Archivio del Fendente

2007-2011

Anche il Movimento Civico Borgo Nuovo interviene sul problema diga

Sansepolcro – Ad oggi tutti ci rendiamo conto che la diga non ha mai rappresentato una autentica risorsa per la nostra cittadina o quantomeno non ha apportato benefici proporzionati al rischio di un eventuale cedimento strutturale della stessa, cosa che in parte si è verificata nel Dicembre del 2010.
La realizzazione di nuovo ponte sul Tevere e la messa in sicurezza della diga erano nel nostro programma elettorale e sono ancora due punti fortemente voluti dalla nostra coalizione.
Riteniamo infatti che il ponte sia una spesa collegata alla sicurezza e, in questo frangente, va inserito tra le spese di riassetto della Diga, come anche la sistemazione degli argini del Tevere nei punti di cedimento a seguito della piena.
L’attuale amministrazione ci sembra spesso stornare l’attenzione su argomentazioni che seppur dignitosissime hanno una valenza secondaria; in particolar modo il sindaco avrebbe la responsabilità di chiedere un risarcimento dei danni che il cedimento ha causato con più forza rispetto a quanto abbia fatto fino ad ora.
Lo ha o lo hanno fatto? Se non lo hanno fatto, cosa aspettano?
La richiesta, esplicata con forza, dell’inserimento di una persona competente e professionale a rappresentanza della Valtiberina all’interno del cda del nuovo Ente Acque Umbro-Toscane, avrebbe dato un tono più accentuato ai fabbisogni e alle esigenze del nostro territorio.
Tale persona avrebbe rappresentato la voce del nostro comprensorio in modo da ricevere una più adeguata attenzione, dato che siamo tra i più esposti ai rischi che l’opera della diga comporta.
Ma siamo sicuri che l’amministrazione attuale abbia il desiderio di questa speciale attenzione? O piuttosto l’attuale amministrazione, appartenendo alla vecchia gerarchia di partito, non preferisca che gli enti sopracomprensoriali continuino a marciare nel solito vecchio modo?
In parte la scarsa volontà di farsi valere si è rivelata in quanto la possibilità di inserire tale presenza sarebbe, purtroppo, ormai sventata. Per l’ennesima volta il peso politico della Valtiberina è azzerato e  Il Comune più importante del territorio che è anche quello più a rischio in caso di problemi all’invaso, deve dare una risposta concreta. Noi la chiediamo con forza.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Anche il Movimento Civico Borgo Nuovo interviene sul problema diga

  1. Sara Ricci in ha detto:

    La diga in un inverno “sereno” come questo avrebbe portato solo tanta nebbia ed umidita’ al posto di queste splendide giornate di salutare sole…che sia meglio rimanga sottodimensionata e utilizzata solo per le “innaffiature della valle”? Buona giornata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: