Archivio del Fendente

2007-2011

Archivio per il tag “assenteisti in parlamento”

Che lavoratori certi nostri politici !

Cosa combinano i deputati italiani in Parlamento? A cosa lavorano, per cosa votano e come? E, soprattutto, chi sono i parlamentari più assenteisti della legislatura? Grazie al sito openparlamento – che si basa su dati di fatto e fonti ufficiali – chiunque può tenere sotto controllo giorno per giorno l’attività parlamentare.

Così proviamo a scoprire, ad esempio, quali siano i parlamentari che, ad oggi, nel 2011,  hanno partecipato meno alle votazioni che si sono svolte alla Camera e al Senato.

Quella che segue è la “classifica delle assenze”.  Abbiamo scelto  di elencare solo i deputati che risultano aver “saltato” più del 50% delle votazioni che sono diciassette.
Sfugge per un pelo alla “ramanzina”, ad esempio, Massimo D’Alema (PD), che è stato assente “solo” al 47,58% delle votazioni. Ma tra gli assenteisti “duri e puri” ci sono altri nomi noti, di maggioranza e opposizione.

C’è da precisare per dovere di informazione che da novembre sono entrate in vigore le sanzioni anti-assenteismo varate dall’ufficio di presidenza per i deputati che non partecipano alle sedute di commissione, anche per semplici audizioni o discussioni..soprattutto per queste c’erano molte assenze perchè non si certificava la presenza o meno del deputato come per il caso di votazioni. 

Ora anche se non si vota sono previste sanzioni: chi si assenterà al 50% delle sedute in un mese subirà la decurtazione della diaria (= rimborsi per soggiorno a Roma) di 300 euro e il taglio sarà di  500 euro per chi fa oltre l’80% di assenze. Inoltre le giustificazioni  presentate dai gruppi parlamentari per i deputati assenti saranno ora ammesse per 1 ogni 50, prima era per 1 ogni 20. Dov’è il tallone d’Achille? Sicuramente nel fatto che il taglio è troppo inconsistente (consideriamo che la diaria è di 4 mila euro) e dovrebbe operarsi per 1 numero di assenze già al di sotto del 50%. C’è crisi? Da lì si potrebbe recuperare molto più denaro. 

E poi per quanto riguarda le giustificazioni, occorre un controllo più rigoroso, per verificare che sussista davvero un impedimento. Ciò vale anche per il caso di malattia…il problema è che la disonestà non è solo dei parlamentari ma anche di chi li asseconda fornendo documentazioni fasulle.

Ecco il podio dei deputati più assenteisti:

1°-On. Antonio Gaglione 93.23%

2°- On. Niccolò Ghedini 76.57%

3°- On. Mirko Tremaglia 76.19%

Interessante però anche la presenza di  politici che dovrebbero andare per la maggiore:

5°- On. Denis Verdini 70.41%

6°- On. Pier Luigi Bersani 69.56%

……..

14° – On. Antonio Di Pietro 54.96%

 -La Redazione-

Annunci

Navigazione articolo