Archivio del Fendente

2007-2011

Archivio per il tag “Vaticano”

Vogliono riesumare la "Balena bianca"

Prove di grande partito cattolico. La Cei rilancia le scuole politiche
La Conferenza episcopale italiana sta organizzando per marzo un convegno nazionale delle ‘teste d’uovo’ impegnate nelle scuole di formazione politica presenti nelle varie diocesi italiane.
E’ quanto emerso nel corso della conferenza stampa conclusiva del Consiglio episcopale permanente, il ‘parlamentino’ dei vescovi italiani che si è svolto nel corso della settimana a Roma.
“L’apporto della Chiesa in questi mesi è quello di far crescere la coscienza e la partecipazione dei cattolici in politica”, ha detto il segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata (nella foto), nella conferenza stampa che si è svolte nella sede della ‘Radio vaticana’. “In questi mesi c’è stato il raduno di Retinopera, c’è stato l’intervento del cardinale Bagnasco a Todi, prossimamente c’è un convegno per tutte le scuole socio-politiche delle diocesi. Tutte iniziative che mostrano l’attenzione della Cei per ridare coscienza di responsabilità sociale e politica ai credenti in linea con la dottrina sociale della Chiesa”. Il convegno nazionale, a quanto si apprende, si svolgerà a Roma a marzo.
(da Affaritaliani.it)

La Chiesa è confusa: “deve” pagare l’Ici

Siamo giunti al punto che dobbiamo fare i Savonarola, e lo facciamo a ragione veduta

A Firenze, per esempio, i  dati che emergono dal Comune  sono espliciti: su 29 strutture ricettive, appartenenti alla Chiesa, sul territorio fiorentino prese in esame, solo 7 pagano l’ICI al Comune. E’ stato anche provato direttamente a chiedere di poterci  alloggiare una notte per renderci conto che non sono riservate solo a membri del Clero o al turismo religioso ma svolgono a tutti gli effetti un servizio alberghiero.

La Chiesa è confusa. Sembra addirittura vietato chiedere che il Vaticano paghi l’Ici  come se, per questo caso,  imperi  l’annullamento della democrazia.  Occorrerebbe invece “cacciare i mercanti” dal tempio che stanno facendo di tutto per  comprarselo. Sì, anche se  cattolici dichiarati , che hanno dato o danno l’8 per mille alla Chiesa nella dichiarazione dei redditi, dobbiamo convenire che  deve pagare  l’Ici., la “deve” pagare almeno per gli immobili  usati a finalità anche in parte commerciali e come tutti gli enti che producono frutto e quindi reddito devono pagare la tassa.La Chiesa “non” deve essere esclusa. Anche perché è un segnale di solidarietà vera, di superamento di privilegi che non hanno più posto, soprattutto oggi.

 Dal momento che da certi specializzati amanti del “bunga-bunga” è stato creato uno Stato in condizioni comatose, dobbiamo contribuire tutti e tocca anche al Vaticano, lo dice il Vangelo, “date a Cesare quello che è di Cesare”.

Basta,la Chiesa deve contribuire, deve pensare meno ai crocifissi d’oro, ai ricchi paramenti, e dedicarsi agli ultimi  ma non esistendo discussione, i pareri discordi non vengono messi a confronto poiché,  non devi nemmeno parlare poiché a “loro” dire: sono gli unici depositari del verbo.

 

Difficile momento della Chiesa

Pedofilia: Nyt rilancia, papa sapeva del trasferimento di padre Hullermann

Roma– Il futuro papa Benedetto XVI, quando era arcivescovo di Monaco, era al corrente del trasferimento in un’altra parrocchia di padre Peter Hullermann, già accusato di pedofilia. Sono le nuove accuse pubblicate oggi sul sito del New York Times, all’indomani dell’inchiesta sui suoi presunti silenzi sul caso di un prete americano. Continua a leggere…

Navigazione articolo