Archivio del Fendente

2007-2011

La Ferla sulla nomina del rappresentante nel CDA dell’E.A.U.T

Fino ad ora avete giocato, ma è giunto il momento di dire basta per il bene della vallata

Anghiari – In questo periodo il Sindaco di Anghiari Avv. RiccardoLa Ferla, non ha volutamente rilasciato dichiarazioni sulla questione della diga di Montedoglio ed in particolare sulla fase costitutiva del nuovo ente, ritenendo più utile lavorare nell’interesse di tuttala Valtiberina anziché fare proclami che probabilmente rischiano di allontanare la possibilità di vederci rappresentati nell’ente regionale. Ma anche per il sindaco è arrivato il momento di intervenire per il bene dell’intera vallata. “Ricordo – spiega l’Avv RiccardoLa Ferla-  che il neo costituito E.A.U.T. è un ente pubblico economico la cui competenza nella designazione dell’organo amministrativo spetta esclusivamente alle regioni Toscana ed Umbria ed al Ministero delle Politiche Agricole.  L’azione forte da portare avanti è quella di evidenziare la preminente importanza dell’invaso di Montedoglio relativamente alle altre opere idrauliche che l’ente dovrà gestire e ribadire “il diritto” conseguente  di avere un rappresentante nel c.d.a. che garantisca realmente la sicurezza dei cittadini ed il giusto sfruttamento dell’invaso a favore delle nostre comunità.

Tutto il parlare di questi giorni, le ipotesi delle girandole di nomi arbitrariamente resi pubblici non sta certamente aiutandola Valtiberinaa presentarsi in Regione come territorio unito compatto e consapevole delle sue risorse quale invece è e deve essere. La politica – continuaLa Ferla- deve essere sostenuta in questa vicenda e non dipinta come l’avversario e il soggetto portatore di interessi diversi da quelli dei cittadini, tanto è vero che, in accordo con il Sindaco di Sansepolcro, fui io a richiedere all’assessore regionale Salvatori che il componente del c.d.a. della Toscana fosse espressione della Valtiberina. Ritengo pertanto necessario, utile e fondamentale- concludeLa Ferla- abbassare i toni e convogliare le nostre energie al fine individuare figure che abbiano realmente un profilo ed una competenza per rivestire un ruolo così importante e far si che il presidente della Regione tenga conto delle nostre proposte”.           -Ufficio Stampa – Comune di Anghiari-

Ndr.- Già, è proprio vero quanto afferma il sindaco di Anghiari: “Fino ad ora avete giocato, ma è giunto il momento di dire basta per il bene della vallata” .

Nostro dovere e diritto è però chiedere al sindaco: “Chi ha giocato fino ad ora se non certa politica pro-carrozzoni?”

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “La Ferla sulla nomina del rappresentante nel CDA dell’E.A.U.T

  1. magime in ha detto:

    Gambacci? Sì, dai, si rifà il muro di contenimento in legno!!! Alò citti, ma siamo matti?

  2. gegio de la fonte in ha detto:

    E il bene della vallata sarebbe GAMBACCI? Girano voci che il comune del borgo avrebbe fatto quel nome. Non ci si capisce più niente, ma non era dell’altra parte politica? E’ questa la figura di alto profilo tecnico o politico?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: