Archivio del Fendente

2007-2011

Viale Pacinotti, positivo incontro tra residenti e amministrazione

SANSEPOLCRO – I residenti di Viale Pacinotti sono stati ricevuti dall’Amministrazione comunale per un incontro sulle problematiche riguardanti l’arteria cittadina. L’incontro avvenuto nei giorni scorsi sembra che abbia soddisfatto i residenti. “Ci hanno accolto  ascoltandoci con molta attenzione – è il giudizio dei cittadini facenti parte della delegazione – sono stati molto disponibili. Per noi è un buon risultato e  finalmente abbiamo potuto esternare i nostri problemi. L’unica cosa di cui ci rammarichiamo è che sia avvenuto troppo tardi”. Il riferimento è all’incidente mortale dei primi giorni dell’anno “forse se l’amministrazione ci avesse dato ascolto prima, poteva magari essere evitato”. I residenti che nei giorni scorsi avevano appeso alle loro finestre delle lenzuola bianche per protesta simbolica, è da anni che alzano la loro voce anche per mezzo di una petizione consegnata a suo tempo in comune. “L’incontro è stato molto positivo. Tra le soluzioni prospettate a breve – ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Cestelli – c’è un’ordinanza che prevede l’istallazione di cartelli luminosi, collocati in questi giorni, per gli attraversamenti pedonali. Inoltre è prevista la riduzione del limite di velocità che passerà dagli attuali 50 chilometri orari a 40, appositamente segnalato con idonea cartellonistica”. “In seguito poi saranno ricollocati alcuni dossi o saranno istallati semafori intelligenti (tramite la rivisitazione di un progetto del 2008 finanziato con le infrazioni al codice della strada, Ndr) oppure sarà adottato un restringimento di carreggiata; sarà la Polizia Municipale ad indicare la soluzione più idonea”. Nell’incontro si è parlato di illuminazione, della creazione di marciapiedi pedonali e di maggiori controlli da parte delle forze preposte. La delegazione, capitanata dal portavoce Fabrizio Lo Bianco, ha consegnato agli amministratori anche un preventivo di spesa per alcuni interventi da adottare tra i quali quello di un’isola pedonale. Fatto sta che in quell’area, proprio sotto le vecchie mura, c’è un ampia zona adibita a giardino pubblico e, da tempo, sarebbero presenti alcuni progetti di rivalutazione. Come il plastico su scala eseguito dall’Istituto State d’arte che vi prevedeva tra gli altri una pista di pattinaggio e una per l’elisoccorso. E sembra anche che durante la scorsa amministrazione ci fosse l’idea della creazione di un parcheggio sotterraneo. L’amministrazione comunale ha comunque  programmato a breve un altro incontro con i residenti per valutare lo stato dei progetti. -m.m.-

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Viale Pacinotti, positivo incontro tra residenti e amministrazione

  1. Dietrologista in ha detto:

    Porca miseria, alla fine tocca rimpiangere il Gherardi e il suo dosso in viale Pacinotti.
    Se si rimpiange il Gherardi assessore ai vigili urbani come sarà quello attuale?
    A proposito, sapete chi è l’attuale assessore ai vigili?
    La sindaca!

  2. Ragioniere in ha detto:

    Eppure quando gli pare sanno come spendere i soldi incassati con le multe.
    Ricordate che questa estate ogni vigile che lavorava dopo cena, oltre al suo stipendio percepiva altri 100 euro. Probabilmente con l’ammontare speso dal Comune per gratificare il loro servizio si sarebbe potuto acquistare buona parte di quel semaforo intelligente.

  3. Anubi in ha detto:

    Giusto ricordare, come ha fatto l’autrice dell’articolo, che esiste nei cassetti del Comune un progetto per i cosiddetti semafori intelligenti fin dal 2008, finanziato con i soldi delle multe (che per legge vanno reinvestiti per la sicurezza stradale). Poi, come si sa, l’assessore che promosse quel progetto è stato sostituito e i suoi successori, in tre anni di tempo, non hanno fatto nulla.
    Sarebbe demagogico dire e non voglio dire che con i semafori attivi oggi la signora Edda sarebbe ancora viva, però il problema della sicurezza di quella strada, ripetutamente segnalato per anni dai residenti, va affrontato seriamente.
    Abbassare il limite da 50 a 40 sa tanto di scelta fatta sulle ali dell’emozione del momento o, peggio, di solenne presa in giro
    Ndr.- Non diciamo che sia una “presa in giro”, come si potrebbe anche pensare, e sarebbe il colmo. Certo, abbassare da 50 a 40 km orari la velocità, e qui concordiamo con quanto sopra affermato: “è una scelta fatta solo sulle ali dell’emozione del momento”. Così però non andiamo molto lontano.

  4. Pallino in ha detto:

    Poveri illusi, le promesse del Sindaco saranno parole buttate al vento, tutto continuerà come prima.
    Se pensa di risolvere il problema dell’eccesso della velocità abbassando ulteriormente il limite da 50 a 40 kmh siamo proprio nella demagogia più bassa.
    Senza controlli tutto continuerà come prima e come prima gli apparecchi in dotazione ai vigili per rilevare la velocità rimarranno inutilizzati nei meandri del loro comodo e caldo ufficio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: