Archivio del Fendente

2007-2011

Anghiari, il Pd locale sembra in "caduta libera"

Anghiari – L’appuntamento di sabato 21 alle 19,30 presso l’ex scuola materna di San Leo per celebrare la  Festa del Partito Democratico ad Anghiari  non ha sicuramente sortito gli effetti desiderati, infatti sembra che appena 40 siano stati gli aderenti alla cena anche se era richiesto un contributo di soli 10 euro, mentre l’organizzazione sperava in una “affollata” serata da passare in compagnia, alla presenza del consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli e del segretario provinciale Meacci, insomma   ben più numerosa, in cui avrebbero parlato anche dei temi più importanti riguardanti la Valtiberina. La discussione poi, sembra sia stata una “perla”, con il solo monologo dei due ‘politici’ ospiti , senza replica, così ci dicono alcuni presenti, perchè “non” è stata concessa. Un flop quindi del Pd in Anghiari, sembra un segnale a dimostrazione che qualche cosa “non va”, forse per dire ai dirigenti locali  che in loro non è più riposta  la fiducia dei cittadini che difficilmente si scordano certi comportamenti ( quelli sopratutto del periodo elettorale contro un nostro concittadino, l’allora sindaco Bianchi Danilo) o torti subiti ed il conto viene prima o poi presentato.
Da quello che si sente in giro: questo sembra solamente l’inizio di una caduta libera di un “certo” Pd in Valtiberina toscana, ed in molti ci inviano i loro commenti di soddisfazione, ma anche di preoccupazione per il destino di Anghiari.
-La Redazione-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Anghiari, il Pd locale sembra in "caduta libera"

  1. Ernesto in ha detto:

    Visto che il segretario del pd anghiarese, Scartoni, e’ anche assessore nell’amministrazione LaFerla, cio’ fa presumere che più che una sfiducia nei vertici del pd aretino si sia trattato di un atto di sfiducia nei confronti del suo segretario. Voci di paese insistenti danno per scontato che alla fine Scartoni fara’ un passo indietro …. per mantenere, pero’, stretta la poltrona da assessore

  2. POMODORO in ha detto:

    E’ mai possibile che non capiscano che la rendita politico/ideologica durata oltre cinquantanni oramai sta volgendo al tramonto. E’ mai possibile che non si rendano conto che il mondo sta cambiando in maniera rapidissima e non si possono “vendere” le stesse cose e riproporre all’infinito gli stessi personaggi. Facciano pure di stimoli rivolti al cambiamento ne hanno avuti sin troppi eppure loro continuano nella conservazione come se nulla fosse accaduto. La politica di domani sicuramente non ha spazio per questi signori.

  3. Eufemio Merendini © in ha detto:

    Secondo me erino anche troppi se perdavero a magnare se son presentati in 40.
    De sti 40, ben 33 eron venuti per i crostini al fegato che son sempre dimolto boni, altri 2 pensavino che visto che se spendeva solo 10 euri era un affare da non perdere, altri 2 erino le mogli del meacci e del ceccarelli.
    Ma chi se li fila sti qua!!
    C’han la faccia come ‘l b…..o oggi profuma che se la son ripulita ma quande s’argirono dal puzzo che lasciano ce s’arvolta!
    Pensassero a nuove acque, ad estra, all’atam, al sindaco umbro del borgo, ma lascino fare la gente: unné se ne pò più di essere presi per i fondelli!!!
    E ringrazino che erin solo 40 a cenare e unn’anno trovati 100 fori a fischiarli!!
    Stavolta gliè ita bene ma la prossima ce se organizza!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: