Archivio del Fendente

2007-2011

Il Pd Citerna per l’ acqua “bene comune”

Citerna – Enorme successo ha ottenuto il Consiglio comunale aperto tenutosi lunedì 23 gennaio 2011 presso la Palazzina dei Servizi Sociali di Pistrino.
Di fronte ad una sala gremita, il Sindaco Giuliana Falaschi si è fatta portavoce dell’operato dell’Amministrazione Comunale nei confronti del caso Umbra Acque che, ricordiamo, ha richiesto un pagamento retroattivo degli anni 2007-2011 ai proprietari di pozzi privati.
Ferma e decisa la posizione tenuta nei confronti del Gestore nelle adeguate sedi istituzionali. Risultato immediato è stata la sospensione dei pagamenti, compresi quelli con addebito bancario. Nonostante ciò ad Umbra Acque sarà richiesto il completo annullamento della bollettazione.
Tutta la coalizione dei Democratici di Progresso (PD, PRC, Comunisti Italiani e IDV) è pronta a scendere sulle barricate affinché questo tributo sbagliato e non dovuto non sia più richiesto ai nostri concittadini.
Nota stonata della serata, dedicata al confronto con la cittadinanza, è stato l’intervento del Consigliere Cirignoni che vedendosi smontare pezzo per pezzo le strumentalizzazioni create su questo argomento nei giorni precedenti, è apparso visivamente nervoso, fino ad avere un alterco con un cittadino che, richiesta la parola, si è limitato ad esporre legittimamente i propri dubbi: l’intervento pronto del Sindaco Falaschi ha riportato la serenità nell’aula, mentre il Consigliere Leghista ha “borbottato” ad ogni intervento.
Ma ritornando alle cose serie, un altro punto che sta molto a cuore al PD di Citerna è la gestione dell’acqua della Diga di Montedoglio. Il nostro partito esprime preoccupazione per lo stato attuale dell’invaso così come è stato evidenziato dal Direttore dell’Ente Irriguo Umbro-Toscano Zurli ed è più che mai vicino ai cittadini ed agli agricoltori per i quali si prospetta un’annata alquanto difficile, a meno di piogge consistenti. Considerata la delicatezza della questione ci sentiamo di appoggiare chi già ha avanzato la richiesta che nel nuovo Ente Acque Umbro Toscane (EAUT) ci sia un rappresentante della Valtiberina, che ne segua gli sviluppi e sia attento alle nostre esigenze. Si rende pertanto necessaria l’elezione del Consiglio di Amministrazione i cui componenti non siano persone riciclate da altri incarichi o politici a fine mandato, competenti in materia che siano in grado di rilanciare questa struttura e ne permettano un utilizzo ottimale a tutti gli utenti.
Il coordinamento Pd Citerna
-comunicato stampa-

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Il Pd Citerna per l’ acqua “bene comune”

  1. terraeciternae in ha detto:

    Bravi pidini de Citerna, non bisogna riciclare vecchi politici a fine mandato, sennò la diga fa la fine del mulino! voi lo sapete bene

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: