTO BENZINA PROPRIO AL SUV STESSO.

    Andiamo avanti cosi,,,,

    • Eufemio Merendini © in ha detto:

      Ah si? E dove l’à letto? Io ò letto che ci sono tre suv sospetti e che non hanno idea di chi li guidasse… prima an detto “dù zingari” poi “dù zingari sinti” e poi un “itagliano e un tedesco”.
      Prova che certi giornalisti definirli cialtroni è un complimento.
      Se son zingari pagheranno, ma in due settimane due itagliani, sempre coi suvve, hanno investito e ucciso due bambini davanti alla squola.
      Una era la mamma e nell’altro caso quello che veniva da dietro.
      Se se fa sto gioco qua un si finisce più!
      Aspettiamo la fine degli indagamenti.

  4. POMODORO in ha detto:

    La convivenza promiscua cui siamo destinati probabilmente rende inconciliabili tanti presupposti. Quello che è certo che il passato non si ripete per cui nel nostro futuro saremo obbligati ad abituarci alla società multietnica che ci attende. Nell’immediato gli accadimenti piccoli o grandi che siano ci obbligano a prendere atto dello scenario che farà contorno al nostro futuro. Sul caso specifico una considerazione : al 30/9 risultavano detenuti 40.596 italiani e 23.999 stranieri. Cosa cambia? nulla. Ma quello che eravamo oramai non esiste più. Un delinquente sarà sempre tale a prescindere dal colore della pelle e la patente di persona perbene oramai appartiene a tutti quelli che credono nella legalità.

  5. zinepro in ha detto:

    Bastano i balordi di casa nostra, non ne dobbiamo importare più. PASSO E CHIUDO
    Zinepro (utente anonimo)

  6. Cinzia Celati in ha detto:

    Negli Stati Uniti d’America i cittadini viaggiano con la pistola in tasca ma la situazione è peggiore che in Italia.
    Cinzia Celati

  7. Eufemio Merendini © in ha detto:

    L’altro giorno è stato arrestato uno del borgo scovato a rubare in una casa a citerna dopo averne svaligiate altre. Anche lui aveva la faccia nera si, ma dal passamontagna che portava! In strada te scippano i marucchini in casa te c’entrano i “vicini”, tanto bene un se sta sicuro!

  8. Cherubino in ha detto:

    Non è solo questo episodio, alcuni giorni fa ntra via dei Servi e via agio torto una anziana signora è stata scippata da una persona di colore.

  9. la peste in ha detto:

    Come pensavo ,sig. Dente,dalla sua nota è chiaro che lei non ha capito niente,(sui miei commenti sia chiaro) riferendomi anche ad altri precedenti analoghi episodi,riguardo i quali io sostenevo che in ogni caso ci volevano e ci vogliono pene severe con tutti,altrimenti saremo costretti a viaggiare con la pistola in tasca. E’ già tardi,ci pensi bene.
    Saluti…
    Ndr.- Io intuisco che Lei è un “presuntuoso che capisce tutto” ma sempre razista. Queste sono le uniche risposte che si debbono a chi non ha il coraggio di firmarsi ed usa pseudonimi anche per un semplice commento. Infine, concordo con Lei per le pene severe, con tutti senza tener conto di appartenenti a “lobbj o caste”.

    • la peste in ha detto:

      Vede sig. Dente,continuo a pensare che lei ragiona a “senso unico” e fa parte di quei buonisti che hanno contribuito e continuano a rovinare l’Italia. Anche oggi hanno arrestato tre tunisini per spaccio di droga;quando qualche anno fa si usciva di casa,potevamo lasciare la chiave nella toppa ed essere certi che al ritorno era tutto in ordine. Lo faccia oggi se ne ha il coraggio!!! Adesso non giova neanche mettere le porte blindate,sono piene le cronache di fatti incresciosi,e quando li prendono chi sono,italiani? Ma mi faccia il piacere.
      Comunque, siccome dice che non ho il coraggio di firmarmi,la mia email parla chiaro, mi chiamo Piero Tricca,a Sansepolcro mi conoscono tutti,anzi mi farebbe piacere fare quattro chiacchiere con lei su questo ed altri argomenti.
      Cordiali saluti.
      Ndr.- Bene signor Tricca Piero permette che possa dirle che è un gran maleducato nell’affermare quello che afferma Lei, sentenziando che faccio parte di quei buonisti che hanno contribuito e continuano a rovinare l’Italia.
      Mi dice come mai ieri, mercoledì, è stato arrestato a Citerna per furto con scasso un suo concittadino ? Non parli poi della “droga”i cui spacciatori, italiani e valtiberini sono stati ‘pizzicati'(non se lo ricorda ?).
      Mi faccia il piacere Lei e la smetta di sputare sentenze solo per il gusto, forse, di ritenersi appartenente ad una ‘razza superiore’.
      Infine: “non sono” un buonista come afferma Lei, sono solo uno a cui piace la “verità”, la “giustizia” e l’ “uguaglianza”.

      Cordiali saluti anche a Lei, che non conosco, e se Lei mi conosce, può sempre fermarmi quando mi vede a Sansepolcro e fare le quattro chiacchiere.
      Gino Dente

      • la peste in ha detto:

        Non penso di essere maleducato quando l’acccuso di essere “buonista”,perché il paese,oltre alle varie classi politiche,è stato rovinato principalmente dalle varie associazioni che hanno favorito l’immigrazione anche clandestina e l’inserimento di queste persone a scapito della popolazione italiana. A questi gli diamo lavoro,casa,ecc. e gli italiani sotto i ponti. Non voglio dilungarmi in altre nefandezze che senz’altro Lei conosce e non vuol vedere.
        Questo è l’ultimo commento che faccio a questa notizia,visto che sembra di sbattere su un muro di gomma.
        Spero vivamente di incontrarla.
        Di nuovo saluti.

  10. Mi spiace ma non concordo con l’articolo.
    Non penso che questi episodi siano da mettere in connessione in base al colore della pelle o alla nazionalità degli autori.
    Veramente a Sansepolcro in questi ultimi mesi si sono verificati solo questi episodi di micro-criminalità?
    Veramente sono solo i “nigeriani” o le persone “di colore” a rendersi autori di questi reati?
    Penso che se andassimo a vedere le statistiche scopriremmo una realtà diversa.
    Da comunità matura dovremmo iniziare a fare un esame di coscienza e superare la paura dell’uomo nero..

  11. la peste in ha detto:

    Non voglio commentare,altrimenti il Sig. Dente mi da del “razzista”.
    Ndr.-Nella sua definizione più semplice, per razzismo si intende la convinzione preconcetta e scientificamente errata (come dimostrato dalla genetica delle popolazioni e da molti altri approcci metodologici), che la specie umana sia suddivisa in ” razze “ biologicamente distinte, caratterizzate da diverse capacità intellettive, con la conseguente idea che sia possibile determinare una gerarchia di valore secondo cui una particolare e ipotetica “razza” possa essere definita superiore o inferiore a un’altra.Se, caro “la peste” sei di quest’ultimo parere, il sottoscritto Gino Dente “NON” ha nulla in contrario di ripeterti: “RAZZISTA”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: