Archivio del Fendente

2007-2011

Archivio per la categoria “valtiberina&dintorni”

Porta del Ponte: percorso pedonale già rotto in parte

SANSEPOLCRO –  Il percorso pedonale istallato alcune settimane fa a Porta del Ponte è già parzialmente rotto. Così se ne torna a parlare nuovamente. La protesta dei residenti della zona sulla realizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale di un percorso pedonale per la sicurezza degli alunni delle scuole medie “Luca Pacioli” aveva fatto notizia alcuni giorni fa, perché quel percorso non ha mai riscosso l’approvazione popolare. Il motivo? E’ antiestetico. Continua a leggere…

Annunci

Nuovo appello dei residenti di Via Alienati

Sansepolcro – I residenti di Santa Fiora si appellano affinché una delle loro strade principali venga sistemata in modo definitivo. Stiamo parlando di Via Pasquale Alienati che collega le due parti della popolosa frazione oggetto da tempo di un provvedimento per la sua completa risistemazione. I lavori di manutenzione straordinaria dovevano iniziare il 21 aprile dell’anno scorso e terminare a luglio dello stesso anno. Per i lavori era stato annunciato un importo di circa 176mila euro (più oneri sicurezza per 2mila euro) e l’attivazione di un mutuo di 150mila euro presso la Cassa Depositi e Prestiti. Solo tre mesi di tempo dunque per il rifacimento della pavimentazione stradale, la regimazione delle acque meteoriche, la predisposizione di un nuovo impianto di pubblica illuminazione e la realizzazione del marciapiede nel tratto dalla scuola materna alla piazzetta Santa Flora e Lucilla. Ma a distanza di circa nove mesi i lavori sono ancora incompleti. Le problematiche di quella strada sono a tutti bene note. A fine novembre 2010 una delibera approvò il progetto esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria della viabilità comunale, una parte consistente del quale riguardava la frazione. Ma il calvario di Via Alienati è stato lungo. A settembre 2010 la precedente amministrazione dichiarava la necessità di aspettare la fine delle manifestazioni del settembre biturgense altrimenti i cantieri avrebbero creato intralcio, e il 19 novembre si decideva di slittare di nuovo l’apertura ai primi mesi del nuovo anno viste le condizioni di maltempo e l’approssimarsi del periodo delle festività natalizie. Fu poi stimato in circa un mese da gennaio l’arco temporale per la procedura necessaria all’aggiudicazione dell’appalto. Dopo di che, sopraggiungendo anche condizioni climatiche più favorevoli, l’opera avrebbe potuto concretizzarsi. Gli abitanti nell’aprile 2011 quando un cartello nella strada indicava l’inizio dei lavori avevano espresso grande soddisfazione, quegli stessi che oggi si sentono ancora una volta delusi e amareggiati. “Le auto continuano a transitare a tutta velocità sia di giorno che di notte – dicono i residenti -, temiamo davvero per la nostra incolumità e per quella dei nostri figli”. Ma cosa è stato fatto da allora? La strada è stata completamente asfaltata “nel mezzo della carreggiata però l’asfalto è già in parte rovinato, c’è un dente rialzato” e sono stati predisposti marciapiedi pedonali nel lato sinistro procedendo verso il centro abitato, ma solo in un tratto. Per il resto non c’è ancora illuminazione a sufficienza “alcuni lampioni fanno luce intermittente, e non c’è nessun controllo, né di tipo semaforico né  rallentatori di velocità, e nemmeno si registra la presenza delle forze preposte ai controlli”. “Non vogliamo che prima o poi succeda qualcosa di grave come è successo in altre arterie della città – chiosano – pretendiamo di sapere dall’amministrazione che fine hanno fatto i lavori promessi e quando potranno riprendere”. mm

ANGHIARI: 27 GENNAIO 2012 GIORNO DELLA MEMORIA

Per non dimenticare l’olocausto

Per Anghiari non è una celebrazione formale , il 27 gennaio , ma un sentimento sincero che ciascuno di noi deve sentire dentro se stesso.
Per oltre 60 anni abbiamo rimosso dalle nostre coscienze la vergogna di un campo di internamento  fascista e badogliano , il campo n. 97 di Renicci dove sono passati oltre 9000 tra sloveni , croati e anche antifascisti italiani.
L’olocausto è stato quanto di più orribile l’uomo potesse fare ad altri uomini.
Oltre sei milioni di persone morirono nei campi , oltre un milione di bambini furono passati per il camino.
Non solo gli ebrei furono deportati e uccisi nei lager nazisti ma anche tante altre persone , molte volte dimenticate ,  come gli zingari , “ i diversi “ gli oppositori politici.
Anche noi, italiani , abbiamo tristemente  contribuito alla deportazione e allo sterminio.
L’ infamia delle legge razziali del 1938  ne sono purtroppo l’esempio più eclatante.
Tutti noi abbiamo il dovere della memoria per fare in modo che ciò che è accaduto non accada mai più.
La memoria che diventa impegno, testimonianza , lotta a favore dei diritti umani.

VENERDI 27 GENNAIO 2012
Ore 10,30 SALA AUDIOVISIVI (p.zza del Popolo) Anghiari
CONSIGLIO COMUNALE  APERTO CON LE SCUOLE
Per non dimenticare l’olocausto
Tutta la cittadinanza è invitata
VENERDI 27 GENNAIO 2012
Ore 21,30 TEATRO COMUNALE DEI RICOMPOSTI – Anghiari
RONIN in Concerto + READING di GIOVANNI SUCCI (Bachi da Pietra)
Letture da Primo Levi

SABATO  28 GENNAIO
Ore 10,30 TEATRO COMUNALE DEI RICOMPOSTI – Anghiari
THE ARMED MAN – A MASS FOR PEACE
Concerto per le scuole
SABATO  28 GENNAIO
Ore 17,30 SALA AUDIOVISIVI (p.zza del Popolo) Anghiari
Presentazione del libro L’ULTIMA CIOCCOLATA
“La lunga scia di sangue di una divisione tedesca in ritirata”
di Andrea Bertocci
-Info: informagiovani@comune.anghiari.ar.it 0575 789288—teatrodianghiari@libero.it  0575 788659-

 

Cimitero, in primavera al via i lavori

SANSEPOLCRO – In primavera il via ai lavori al cimitero comunale. Tanti i punti discussi nella riunione di ieri mattina tra l’Assessore Andrea Cestelli e la delegazione di cittadini che lo ringraziano per disponibilità e cortesia dimostrata. La prima notizia è che in marzo torneranno le scale scorrevoli. “Abbiamo contattato una decina di ditte – ha riferito Cestelli – ci siamo indirizzati su di una che opera con i comuni della Romagna; Continua a leggere…

Cimitero: domattina secondo incontro tra Assessore e Cittadini

SANSEPOLCRO – E’ fissato per domani, martedi 24 gennaio alle ore 11, il secondo incontro voluto dall’Assessore ai Lavori pubblici, Andrea Cestelli, con i cittadini. Oggetto: varie ed eventuali problematiche riguardanti il cimitero comunale. Una cospicua rappresentanza di residenti, promotori della petizione per le scale scorrevoli, avevano incontrato l’assessore il 22 novembre scorso. Priorità assoluta era stata la richiesta di poter riavere le vecchie scale scorrevoli (tolte i primi di novembre perché non a norma, Ndr). Fatto salvo tutti gli opportuni accorgimenti Continua a leggere…

Entusiasmo per "Classi comparate" iniziativa dell'Istituto tecnico commerciale

SANSEPOLCRO – Una mattina di seminari,  sport, salute, musica, film e lettura. “Classi Comparate” è questo il nome dell’iniziativa organizzata dagli studenti che si tenuta ieri  presso l’Istituto Tecnico Commerciale d’istruzione superiore “Fra Luca Pacioli” “Rientra nel programma delle quattro assemblee d’istituto cosi dette speciali perché organizzate in date ed eventi prestabiliti – dicono i giovani organizzatori Francesco Ciampelli, rappresentante d’istituto e Cosimo Foni, vice rispettivamente studenti di IV° e V° classe – con la volontà principale di riunire tutti gli studenti dell’istituto (ricordiamo che è composto dall’Istituto commerciale e dal Liceo scientifico che aveva già organizzato ‘Classi comparate’ il 21 dicembre, Ndr) per Continua a leggere…

Molino Sociale, chi paga le spese ?

Qui di seguito la mail di un cittadino di Sansepolcro e la “determina” n.11 del 10.01.1912:
Ecco quanto ci costano gli accordi della Frullani. Naturalmente oltre il mancato incasso dell’occupazione di suolo pubblico.
La causa promossa dal Molino Sociale era vinta ma, i due diessini Daniela Frullani e Claudio Sereni si sono strizzati l’occhio e tutte le spese ricadranno sui cittadini del Borgo.”

mail firmata
COMUNE DI SANSEPOLCRO
Numero Registro Generale Determina N. 11 del 10-01-2012
Provenienza Ufficio Segreteria
OGGETTO: Liquidazione e saldo della competenza all’ Avv. …………….per il contenzioso
civile davanti al TAR Toscana e Consiglio di Stato chiuso con Molino Sociale Altotiberino S.c.r.l.
IL RESPONSABILE
– Visto l’atto della Giunta Comunale n. 316 del 09/12/2011 che chiude su istanza della S.c.r.l.
Molino Sociale Altotiberino il contenzioso in atto con il Comune di Sansepolcro costituito
da una causa civile di usucapione davanti al Tribunale di Arezzo, da un ricorso a TAR
Toscana e di uno in appello al Consiglio di Stato;
– Preso atto che tutte le suddette azioni giudiziarie sono state aperte dal Molino Sociale
Altotiberino che si trova in regime di amministrazione controllata;
– Vista la delibera della G.C. n. 305 di costituzione in giudizio per la causa di usucapione in
opposizione iscritta al n. 367/09 del R.G. sez. II del Tribunale di Arezzo che riporta un
impegno di €. 4.530,00 sufficiente alla copertura della notula pro-forma del 03/01/2012 di
complessivi €. 3.923,23 al netto di un acconto già pagato con fattura n. 99 del 06/08/2009 di
€. 458,33;
– Vista la notula pro-forma del 03/01/2012 emessa a saldo degli onorari e spese per l’incarico
di costituzione di giudizio al Consiglio di Stato dato per atto G.C. n.192 del 29/06/2009
(n.5863 R.G. Sez. 4) per l’appello contro l’ordinanza Tar Toscana n. 263/2009 del
27/03/2009 per l’importo totale lordo di €. 3.000,00 di cui €. 420,00 per la domiciliazione a
fronte di impegno di spesa di €. 1.156,00 al Cap. 1370 impegno 943;
– Vista infine la notula pro-forma del 03/01/2012 emessa per totali €. 6.115,78 al netto di €.
727,54 erogati in acconto come da fattura n. 97/09 del 21/07/2009 a saldo degli onorari e
spese per la causa civile aperta dal Molino Sociale Altotiberino S.c.r.l. contro il Comune di
Sansepolcro iscritto al R.G. col n. 381/2008 del Tribunale di Arezzo per riconoscimento di
usucapione (atto G.M. n. 305 del 22/12/2008);
– Ricordato che con tre notule viene richiesta a saldo (compresa IVA, contributi previdenziali
– CAP- 4% e al lordo di ritenuta d’acconto IRPEF 20%) la complessiva somma di €.
13.039,02 al netto degli acconti già riscossi, a fronte di €. 8.686,23 che risultano impegnati
complessivamente con atti G.C. n.192/2009, n.305/2008 e n.69/2009 di costituzione in
giudizio. Ciò è giustificato sia dall’esigenza di controdedurre a motivi aggiunti sia
dall’assistenza prestata in sede stragiudiziale e della domiciliazione per l’appello al
Consiglio di Stato;
– Ciò premesso
DETERMINA
1) Di liquidare a saldo per complessivi €.13.039,02 l’onorario e le spese spettanti all’Avv.
………………..per una causa civile per usucapione, un ricorso al TAR Toscana per
l’annullamento di provvedimento di abuso edilizio e un ricorso in appello al Consiglio di
Stato per annullamento Ordinanza TAR, su presentazione di Fattura. La somma di €.
13.039,02 e complessiva di IVA 21%, C.A.P. e al lordo di ritenuta d’acconto IRPEF 20%
nonché al netto di due acconti corrisposti. A saldo poiché il contenzioso è stato chiuso con
delibera della Giunta Comunale n. 316 del 09/12/2011;
2) La spesa di €. 13.039,02 è stata imputata al Cap. 1370.
-Il Segretario Comunale-

Sansepolcro, acquistate agende (strumento di lavoro) per gli amministratori

Riceviamo e pubblichiamo:
“Gentile Direttore,
mentre i cittadini sono chiamati a sacrifici economici insostenibili in un momento particolare, il Comune di Sansepolcro con DETERMINA n° 6 del 05/01/2012  con oggetto: Acquisto di 23 agende “tascabili” per gli amministratori (  giustificato  come strumento di lavoro) per € 368,00 continua a sperperare denaro pubblico con palese non curanza e rispetto al cittadino. Non è l’importo ma è il senso civico che viene calpestato,  se gli amministratori si sentono tali dovrebbero rifiutare tale “beneficio”.”

Pubblichiamo anche la Determina n.6 ricordando all’Amministrazione di Sansepolcro che, se ce lo avessero detto, la Redazione del Fendente avrebbe  potuto indicare loro delle “agende con rubrica” formato 15×21 al costo di euro 4 (quattro).  Non aggiungiamo altro, se non che la spesa sarebbe stata di euro 92 anziché di euro 368.
-COMUNE DI SANSEPOLCRO-
Numero Registro Generale Determina N. 6 del 05-01-2012
Provenienza Ufficio Segreteria del Sindaco
OGGETTO: Acquisto agende per amministratori. Impegno di spesa
IL RESPONSABILE
VISTE la necessità di provvedere all’acquisto di piccole agende con rubrica da consegnare a tutti
gli Amministratori come strumento di lavoro;
CONSIDERATO che trattasi di materiale non reperibile presso l’Ufficio economato ma unicamente
mediante acquisto presso cartolibreria;
RITENUTO adeguato allo scopo l’agenda “Moleskine” 2012 formato 9×14 cm al costo di € 16,00
cad. Iva inclusa, in vendita presso la cartolibreria “Chieli Marisella S.a.s.” di Sansepolcro (AR);
RITENUTO opportuno procedere all’affidamento della fornitura di n. 23 delle suddette agende, ai
sensi dell’art. 125 comma 11 ultimo capoverso del D.lgs n. 163/2006 e ss.mm.ii.;
RICHIAMATO altresì l’art. 163 del D.lgs n. 267/2000;
RITENUTA la propria competenza ai sensi dell’art. 107 del T.U. n. 267/2000;
DETERMINA
1 – di affidare, ai sensi dell’art. 125 comma 11 ultimo capoverso del D.lgs n. 163/2006, la fornitura
di n. 23 agende “Moleskine” formato 9×14 cm per l’importo complessivo di € 368,00 Iva inclusa
alla cartolibreria “Chieli Marisella S.a.s.” di Sansepolcro (AR);
2 – di finanziare la spesa complessiva di € 368,00 Iva inclusa mediante imputazione al capitolo n.
2095, bilancio 2012 con impegno assunto con il presente atto.
Il Responsabile del Servizio                                                                                                                                       -La Redazione-

Censimento della popolazione: questionari a quota 92,95%

SANSEPOLCRO – Ottima è stata la risposta al Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. Al  14 gennaio sono stati restituiti 6.614 questionari pari al 92,95%. I nuclei familiari che lo hanno ricevuto sono stati 7.388. Alla luce dei fatti dunque, un buon esito anche paragonato con i dati precedentemente raccolti. Un mese fa infatti, intorno a metà dicembre (a circa due mesi dall’inizio del censimento) erano 4578 i questionari riconsegnati (oltre 2mila questionari raccolti in quattro settimane, Ndr). I 6.614 questionari ad oggi restituiti sono a sua volta così ripartiti. Consegnati presso il Centro Comunale di raccolta 2268 (pari al 36,93%), compilati via web 2197 (30,87%), spediti tramite Poste Italiane 1187 (16,68%) e infine consegnarti direttamente al rilevatore 602 (8,46%). Sembra così risulti una predilezione verso la forma di compilazione cartacea con consegna presso l’Ufficio Comunale, seguita dalla compilazione via web. C’è da sottolineare l’impegno da parte dell’Ufficio Comunale di Censimento che dal 9 ottobre, giorno di inizio, ha ricevuto e aiutato le persone alla corretta compilazione. Inoltre sul campo hanno operato 15 rilevatori che hanno effettuato anche la rilevazione degli edifici su ben 67 sezioni del comune. Il termine ultimo per la riconsegna dei questionari non compilati è il 10 febbraio. “Chiediamo un ultimo impegno e sollecitiamo tutti coloro che non hanno ancora restituito il modulo – afferma la Responsabile, Maria Antonella Piccini – Rispondere oltre che un dovere è un obbligo di legge”. Nel mese in corso l’attività di sollecito nei confronti delle famiglie non adempienti è molto intensa. Quotidianamente gli operatori dell’Ufficio Comunale di Censimento verificano nel sistema informatico dell’ISTAT le famiglie che non hanno restituito il questionario, sollecitandole a sua volta, mentre i rilevatori operano presso le abitazioni dei cittadini non ancora censiti, offrendo loro assistenza per la compilazione. C’è da segnalare che le famiglie irreperibili possono incorrere nella cancellazione dal registro della popolazione e, nei casi di palese rifiuto alla compilazione, potranno essere attivate anche procedure di accertamento con successive sanzioni amministrative.  -mm-

Convegno antisismica

Sansepolcro – Il 4 Febbraio 2012 si terrà  un importante convegno organizzato dal Lions Club locale con il patrocinio degli Ordini Professionali, dal titolo:

Conoscere e prevenire il rischio sismico in Valtiberina

I relatori sono di importanza nazionale ed internazionale visto che saranno presenti il Prof. Enzo Boschi a tutti noto nella veste di Presidente dell’istituto nazionale di geofisica ed ora docente presso l’Università di Bologna, il Prof. Arch. Carlo Blasi dell’Università di Parma gia consulente Unesco ed esperto di fama internazionale in materia di consolidamento e restauro di edifici storici (tra le altre cose è stato il responsabile del piano di ricostruzione della città di Mostar), il prof. Ing. Ario Ceccotti del CNR noto per aver progettato un edificio di 6 Piani in legno che è stato sottoposto a prova nella più grande piattaforma di simulazione sismica che si trova a Tokio.

Moderatore del convegno sarà L’arch. David Gori che assieme alle autorità locali ed al Presidente del Lions Dott. Lorenzo Forni faranno gli onori di casa.

L’iniziativa si terrà a Sansepolcro presso la sala convegni del Borgo Palace Hotel il giorno 4 Febbraio2012 apartire dalle ore 15,00. 

 

Viale Pacinotti, positivo incontro tra residenti e amministrazione

SANSEPOLCRO – I residenti di Viale Pacinotti sono stati ricevuti dall’Amministrazione comunale per un incontro sulle problematiche riguardanti l’arteria cittadina. L’incontro avvenuto nei giorni scorsi sembra che abbia soddisfatto i residenti. “Ci hanno accolto  ascoltandoci con molta attenzione – è il giudizio dei cittadini facenti parte della delegazione – sono stati molto disponibili. Per noi è un buon risultato e  finalmente abbiamo potuto esternare i nostri problemi. L’unica cosa di cui ci rammarichiamo è che sia avvenuto troppo tardi”. Continua a leggere…

Oggi incontro in comune per gli abitanti di Viale Pacinotti

SANSEPOLCRO – Stamattina l’amministrazione comunale  incontrerà una delegazione di residenti di Viale Pacinotti per risolvere la  questione della sicurezza della trafficata arteria. Ma c’è una domanda che molti si pongono. Il famoso progetto del 2008 che la precedente amministrazione (circa 20 mila euro per l’installazione di semafori intelligenti con sensori di velocità anche per l’attraversamento pedonale) aveva finanziato con i fondi derivanti dalle infrazioni al codice della strada, che fine ha fatto? Continua a leggere…

Anziana inseguita, alcune studentesse mettono in fuga l'uomo

SANSEPOLCRO – Un’anziana signora si è presa giorni fa un bello spavento. E’ accaduto lunedi 9 scorso in Via Santa Croce quando l’anziana che transitava a piedi si è accorta che un giovane di colore la stava inseguendo. Erano all’incirca le 13e trenta. La donna ha così allungato il passo cercando di depistare l’uomo e arrivata in Viale Vittorio Veneto ha cercato riparo dentro ai locali della Pasticceria Chieli. Però in quel giorno il locale era chiuso per turno. Nel frattempo, alcune studentesse che uscivano Continua a leggere…

Inaugurata in Cattedrale la copertura della Fonte Battesimale

SANSEPOLCRO – “La Fonte battesimale è un luogo speciale – ha detto Don Alberto Gallorini parroco della Cattedrale – perchè entrando in Chiesa possiamo ammirare quel luogo dove siamo nati come cristiani. Ricordate il giorno del vostro battesimo e festeggiatelo ogni anno”. La copertura in argento della fonte  inaugurata domenica 8, giorno del Battesimo di Cristo, è un’autentica opera d’arte, eseguita dal maestro orafo Francesco Puletti. Collocata in fondo alla cattedrale sulla sinistra con struttura circolare e diametro di 90 centimetri, è stata studiata in base al fonte ottagonale in marmo voluto dal vescovo Niccolò Tornabuoni “perchè otto è il numero dell’infinito – ha detto Don Alberto – ed otto è anche il giorno della Resurrezione. Possa questa opera portaci lo stupore e la meraviglia, perchè la fonte è il grembo della Chiesa che genera e dona nuovi figli”. Continua a leggere…

La Misericordia sul caso dei sei operatori a progetto

SANSEPOLCRO – Ha fatto il giro della città la notizia del non rinnovo del contratto di lavoro per sei addetti che svolgevano attività presso il 118 della Confraternita di Misericordia. La polemica verteva sul fatto che dopo tre anni di contratto a progetto e altrettanti di volontariato, pareva che fossero stati allontanati senza ragioni valide. Il Presidente della Misericordia, Michele Allegrini, fa così chiarezza sulla verità dei fatti. “Gli operatori sono stati avvisati per tempo – dichiara – nessuno li ha mandati via. E’ stato proprio per Continua a leggere…

Viale Pacinotti dopo incidente mortale pretende sicurezza

SANSEPOLCRO – Problemi di sicurezza stradale in Viale Pacinotti, teatro mercoledi 4 gennaio scorso, di un incidente mortale. E così dopo l’ennesimo dramma (non dimentichiamo altri tre gravi incidenti: due nel 2010 e uno nel 2008 quando un pedone fu investito uscendo dalla propria abitazione, ndr) si torna a chiedere più sicurezza in questa transitatissima arteria. Nell’incidente di mercoledi ha avuto la peggio la signora Edda (moglie di Franco Nespoli) investita da una vettura mentre attraversava la strada. La  signora è deceduta ieri Continua a leggere…

Dalla "calza" della Befana: una satira di E.Merendini sulla sanità nostrana

Valtiberina – La satira è una forma libera e assoluta, un genere  della letteratura  e di altre arti caratterizzata dall’attenzione critica alla politica e alla società mostrandone le contraddizioni e promuovendo il cambiamento. È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene.
Ecco che un nostro lettore della  valtiberina toscana, certo “Eufemio Merendini”, usando l’arte della satira, ci ha inviato il  05/01/2012 alle ore 16.20 che,  ritenendolo questa Redazione attuale ed interessante, ve lo  proponiamo così come è stato scritto, anche come articolo:
COMUNICATO USLE TRADOTTO DA EUFEMIO
Tranquilli da sto comunicato se capisce bene che non cè nessun problema, funziona tutto meglio de prima!
Si qualcuno c’à difficoltà a leggere gnine spiego io il comunicato che vol dire:
Cari cittadini e cittadine, anche se ve se vol prendere un po’ in giro, gniente panico per l’ospedale del borgo!
Da oggi alora funziona cusì.
S’ariva che se sta male al’ospedale de notte (perché si uno unne sta male alora è meglio che vadi al giro per el corso e un venga a romperci troppo le scatole!).
Una volta appurato che se sta male, alora poi se vede il da farsi che qualcosa per passare el tempo se trova de sicuro.
C’è quelli delle pulizzie coi quali far dù chiacchiere, c’è due o tre infermieri sopravvissuti ai tagli e poi cosa più mportante de tutte l’altre, c’è anche le machinette dele pastine che funzionon sempre anche ale 3 de notte, quande ‘l barre è chiuso!
Dopo lunghe e stenuanti trattative sindacali, abbiamo raggiunto quindi un accordo col il caffè che è reperibile 24/24, insieme alle merendine e patine fritte. Se un dormi, c’è anche la camomilla.
E ve par poco!?
Oh che pretendete dell’altro, oh ingrati vù ‘n sete altro!?
Si tutto questo servizio ve par poco, alora sappiate infine che tutti i medici han fatto i corzi d’aggiornamento: l’uturino cura anche i piedi suddeci, il cardiologo toglie anche il cerume dal’orecchi, mentre al ginecologo gni abbiamo insento a fare anche i clisteri. Pensate un po’ quel che un se fa e un dite che non siamo ganzi!
Se poi sgraziatamente ve fa male la trippa perdavero alora qua viene il bello!
T’ariva il ginecolo a le 3 de notte e te gni dici: o ginecologo, a me me fa mal la trippa.
Inanzi tutto te becchi un clistere per vedere se tutto funziona bene, una volta verificato che tutto sia a posto il ginecologo acende il computer e manda un’email al’ospedale d’Arezzo e gni dice:
Caro ospedale di Arezzo, s’ò il ginecologo del borgo, oh, qua c’è uno che gni fa male la trippa io sò ginecologo e gn’ho già fatto un clistere, aiuto! che devo fare adesso?
Si tutto va bene bene e ad Arezzo c’è il computer aceso con qualcuno che ce d’à un’occhio, alora dopo un paio d’ore gne rispondono:
Caro ginecologo del borgo, come te la passi? Passato un buon capodanno lì da voi in Valtiberina?
Qua ad arezzo tutto bene, l’anno è iniziato coi botti io so’ stato in Piazza Sant’agostino a vedere un concerto e te che hai fatto?
Risposta dal ginecologo del borgo:
Egregio collega dello spedale di Arezzo, io so ito colla mì moglie al cenone de caprese Michelangelo: sentisti ma bono che fanno il risotto al tartufo!
Una cosa che m’arlecco ancora i baffi!!
Colgo l’occasione per augurarti un buon anno!
Nel frattempo mentre te doli dal mal di stommeco e il dottore pratica il RIS e l’Ecofast al computer (!!!!??), ecco che s’è fatta l’alba ed entra nella stanza la signora de le pulizie col cencio in mano e te dice: te che ce fai qui a le 6 del mattino! Esci che devo arpassare il cencio ‘n terra!
Sconsolato, esci strisciando per terra come rambo dietro le linee nemiche del vietnam, protendendo la mano verso il ginecologo che sta chattando al computer col collega dei RIS praticando l’Ecofast con arezzo parlando de tartufi e de fochi d’artificio e esci con il mal de trippa che te pare che te tagliano i budelli dal male che senti!
Co la sfiga che c’hai incontri un’altra signora dele pulizzie che s’arabbia che gni stai sporcando il pavimento ancora bagnato dal cencio fresco e da un calcio al secchio coll’accuqa suddecia che c’à appena pulito i cessi pisciosi e s’arvolta contro de te: alora un ce semo capiti eh!
Ma gniente panico, cittadini, al borgo ci sono i RIS, c’è anche l’Ecofast.
E sperate solo che vel dolga la trippa perché invece del ginecolo che almeno un clistere ve lo fa, ve potreste artrovare a che fare con quello che ha fatto il corso per togliere il cerume dal’urecchi…
E poi ce se chiede perché è una valle de vecchi e perché i giovini vanno a perugia, città di castello o arezzo.
Chiamiamo i RIS, magari loro una risposta la trovano… con l’aiuto dell’Ecofast!
-Eufemio Merendini-

Sansepolcro: comunicato della Usl8 per la radiologia mentre i sindaci da "noi" indicati a nome "tacciono"

Ecco il comunicato stampa inviatoci dalla Usl8:

Sansepolcro, la radiologia non è soppressa e per i cittadini c’è la massima sicurezza e tempestività
Di notte lastre e tac vengono “lette” ad Arezzo dove giungono in via telematica in tempo reale. E i medici del pronto soccorso sono adesso abilitati per le ecografie dell’addome

“Grazie alle nuove tecnologie a supporto dei professionisti,  i cittadini della Valtiberina  non subiranno alcun peggioramento del servizio dalla riorganizzazione della radiologia ospedaliera.
“L’allarme del “comitato dei cittadini” è ingiustificato oggi come lo era tre mesi fa quando ha sollevato lo stesso problema e la risposta è stata la stessa che diamo adesso – dichiara Nilo Venturini responsabile sanitario del presidio ospedaliero della Valtiberina. E’ vero che non è più presente il medico-radiologo di notte, ma questo non diminuisce le garanzie per gli utenti. Da alcune settimane è stata istituita la guardia radiologica attiva 24 ore su 24 all’ospedale provinciale di Arezzo.  Attraverso il sistema Ris, il medico presente ad Arezzo “legge” per via telematica la radiografia o la tac eseguita a Sansepolcro (come negli altri ospedali delle vallate aretine)  e in tempo reale risponde con la diagnosi. Quindi – sottolinea Venturini – anche se a distanza abbiamo una guarda radiologica attiva sempre, e a maggior ragione per le urgenze, evitando quindi anche il ritardo che potrebbe derivare da una guardia con reperibilità, che ha fino a 30 minuti prima di presentarsi di notte in ospedale. L’unica differenza rispetto a prima è che adesso a spostarsi è l’immagine e non più il medico, e le radiografie “viaggiano e arrivano” subito all’ospedale di Arezzo, che fornisce risposte immediate”.
L’unica cosa che cambia con la nuova organizzazione è l’impossibilità nelle ore notturne di eseguire tac con contrasto. In questi casi, i pazienti vengono portati ad Arezzo. Va detto che negli ultimi sei mesi di queste particolari tac ne sono state eseguire in orari notturni 6 nei 3 ospedali che compongono il presidio di cui fanno parte Sansepolcro, Cortona e Bibbiena. E trattandosi quasi sempre di pazienti politraumatizzati, già da molto tempo il sistema 118, in presenza di queste casistiche,  trasporta immediatamente senza passare dall’ospedale locale, i pazienti su Arezzo o ancor più su Siena o Firenze.
Sempre sul fronte della diagnostica per immagine, a Sansepolcro tutti i medici dell’emergenza, in servizio al pronto soccorso, hanno partecipato ad un corso di formazione, ottenendo l’abilitazione all’utilizzo dell’ecofast: è uno strumento che consente di eseguire ecografie dell’addome e di leggerle per poi stilare la diagnosi e la relativa terapia.”
-Ufficio stampa-

Ndr.– Con tutto il rispetto immaginabile dobbiamo assicurare che alcun ‘comitato dei cittadini’ abbia lanciato notizie allarmanti sull’ospedale di zona, quindi le notizie che abbiamo riportato in altro articolo sul Fendente, possono esserci state riferite  da altre fonti e sicuramente da noi controllate .

Visto la pronta risposta inviataci  dalla Usl8, vuol dire che  abbiamo descritto  la realtà.

A questo punto chiediamo, su richiesta dei cittadini, come Redazione giornalistica,  ai vertici della Usl8, (direttore dr. Desideri) : “ che sia indetta una conferenza  dibattito aperta a tutti per discutere con il popolo (quello che dovrebbe essere ‘sovrano’) sulla sanità in Valtiberina toscana ed in particolare  del nostro Ospedale di zona nei suoi ….”servizi tagliati” e senza intermediari politici.”
Quello che non si riesce a capire, ma vorremmo sapere e per ora  lo facciamo rivolgendo una sola domanda:

Forse la Usl 8 non può spendere i soldi per avere all’ospedale di zona in Sansepolcro, la reperibilità notturna prefestiva e festiva di un medico radiologo?”
Non stiamo a spiegare cosa possa significare la presenza del medico specializzato in materia accanto all’infortunato, al malato; una presenza a volte indispensabile.
Non prendiamoci in giro  con giustificazioni o affermazioni che non possono essere ritenute valide mentre  possiamo  affermare che:  l’Ospedale è  certamente migliorato, ma dal punto di vista estetico per i  lavori alla struttura che, però,  non vorremmo risultassero inutili per la  mancanza , come al solito,  degli operatori;  “sicuramente però non è migliorato” dal punto dei servizi offerti, dopo i numerosi, dolorosi tagli, anzi …-
Attenzione, da tutte queste negatività  che i nostri signori sindaci conoscono e  subiscono senza alzare minimamente la voce per impotenza o connivenza, vanno esclusi gli operatori: dall’addetto alle pulizie, agli infermieri,  ai medici che vi operano e  tra tante difficoltà, in più di una occasione, hanno meritato e meritano sincera riconoscenza.
Infine ci sia concesso di esternare una nostra, e non solo nostra, opinione e possibilità: “Non c’è il radiologo? Allora andremo direttamente all’Ospedale dove è presente al momento della visita”.
La Redazione-

Montedoglio: la Valtiberina faccia i conti con la sinistra

 Locci, “Sull’Ente Acque i cittadini e gli industriali si appellino ai veri responsabili”

ValtiberinaIl consigliere regionale Dario Locci (Gruppo Misto) replica all’appello delle categorie economiche locali a proposito del nuovo ente, dopo che nei giorni scorsi i rappresentanti degli industriali della Valtiberina hanno lanciato un messaggio a mezzo stampa per vietare l’accesso all’Ente Acque da parte dei politici “trombati” in cerca di poltrone, un appello rivolto a quei politici che rappresentano il territorio nelle varie sedi, dai quattro Comuni della Valle, alla Provincia di Arezzo, fino al Consiglio regionale.

Ma Locci non ci sta a farsi chiamare in causa come ha fatto l’anghiarese  Giovanni Sassolini Busatti – presidente comprensoriale degli industriali – forse perché quest’ultimo non a conoscenza dei fatti per cui Locci non può essere unito agli altri politici che ci rappresentano in Regione a cui secondo Sassolini dobbiamo dire: “Dimostrate di amare sul serio il territorio e la sua economia e non trasformare in un ufficio di collocamento per singole persone ogni opportunità che si pone davanti a beneficio della collettività” (dal Corriere di Arezzo- pag.15 del 3 gennaio 2012).

Questa la dichiarazione del consigliere regionale:

-“L’Ente Acque Umbre-Toscane è frutto di uno dei soliti pasticci tra partiti. Sulla mancanza di una adeguata rappresentanza dei territori nel Cda i cittadini e gli industriali della Valtiberina si rivolgano al vero responsabile di questa situazione: la sinistra”.

 “Sono stato l’unico in Aula ad alzare la voce e chiedere che la legge istitutiva dell’Ente venisse immediatamente modificata in modo da dare degna rappresentanza ai territori. Ma mi sono trovato di fronte al no compatto della maggioranza”.

In occasione della ratifica dell’accordo Toscana-Umbria, Locci si era fatto promotore di un ordine del giorno in cui si chiedeva anche: l’inserimento nello statuto del nuovo Ente di alcuni meccanismi economici compensativi dei danni della diga, sia in termini di rischio che di deprezzamento di terreni e costruzioni, in favore dei cittadini del territorio.

“Ma niente da fare, l’ordine del giorno è stato bocciato- afferma molto amareggiato il consigliere Locci-. Ela Valtiberinaè rimasta, ancora una volta, la sola a pagare i danni della diga di Montedoglio”.

“Adesso – conclude il consigliere – i cittadini chiedano il conto alla sinistra”.

Ndr.Al presidente Sassolini, a suo tempo consigliere democristiano nel comune di Anghiari, proponiamo che,  dall’alto della sua carica, indichi chi potrebbe entrare a far parte, con pieno merito, nel CdA e suggeriamo anche di mettere in giusto risalto e non in modo marginale la colpa di certi impresari che costruirono la diga con materiale scadente, anzi la colpa maggiore che rischiò di procurare una catastrofe. Come vede Sassolini, i politici cercano i “carrozzoni” per quando saranno ‘trombati, certi impresari invece, lavorano come quelli che costruirono la diga che magari fruttò loro denaro ed il posto in altro ‘carrozzone’ per premio anche se commisero un reato e rischiarono di procurare una strage.

Rimbocchiamoci le maniche, mettiamoci in azione senza tanti proclami, facciamolo in silenzio ma con onestà.

-Il direttore-

 

Per un 2012 pieno di Pace, Uguaglianza e Fraternità

 

La Redazione del “Fendente” augura a tutti i lettori un Felice 2012

Ancora in piedi ma circondati da rovine e confusione

Il 2011 doveva restare nella memoria degli Italiani come il 150esimo anniversario dell’Unità nazionale… invece sarà ricordato come l’anno della crisi, nazionale e locale.

Quel poco che è stato fatto per celebrare il primo secolo e mezzo di storia nazionale è stato oscurato dal baccano infernale che ha accompagnato gli ultimi mesi dell’era Berlusconi; nel “comprensorio della Valtiberina toscana” invece i  troppi tentennamenti ed il nulla di utilità o quasi della gestione amministrativa Polcri, con le nuove elezioni del giugno, faceva sorgere la speranza del cosiddetto “mondo migliore”  ma  a risultati ultimati, nonostante la successione di altra persona alla carica di ‘sindaco’, ancora non si sono visti i risultati agognati nè un utile exploit  per la cittadinanza che si rifletterebbe in modo benefico sull’intero comprensorio essendone Sansepolcro la cittadina guida; nemmeno con il ‘telescopio’ è stato individuato il “nuovo” per non dire “l’utile”, essendo tornati i vecchi, stantii ‘giochini politici di partito’  (di ciò ci occuperemo nei prossimi giorni, a festività terminate,  e saremo sempre documentati su quanto renderemo noto ai cittadini).

In questo tempo di crisi finanziaria e di politica, i soliti noti hanno trovato il loro brodo di coltura nel Nulla che ci sta sopraffacendo; ci sentiamo persi e spauriti, i punti di riferimento che ci hanno accompagnato nell’arco della vita, le certezze del vivere sociale (come il lavoro) e le istituzioni (uomini di governo, sindaci, amministratori), hanno perso la loro consistenza e ci lasciano disorientati.

E’ in questo momento che ci accorgiamo della bellezza suprema, dell’essenziale che la politica e la smania del comando “non” ci offrono, quelle cose che ci raccontano di una storia infinita di cui noi stessi siamo parte integrante: l’abbraccio dei nonni ai nipoti, la parola ferma ma dolce dei genitori, una chiacchierata insieme a un amico.

Cosa resterà nella storia del 2011? Almeno formalmente  per l’Italia e gli italiani sarà stato  il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia e l’anno del ritorno ai referendum dalla grande partecipazione popolare che hanno sancito l’abbandono dell’energia nucleare in Italia e la conferma della gestione pubblica dei servizi idrici.

Per la Valtiberina  toscana, oltre a ciò è stato come perdere “l’ultimo treno” avendo  la politica  abdicato la propria funzione e mostrato tutta la sua debolezza – che è quella degli uomini incapaci che la esercitano, svegli e presenti solo nella ricerca di eventuali futuri “carrozzoni”.

Come sarà il 2012? Non lo sappiamo… ma sappiamo cosa vogliamo: “un futuro di pace e coesione sociale. Vorremmo fosse l’anno della riscossa della miglior gioventù , di tutti quei ragazzi che hanno fatto del bene, anche se è stato pesante, anche se ha richiesto sacrifici, perché fare il bene è bello, esserci per gli altri è onorevole.

Come riusciremo a realizzare i nostri sogni?  Semplice: facciamo attenzione ad un bambino che impara a camminare: ecco che cade, ma si rialza, poi cade ancora; eppure continua e prova,  riprova, finché  camminerà senza cadere. Non è altro che forza di volontà e se vi aggiungiamo la necessaria pazienza :  sarà conquistato ciò che per noi e per gli altri è importante.         -Gino Dente-

 

 

Anghiari: è comparsa la “Ndrangheta”

Che siano tenuti gli occhi aperti sperando che non ci siano altri ‘casi simili’

Inviato il 29/12/2011 alle 15:01 da folletto26@libero.it-Folletto26

Ad Anghiari c’è l’Andranghetaaaaaaaaaaaa, ci facciamo un articolo, un’”indagine” o ignoriamo la cosa? Forza Fendente!”

La mail sopra riportata, testualmente,  inviataci dal lettore “Folletto” dimostra quanto centrata fosse stata la sua osservazione e questa Redazione lo ringrazia per la “dritta” vera e di rilevante importanza  che ci era stata inviata, un modo utile che dovrebbe essere usato da ogni cittadino e che ogni cronista non si dovrebbe lasciare sfuggire.

Una cosa teniamo a dire a Folletto: interveniamo solo ora poiché mentre sono in atto le indagini di‘polizia giudiziaria’, ogni notizia, ogni commento possono essere deleteri ai fini del buon esito delle stesse; così lo era per  questo caso.

Già, la “Ndrangheta” ha fatto la comparsa nel comprensorio toscano dell’alta valle del Tevere e in Anghiari ha subito un “colpo” sicuramente rilevante perché ora è noto alla cittadinanza.

Il buon lavoro della Polizia di Stato e precisamente del Commissariato di Siderno (Reggio Calabria), nell’ambito dell’operazione contro un elemento ritenuto di ‘primo piano’ delle “cosche” della “Ndrangheta di Paulonia” ha portato alla confisca dell’Hotel Oliver  di Anghiari di proprietà della ‘Oliver Gest s.r.l.’ di cui è socio di minoranza quell’ elemento di  primo piano della ‘cosca’ ed attualmente è rinchiuso in carcere.

Per la cronaca: in Toscana dal 2009 quando i beni confiscati furono 32, nel 2011 si è passati a 53.

La rivelazione è impressionante soprattutto perché dimostra come anche il nostro territorio, la nostra Regione ‘non’ siano immuni dalla penetrazioni mafiose che fanno affari riciclando denaro sporco.

Abbiamo scritto che: “la Ndrangheta  ha  fatto la comparsa nel nostro comprensorio toscano”, speriamo di non dover dire che “ha messo le radici”  ma tutto potrebbe essere scongiurato con una seria, vigile attenzione dei nostri signori politici, certo soprattutto dei “signori sindaci” con i loro poteri di azione e delle “forze dell’ordine”.

-La Redazione-

Grande successo per il “christmas videobox” di Città di Castello

Città di Castello – Dall’8 al 24 dicembre Piazza Matteotti a Città di Castello ha ospitato la casetta di legno di Babbo Natale dove all’interno si è svolto l’ormai noto CHRISTMAS VIDEOBOX.

Una novità assoluta per i tifernati, e non solo, che hanno scelto di fare i propri acquisti di Natale in centro storico. Tanti sono state le persone, gli amici, le coppie, i ragazzi che si sono fatti immortalare dalla videocamera del videobox e che hanno deciso di fare gli auguri di Natale ai propri cari in modo originale, grazie all’iniziativa organizzata della rivista Concept Magazine. Sono stati circa 200 i videomessaggi realizzati nelle varie giornate pre-natalize.

Ogni videomessaggio è stato inciso in tempo reale in DVD e regalato ai vari utenti grazie alla collaborazione di 33 attività del centro storico, grazie al prezioso patrocinio del Comune di Città di Castello e della Comunità Montata Alta Umbria e grazie ai videomaker Giovanni Pierangeli e Giacomo Tacchini. Un riscontro favorevole che già portato gli organizzatori dell’iniziativa a pensare di riproporre l’iniziativa anche l’anno prossimo.

 

Raccolta firme per equiparare stipendi parlamentari

VALTIBERINA – Da qualche giorno, anche in Valtiberina toscana è possibile firmare per aderire alla raccolta firme di iniziativa popolare per equiparare gli stipendi dei parlamentari a quelli europei. Quattro sono i comuni (oltre una ventina in tutta la provincia di Arezzo) che attualmente hanno aderito: Anghiari, Caprese Michelangelo, Monterchi e Sansepolcro.  L’iniziativa è nata su Facebook, e promossa dal gruppo “Nun te regghe piu’” che conta oltre 67mila contatti. Continua a leggere…

Iniziati i lavori di ripulitura dell’alveo del Tevere

VALTIBERINA – “Abbiamo ricevuto le offerte dalle ditte per la pulizia dell’alveo del Tevere ma le competenze sui corsi d’acqua per questi interventi, e i relativi fondi necessari, sono della Provincia di Arezzo. L’assessore provinciale Perferi ha comunicato all’amministrazione comunale che proprio ieri mattina, anche a seguito delle nostre reiterate richieste e sollecitazioni,  è iniziato un primo intervento per il ripristino di alcuni tratti del fiume Continua a leggere…

Millenario della Cattedrale: “Massimo entusiasmo per l’evento”

SANSEPOLCRO – “Qui sono state imposte le radici di una storia antica – ha esordito cosi il sindaco Daniela Frullani alla presentazione alla stampa delle celebrazioni del millenario della città di Sansepolcro – vogliamo vivereuna nuova Gerusalemme; la nostra città ha bisogno di una rinascita, vogliamo credere in questo nuovo rinascimento sulla base della identità, dell’orgoglio,  dell’accoglienza e del tema dei  giovani e delle loro eccellenze”. Continua a leggere…

Inaugurati i nuovi spazi dell’Istituto d’arte

ANGHIARI – Il sindaco di Anghiari Riccardo La Ferla ha inaugurato ieri mattina assieme al presidente della Provincia Roberto Vasai e ai docenti dell’istituto d’arte locale il completamento dei lavori di adeguamento sismico e antincendio che hanno interessato la scuola  negli ultimi tempi.  Si è trattato di un intervento importante che si aggira complessivamente intorno ai  700 mila euro,  frutto della collaborazione e della sinergia tra Regione, Provincia ed amministrazione comunale. Continua a leggere…

Montedoglio: “Il PD continua a seguire attentamente la costituzione del nuovo Ente”

VALTIBERINA – Il  Partito Democratico di Sansepolcro continua a seguire attentamente e fattivamente la costituzione del nuovo Ente che gestirà l’Invaso di Montedoglio: Ente Acque Umbre-Toscane (EAUT) e  ad interessarsi  per la soluzione delle problematiche che si sono verificate durante il tragico evento del 29/12/10, dovuto alla rottura di parte del muro del canale di scarico. Sono ancora nella mente di tutti  la paura e i disagi che quella notte dovettero subire le popolazioni della Valtiberina. Continua a leggere…

Scout: Dicembre un mese pieno di iniziative

VALTIBERINA – Quest’anno la Luce della Pace di Betlemme è arrivata anche in Valtiberina grazie al Gruppo Scout Agesci Valtiberina 1.Infatti una delegazione del gruppo, i ragazzi del clan (16-19anni),  lo scorso sabato 10 dicembre sono andati ad Arezzo a accendere la luce della pace che transitava dal capoluogo di provincia e che veniva accolta dagli altri scout della provincia e dal MASCI. La luce è arrivata alla stazione di Arezzo e alle ore è stata donata a tutti i fedeli al Duomo. Continua a leggere…

Viale Vittorio Veneto: auto in sosta

SANSEPOLCRO – Auto in sosta non consentita: due pesi e due misure? E’ quanto lamentano molti cittadini riguardo alle auto in sosta in zone non consentite. Nella fattispecie le segnalazioni arrivano sulla sosta lungo la centralissima Viale Vittorio Veneto. Da alcuni mesi infatti, dopo che in quella strada è stato aperto un nuovo esercizio, la strada è ad ogni ora (anche se particolarmente la mattina, Ndr) occupata da una lunga fila di auto, in sosta una dietro l’altra, sul lato destro della carreggiata, Continua a leggere…

Navigazione articolo